Andrea Guanziroli: il più giovane azzurro ai Mondiali Under 23
 di Varese


VARESE, 25 luglio 2014 - E’ al suo primo Mondiale Under 23, compirà 19 anni il 9 novembre (è un classe 1995) e questo lo rende anagraficamente l’atleta più giovane presente alla Schiranna nel gruppo convocato da Spartaco Barbo. Comasco, è tesserato per la locale Canottieri Lario: lui è Andrea Guanziroli. Andrea, sei al primo anno Under 23 e vieni da un Mondiale Junior. Cosa vedi di diverso nel passaggio di categoria? “Tutto, è un salto di qualità a tutti gli effetti. Il Mondiale Junior è una manifestazione giovanile, qui il livello è un altro, molto più combattuto, molto più competitivo. Tutta l’atmosfera poi sembra diversa”.

Lo scorso anno sei arrivato quarto ai Mondiali Junior sul quadruplo, e quest’anno, al debutto tra gli Under 23, subito sull’otto, una barca dalla quale ci si attende molto. Te lo aspettavi? “No, anzi, è stata una notizia inaspettata. A inizio stagione, tra novembre e dicembre, sono rimasto fermo un paio di mesi per problemi alla schiena, e ho dovuto praticamente ricominciare la stagione da capo. Non ho partecipato alla TRio, non ho fatto raduni… Sarei stato contentissimo di fare la riserva, e ora invece sono qui, sull’otto, ai Mondiali in casa. Tutto inaspettato, davvero”.

Ti sta piacendo questo Mondiale casalingo? “Si, nettamente. C’è un atmosfera bellissima, è un evento davvero sentito”. Da più giovane del gruppo, c’è chi ti da dei consigli? “Si, anche perché la barca che faccio si presta, visto quanti siamo. Su tutti Zileri, che è al quarto Mondiale, ma anche Borsini e Brezzi. Comunque è normale, sono al primo anno, prendo tutto molto positivamente. E poi oltre che al primo Mondiale Under 23 sono anche al primo anno di punta, quindi mi danno i consigli e io me li prendo!”. 2016, Andrea Guanziroli ultimo anno Under 23. Come ti vedi? “Non lo so, sono abituato a lavorare giorno per giorno, ogni anno mi do un obiettivo e vediamo. L’obiettivo del 2014 era essere qui e ci sono. Oggi remo di punta come di coppia, diciamo che nel 2016 mi vedo magari specializzato nell’ultimo o nell’altro tipo di voga. Vediamo, ci lavorerò giorno dopo giorno…”.


  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.