Lucerna: Risultati e resoconti delle BATTERIE


LUCERNA, 11 luglio 2014 -

QUATTRO DI COPPIA SENIOR DONNE - Prima batteria – i primi due in finale gli altri ai recuperi: gara costantemente controllata dalla barca tedesca che ha vinto la batteria davanti alla Nuova Zelanda, seconda, mentre la barca azzurra pur tentando di agguantare una posizione migliore non è riuscita a risalire dal quarto posto. Sul finale le azzurre rimangono quarte alle spalle dell’Olanda. Italia ai recuperi. 1. Germania Annekatrin Thiele, Carina Baer, Julia Lier, Lisa Schmidla 6.30.53, 2. Nuova Zelanda Sarah Gray, Georgia Perry, Lucy Spoors, Erin-Monique Shelton 6.32.23, 3. Olanda Olivia van Rooijen, Elisabeth Hogerwerf, Carline Bouw, Nicole Beukers 6.39.77, 4. Italia Benedetta Bellio (SS Murcarolo), Veronica Paccagnella (SC Elpis), Alessandra Patelli (SC Padova), Gaia Palma (Sisport Fiat) 6.46.92, 5. Gran Bretagna2 Ruth Walczak, Eleanor Piggot, Brianna Stubbs, Charlotte Taylor 6.48.14
Seconda batteria – i primi due in finale gli altri ai recuperi: 1. Canada Emily Cameron, Katharine Goodfellow, Carling Zeeman, Antje Von Seydlitz-Kurzbach 6.30.25. 2. Polonia Sylwia Lewandowska, Joanna Leszczynska, Maria Springwald, Agnieszka Kobus 6.32.08. 3. Australia Jessica Hall, Kerry Hore, Madeleine Edmunds, Jennifer Cleary 6.33.31, 4. Gran Bretagna1 Beth Rodford, Lucinda Gooderham, Kristina Stiller, Victoria Meyen-Laker 6.38.26, 5. Danimarca Anne Andersen, Rannva Olsen, Christina Johansen, Hedvig Rasmussen 6.50.87

QUATTRO SENZA SENIOR UOMINI - Prima batteria – i primi due in finale gli altri ai recuperi: 1. Gran Bretagna Alex Gregory, Mohamed Sbihi, George Nash, Andrew Triggs Hodge 6.00.45, 2. Olanda Boaz Meylink, Mechiel Versluis, Olivier Siegelaar, Robert Luecken 6.02.99, 3. Canada Crothers, Gibson, Conlin Maccabe, Kai Langerfeld 6.05.06, 4. Repubblica Ceca Jr Milan Dolecek, Jan Pilc, Jakub Podrazil, Matyas Klang 6.06.86, 5. Russia Dmitrii Golovin, Rostilav Drozhachikh, daniil Andrienko 6.11.69
Seconda batteria – i primi due in finale gli altri ai recuperi: la ritrovata formazione del mondiale di Chungju ha fatto il ritmo di una gara che l’ha vista per 1500 metri passare in testa davanti alla Germania che non voleva assolutamente rimanere dietro alla barca azzurra. Un duello che si è protratto anche nell’ultima frazione quando i tedeschi hanno attaccato gli azzurri che oramai sul traguardo hanno ulteriormente aumentato il ritmo negando alla barca tedesca la soddisfazione della vittoria. Italia in finale. 1. Italia Matteo Lodo, Paolo Perino, Mario Paonessa, Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle) 6.04.85, 2. Germania Bjoern Birkner, Maximilian Munski, Toni Seifert, Kristof Wilke 6.05.14 3. Australia Alexander Lloyd, Fergus Pragnell, Spencer Turrin, Joshua Dunkley-Smith 6.10. 57, 4. Polonia Damian Rosolski, Mateusz Wilangowski, Konrad Wojewodzic, Rafal Hejmej 6.21.475. Spagna Jaime Canalejo Pazos, Noe Guzman Del Castillo, Marcelino Garcia Cortes, Antonio Guzman Del Castillo 6.24.16

