Nuovo successo mondiale in casa Sebino - Paolo Ghidini è Argento
 ai Mondiali di Varese


LOVERE, 27 luglio 2014 - Anche per il 2014 il podio dei mondiali U23 dedicato al quattro di coppia maschile pesi leggeri è calcato dalla nazionale italiana che, conquista l’argento confermandosi al vertice nel panorama internazionale della specialità. E nell’equipaggio protagonista e artefice di questo bellissimo risultato c’è ancora Paolo Ghidini, l’atleta che la Canottieri Sebino ha l’orgoglio di aver cresciuto e allenato sin dagli inizi e che negli ultimi anni ha portato in casa del sodalizio loverese una buona dose di gratificazioni: il titolo U23 e il bronzo assoluto dello scorso anno, oltre a una serie di altri successi di livello internazionale e nazionale.
Questo argento, insieme a quello del quattro di coppia femminile e al titolo conquistato dal quattro senza maschile mantiene i colori nazionali in una posizione di primissimo piano sulla scena del canottaggio internazionale.
La cronaca della regata è al cardiopalma per effetto di una competizione fra avversari decisamente comparabili e altrettanto agguerriti. La Francia è partita fortissimo e ha lasciato i nostri inizialmente un po’ spiazzati, ma a metà gara la barca azzurra recupera con una forza e una determinazione esemplare e passa dalla quarta alla seconda posizione mettendosi in attacco dei francesi e reagendo al tentativo di rientro della Danimarca. Sulla linea di arrivo il distacco dai cugini d’oltralpe è poco più di un secondo con la Danimarca al seguito che chiude in terza posizione.
I vicecampioni sanno di aver dato il tutto e per tutto e accolgono con la giusta diplomazia il risultato, ricordando di come nella scorsa edizione dei mondiali furono proprio i francesi a dover soccombere alla loro supremazia.
Per Paolo è un risultato personale non comune (terzo mondiale, tre volte sul podio) che dimostra la costanza e la determinazione che hanno sempre caratterizzato il suo approccio alla sfida agonistica. Una filosofia efficacemente tramandata dal tecnico Carlo Babaglioni, affezionata guida di tanti allenamenti presente oggi sul campo di regata insieme al Presidente Andrea Papetti e a una nutrita rappresentanza della direzione societaria, che commenta: “Paolo ha sempre dato grande affidabilità ed è stato capace di valorizzare le sue capacità con un percorso equilibrato, vissuto con una maturità assolutamente adeguata allo spirito del canottaggio dove non si smette mai di guardare avanti per migliorare”. E’ così che il successo non è un fuoco di paglia passato ma un traguardo a cui si mira, ogni volta con lo stesso impegno delle precedenti.
Un impegno che non concede nemmeno un giorno di riposo, tant’è che Paolo già da domani sarà in campo per le selezioni della squadra azzurra in vista degli Assoluti di Amsterdam. Speriamo che l’eventuale convocazione sia di preludio per nuovi festeggiamenti in zona Canottieri Sebino!

Per il video con le dichiarazioni degli atleti vedi:
http://www.canottaggio.org/2014_2news/0726_u23_video_4xPLM.shtml

Ufficio Stampa
Canottieri Sebino Lovere
(Federica Pasinetti)

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.