DUE SENZA DONNE - Prima batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: L’imprendibile barca neozelandese ha fatto l’andatura per tutta la gara tallonata dal Sud Africa, mentre la barca azzurra, partita lenta, è rimasta nelle retrovie per tutti i duemila metri. Sul finale passano il turno neozelandesi e sudafricane mentre a seguire Romania, Canada, Italia e Francia vanno ai recuperi. 1. Nuova Zelanda1 Louise Trappitt, Rebecca Scown 7.19.91, 2. Sud Africa Naydene Smith, Lee-Ann Persse 7.23.79, 3. Romania1 Mihaela Petrila, Lura Oprea 7.24.41, 4. Canada Jennifer Martins, Kristin Bauder 7.35.74, 5. Italia Beatrice Arcangiolini (SC Firenze), Gaia Marzari (SC Lario) 7.50.846. Francia Justine Lecomte, Anne Jouy 7.56.94
Seconda batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Gran Bretagna1 Helen Glover, Heather Stanning 7.13.07, 2. Nuova Zelanda2 Grace Prendergast, Kerri Gowler 7.16.01, 3. Olanda Aletta Jorrtsma, Heleen Boers 7.26.54, 4. Australia Charlotte Sutherland, Lucy Stephan 7.32.52, 5. Irlanda Leonora Kennedy, Laura Oprea 7.40.89, 6. Repubblica Ceca Martina Stillerova, Katerina Kopecka 7.46.63

SINGOLO SENIOR DONNE - Prima batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: la barca australiana impone sin dalle prime palate il suo ritmo alle avversarie con l’Irlanda e Italia a inseguire. Sul finale Sara Magnaghi tenta di ricuperare una posizione per superare il turno, ma l’Irlanda reagisce e taglia il traguardo seconda alle spalle della australiana. Italia ai recuperi. 1. Australia1 Kim Crow 7.39.88, 2. Irlanda Sanita Puspure 7.45.55, 3. Italia Sara Magnaghi (SC Moltrasio) 7.52.04, 4. Lituania Lina Saltyte 7.58.75, 5. Serbia1 Iva Obradovic 8.07.62
Seconda batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi
1. Repubblica Ceca Mirka Knapkova 7.42.00, 2. Olanda1 Chantal Achterberg 7.43.65, 3. Olanda2 Inge Janssen 7.45.03, 4. Danimarca Fie Udby Erichsen 7.51.84, 5. Russia Julia Levina7.59.63
Terza batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Austria Magdalena Lobnig 7.52.73, 2. Gran Bretagna Victoria Thornley 7.54.70, 3. Germania2 Marie-Catherine Arnold 8.11.05, 4. Australia2 Fiona Albert 8.13.43, 5. Serbia2 Ivana Filipovic 8.17.79

SINGOLO SENIOR UOMINI - Prima batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri in finale E e F: 1. Olanda Roel Braas 7.11.40, 2. Norvegia Olaf Tufte 7.13.10, 3. Australia1 Nicholas Purnell 7.13.50, 4. Belgio Hannes Obreno 7.13.65, 5. Germania2 Andrea Sieber 7.19.15, 6. Israele2 Oleg Gonorovski 7.24.45
Seconda batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri in finale E e F: 1. Gran Bretagna Alan Campbell 7.07.84, 2. Israele1 Dani Fridman 7.10.76, 3. Bielorussia Stanislau Shcharbachenia 7.11.77, 4. Corea Dongyong Kim 7.14.99, 5. Danimarca Frank Steffensen 7.18.10
Terza batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri in finale E e F: Il Canada per metà gara fa il ritmo e impone la propria andatura agli avversari con la Lituania in attacco. A milletrecento metri il lituano sferra l’attacco al canadese e passa a condurre mentre la barca azzurra di Cardaioli mantiene il terzo posto che gli permette di superare il turno. Italia ai quarti, mentre vince la Lituania. 1. Lituania Mindaugas Griskonis 7.08.10, 2. Canada Julien Bahain 7.13.60, 3. Italia Francesco Cardaioli (SC Padova) 7.16.02, 4. Svizzera1 David Aregger 7.17.39, 5. Austria 7.21.59
Quarta batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri in finale E e F: 1. Nuova Zelanda Mahe Drysdale 7.09.85, 2. Bulgaria2 Krostian Vasilev 7.12.16, 3. Australia2 John Linke 7.17.68, 4. Egitto2 Sayed Salman 7.22.69, 5. Indonesia Memo Memo 7.25.25
Quinta batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri in finale E e F: 1. Finlandia Robert Ven 7.06.08, 2. Repubblica Ceca Ondrej Sinek 7.07.963. USA Kenneth Jurkowski 7.08.65, 4. Croazia1 David Sain 7.09.28, 5. Brasile Steve Hiestad 7.09.88
Sesta batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri in finale E e F: 1. Germania1 Marcel Hacker 7.03.75, 2. Bulgaria1 Georgi Bozhilov 7.08.58, 3. Romania Petru Codau 7.11.14, 4. Svizzera2 Nico Sthalberg 7.12.04, 5. Croazia2 Mario Vekic 7.29.26

QUATTRO SENZA PESI LEGGERI – Prima batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: gara avvincente e tiratissima sin dalle prime palate con la barca azzurra seconda nella prima frazione, mentre la Nuova Zelanda ha fatto il ritmo da subito seguita dalla Germania che, nella fase iniziale, era terza ma che a metà gara transitava al secondo posto. Sul finale l’Italia continuava a spingere e respingeva l'estremo tentativo di attacco degli olandesi, che dovranno ricorrere ai recuperi. Italia terza in semifinale. 1. Nuova Zelanda James Hunter, Peter Taylor, James Lassche, Curtis Rapley 6.05.95, 2. Germania Jonathan Koch, Lars Wichert, Matthias Arnold, Julius Peschel 6.07.29, 3. Italia1 Jiri Vlcek, Armando Dell’Aquila, Livio La Padula (Fiamme Oro), Giorgio Tuccinardi (Forestale) 6.08.59, 4. Olanda Ioris Pijs, Jort Van Gennep, Bjorn Van Den Ende, Timothee Hejbrock 6.09.38, 5. Giappone Yu Kataoka, Yusuke Imai, Mitsuo Nishimura, Kenta Tadaki 6.26.26
Seconda batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Danimarca Kasper Winther, Jacob Larsen, Jacob Barsoe, Morten Jorgensen 6.06.46, 2. Australia Nicholas Silcox, Samuel Beltz, Blair Tunevitsch, Thomas Gibson 6.07.82, 3. Spagna Sergio Perez Moreno, Jesus Gonzales Alvarez, Marc Franquet Montfort, Patricio Rojas Aznar 6.11.25, 4. Repubblica Ceca Jan Hajek, Michael Humpolec, Karek Zadak, Milan Viktora 6.24.61, 5. Austria Dominik Sigl, Florian Berg, Joschka Hellmeier, Markus lemp 6.32.60
Terza batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: sono Francia e Gran Bretagna a imporre il ritmo con la formazione azzurra a inseguire essendo partita lenta e transitata quarta per metà gara. Nel terzo 500 la barca azzurra sopravanza la Polonia, che cede anche ai canadesi, e si piazza terza passando il turno. In semifinale Gran Bretagna, Francia e Italia. 1. Gran Bretagna Peter Chambers, Mark Aldred, Richard Chambers, Chris Bartley 6.07.34, 2. Francia Augustin Mouterde, Thomas Baroukh, Franck Solforosi, Guillaume Raineau 6.07.70, 3. Italia2 Elia Luini (CC Aniene), Martino Goretti (Fiamme Oro), Stefano Oppo (SC Firenze), Paolo Di Girolamo (Fiamme Gialle) 6.15.67, 4. Canada Brendan Hodge, Maxwell Lattimer, Eric Woelfl, Evan Cheng 6.22.30, 5. Polonia Lukasz Pawlowski, Dawid Kaminski, Przemyslaw Borchardt, Adam Sobczak 6.27.49

DOPPIO SENIOR DONNE – Prima batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: Gara totalmente nelle braccia di Australia e Bielorussia che hanno fatto il ritmo per tutti i duemila metri. La barca azzurra, invece, dopo una partenza adeguatamente veloce, con passaggio nella prima frazione in seconda posizione, transita terza a metà gara e quarta sul finale alle spalle di Australia e Bielorussia che vanno in semifinale. Le azzurre per continuare la corsa verso la finale dovranno superare i recuperi di oggi pomeriggio. 1. Australia Olympia Aldersey, Sally Kehoe 7.06.60, 2. Bielorussia1 Ekaterina Karsten, Yuliya Bichyk 7.09.54, 3. Danimarca Mette Petersen, Lisbet Jakobsen 7.14.53, 4. Italia Laura Schiavone (CC Irno), Sara Bertolasi (SC Lario) 7.18.05, 5. Germania Julia Richter, Mareike Adams 7.18.31, 6. Finlandia Ulla Varvio, Eeva Karppinen 7.32.05
Seconda batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Lituania Donata Vistartaite, Milda Valciukaite 7.06.48, 2. Polonia Magdalena Fularczyk, Natalia Madaj 7.11.80, 3. Repubblica Ceca Lenka Antosova, Lucie Zabova 7.25.99, 4. Bulgaria Luiza-Mariya Rusinova, Kristina Boncheva 7.29.77, 5. Estonia Mariliis Reinkort, Kaisa Pajusalu 7.36.59

DOPPIO SENIOR UOMINI - Prima batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Lituania Rolandas Mascinskas, Saulius Ritter 6.33.01, 2. Germania Hans Gruhne, Stephan Krueger 6.38.89, 3. Olanda Van Luijk, Dirk Uittenbogaard 6.53.55, 4. Estonia Andreai jamsa, Tonu Endrekson 6.55.49, 5. Corea Hwigwan Kim, Do-Sub Choi 7.00.17
Seconda batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: è la Gran Bretagna a fare l’andatura sin dalle prime palate mentre la barca azzurra di Montrone e Gabbia dopo una partenza lenta che l’ha vista passare terza nella prima frazione, a metà gara passa quinta e termina la gara ultima e quindi va ai recuperi. La gara è vinta dalla Gran Bretagna davanti a Nuova Zelanda e Canada. 1. Gran Bretagna John Collins, Jonathan Walton 6.30.39, 2. Nuova Zelanda Kark Manson, Robert Manson 6.33.81, 3. Canada Michael Wilkinson, Steve Vanknotsenburg 6.41.18, 4. Spagna Juan Garcia, Ruben Padilla Camara 6.45.69, 5. Italia2 Domenico Montrone (Fiamme Gialle), Cesare Gabbia (SC Elpis) 7.02.16
Terza batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Norvegia Nils Jakob Hoff, Kjetil Borch 6.30.77, 2. Australia1 James Mcrae, Alexander Belonogoff 6.36.79, 3. Danimarca Sophus Johannesen, Sverri Nielsen 6.39.81, 4. Repubblica Ceca Michal Plocek, Jan Andrle 6.43.72, 5. Polonia Piotr Licznerski, Adam Wicenciak 6.51.46
Quarta batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: lotta serrata tra Croazia, Serbia e Italia per le prime due posizioni valide per il superamento del turno. La barca di Battisti e Fossi è terza nella prima tre quarti di percorso mentre al comando è saldamente la Croazia e sul finale è ancora prima con la Serbia seconda e la barca Azzurra, non riuscendo a ricuperare dal gap iniziale, passa sul traguardo in quarta posizione. Italia ai recuperi. 1. Croazia1 Martin Sinkovic, Valent Sinkovic 6.28.39, 2. Serbia Marko Marjanovic, Aleksander Filipovic 6.31.62, 3. Australia2 David Watts, Max Macqueeney 6.40.924. Italia1 Francesco Fossi, Romano Battisti (Fiamme Gialle) 6.41.26, 5. Argentina Ariel Suarez, Cristian Rosso 6.52,45,

QUATTRO DI COPPIA SENIOR UOMINI - Prima batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Germania Karl Schulze, Philipp Wende, Kai Fuhrmann, Tim Grohmann5.53.13, 2. Slovenia Matej Rojec, Grega Domanjko, Jernej Markovc, Gasper Fistravec 5.55.76, 3. Repubblica Ceca Martin Basl, Petr Buzrla, Jakub Houska, Davisd Jirka 5.58.25, 4. Norvegia Martin Helseth, Bjoern-Jostein, Joakim Boehn, Aleksander Berntsen 6.00.40, 5. Olanda Harold Langen, Peter Van Schie, Derk Noordhuis, Meindert Klem 6.00.56
Seconda batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: Sono Stati Uniti, Estonia e Canada a dettare le regole del gioco per metà gara con l’Italia partita troppo lenta e quindi con passaggi in quinta e quarta posizione nelle prime due frazioni. Nella seconda parte di gara l’Estonia continua a tenere la testa tallonata dagli USA e dalla Polonia che si spartiscono le tre posizioni per l’accesso in semifinale. Italia quinta ai recuperi. 1. Estonia Allar Raja, Kaspar Taimsoo, Sten-Erok Anderson, Kaur Kuslap 5.52.35, 2. USA Peter Graves, Stephen Whelpley, Jhon Graves, Benjamin Dann 5.53.28, 3. Polonia Moroslaw Zietarski, Mateusz Biskup, Dariusz Radosz, Dawid Grabowski 5.54.24 4. Canada Pascal Lussier, Michael Braithwaite, Will Dean, Matthew Buie 5.54.53, 5. Italia Luca Agamennoni, Simone Venier, Matteo Stefanini, Simone Raineri (Fiamme Gialle) 6.12.38
Terza batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Gran Bretagna Graeme Thomas, Sam Townsend, Charles Cousins, Peter Lambert 5.53.34, 2. Nuova Zelanda jade Uru, John Storey, Nathan Flannery, Chris Harris 5.54.73, 3. Australia Rhys Grant, Cameron Girdlestone, Kieran Kobelke, Christopher Morgan 5.56.54, 4. Egitto Moustafa Fathy, Nour El Din Hassanein, Abdel Samir Elbana, Ahmed Khamis 6.14.91

DOPPIO PESI LEGGERI DONNE - Prima batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: la barca azzurra non si smentisce e anche in questa eliminatoria parte molto lenta e poi va all’inseguimento delle avversarie in una progressione che la vede transitare quarta a 500 metri, terza a metà gara e seconda a 1500 metri con il Canada, invece, sempre a condurre. Sul finale Canada primo e Italia seconda: i primi due in semifinale e quindi Laura e Elisabetta passano il turno. 1. Canada Lindsay Jennerich, Patricia Obee 7.08.28, 2. Italia Laura Milani, Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle) 7.09.24, 3. Polonia Joanna Dorociak, Weronika Deresz 7.25.52, 4. Argentina Karina Wilvers, Lucia Palermo 7.29.75, 5. Giappone Eri Wakai, Asumi Suehiro 7.32.59, 6. Indonesia yaah Rokayah, Maryam Daimoi 8.04.66
Seconda batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Svezia Cecilia Lilja, Emma Fredh 7.13.85, 2. Germania Lena Mueller, Zoe Noske 7.17.26, 3. Australia2 Georgia Miansarow, Georgia Nesbitt 7.20.27, 4. Repubblica Ceca2 Marketa Pazderkova, Denisa Cvancarova 7.26.83, 5. Francia Rachel Jung, Camille Leclerc 7.32.52
Terza batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Gran Bretagna Imogen Walsh, Katherine Copeland 7.05.91, 2. Australia1 Ella Flecker, Alice MacNamara 7.08.59, 3. Sud Africa Kirsten Mccann, Ursula Grobler 7.13.16, 4. Danimarca Helene Olsen, Runge Holmegaard 7.19.16, 5. Repubblica Ceca1 Ricky nencini, Daniela Nachazelova 7.36.89

DOPPIO PESI LEGGERI UOMINI - Prima batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi: il doppio di Ruta e Micheletti è il più veloce in partenza e sorprende gli avversari tant’è che alla prima frazione si presenta primo davanti al Sud Africa. Posizione che mantiene per tutto il percorso aumentando ad ogni frazione il distacco sugli inseguitori. Sul finale la barca azzurra taglia il traguardo al primo posto con quattro secondi di vantaggio sulla barca elvetica che, nel frattempo dal terzo posto aveva superato il Sud Africa che, nonostante abbia provato a contenere gli azzurri, sul finale si è dovuto contentare della terza posizione. Italia in semifinale. 1. Italia Andrea Micheletti (Canottieri Gavirate), Pietro Ruta (Marina Militare) 6.27.47, 2. Svizzera Simon Scuerch, Mario Gyr 6.31.17, 3. Sud Africa John Smith, James Thompson 6.32.49, 4. Grecia Panagiotis Magdanis, Eleftherios Konsolas 6.32.54, 5. Nuova Zelanda Adam Ling, Alistair Bond 6.34.62, 6. Finlandia Joonas Petaejaeniemi, Juho-Pekka Petaejaeniemi 7.09.08
Seconda batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Francia Stany Delayre, Jeremie Azou 6.29.14, 2. Germania1 Konstantin Steinhuebel, Lars Harting 6.33.64, 3. Portogallo Pedro Fraga, Nuno Mendes 6.39.84, 4. Gran Bretagna William Fletcher, Jamie Kirkwood 6.49.40, 5. Polonia Artur Mikolajczewski, Milosz Jankowiski 6.55.606. Angola Jean Rasamoelina, Andrè Matias 7.19.18
Terza batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Repubblica Ceca Jan Vetesnik, Ondrej Vetesnik 6.33. 16, 2. Australia Perry Ward, Edward De Carvalho 6.36.09, 3. Giappone Takairo Suda, Hideki Omoto6.36.47,4. Canada Alexander Walker, Nicolas Pratt 6.41.20, 5. Austria Paul Sieber, Bernhard Sieber 6.48.52, Germania2 Moritz Moos, Jason Osborne non partita (DNS)
Quarta batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Norvegia Kristoffer Brun, Are Strandli 6.29.31, 2. Olanda Tycho Muda, Vincent Muda 6.34.88, 3. Danimarca Andrej Bendtsen, Henrik Stephansen 6.38.33, 4. Ungheria Peter Galambos, Gabor Csepregi 6.44.80, 5. Argentina Nocolai Fernandez, Alejandro Colomino 6.45.87

DUE SENZA SENIOR UOMINI - Prima batteria – i primi tre ai quarti di finale gli altri in finale E: Parte forte la barca azzurra di Di Costanzo e Castaldo e conduce la gara per tre quarti di percorso imponendo il ritmo agli avversari. La Gran Bretagna sempre a ridosso della barca azzurra sul finale sferra l’attacco e supera l’Italia che in ogni modo non reagisce e mantiene la seconda posizione valida per l’accesso ai quarti. 1. Gran Bretagna1 James Foad, Matt Langridge 6.37.40, 2. Italia1 Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), Matteo Castaldo (RYCC Savoia) 6.39.41, 3. Australia2 Jack Hargreaves, Nicholas Wheatley 6.41.36, 4. Russia Roman Lomachev, Yuriy Pshenichnikov 6.41.68, 5. Australia1 Christopher Cunningham-Reid, Geoge Ellis 6.47.06
Seconda batteria – i primi tre ai quarti di finale gli altri in finale E: è la barca di Abbagnale e Abagnale a schizzare in avanti e fare il ritmo per mille metri. Ai 1200 metri la barca spagnola, risalita dalla terza posizione, passa in vantaggio e ai 1500 metri è prima davanti all’Italia che transita in seconda posizione seguita dalla Polonia. Sul finale posizioni immutate e Italia ai quarti. 1. Spagna Alexander Sigurbjonsson, Pau Vela Maggi 6.41.13, 2. Italia2 Giovanni Abagnale, Vincenzo Abbagnale (CN Stabia) 6.43.25, 3. Polonia Wojciech Gutorski, Jaroslaw Godek 6.45.34, 4. Croazia Vjekoslav Kolobaric, Ante Janjic 6.47.74
Terza batteria – i primi tre ai quarti di finale gli altri in finale E: 1. Serbia1 Veselin Savic, Diusan Bogicevic 6.37.95, 2. Serbia2 Nikola Stojic, Nenad Bedik 6.39.09, 3. Romania Ionel Strungaru, George Palamariu 6.40.94, 4. Sud Africa2 David Hunt, Lawrence Brittain 6.40.51
Quarta batteria – i primi tre ai quarti di finale gli altri in finale E: 1. Nuova Zelanda Eric Murray, Hamish Bond 6.33.60, 2. Olanda2 Nanne Sluis, Gerbren Spoelstra 6.44.03, 3. Ungheria Adrian Juhasz, Jr Bela Simon 6.46.29, 4. Repubblica Ceca Jan Lepier, Kornel Altman 6.48.25
Quinta batteria – i primi tre ai quarti di finale gli altri in finale E: 1. Germania Mastian Bechler, Anton Braun 6.36.79, 2. Sud Africa1 Shaun Keeling, Vincent Breet 6.37.78, 3. Gran Bretagna2 Oliver Cook, Philip Congdon 6.46.32, 4. Slovenia Ales Zupan, Janez Zupan 6.53.86
Sesta batteria – i primi tre ai quarti di finale gli altri in finale E: 1. Argentina Rodrigo Murillo, Martin Lasserre 6.40.69, 2. Grecia2 Apostolos Lampridis, Dionysios Angelopoulos 6.41.48, 3. Grecia1 Georgios Tziallas, Konstantinos Christomanos 6.44.97, 4. Olanda1 Rogier Blink Mitchel Steenman 6.48.03

SINGOLO PESI LEGGERI DONNE - Prima batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: è l’Austria a fare l’andatura sin dalle prime palate, ma Giulia Pollini non si lascia intimorire e transita seconda nella prima frazione seguita dalla Grecia. A metà gara l’ellenica supera l’austriaca e va a condurre tallonata da Austria e Italia al terzo posto. A 1500 metri l’Azzurra mantiene salda la posizione che le permetterà di accedere alla fase successiva senza dover fare i recuperi e sul finale la Grecia vince la gara seguita da Austria, seconda, e Italia terza. Italia in semifinale. 1. Grecia1 Aikaterini Nikolaidou 7.53.60, 2. Austria1 Stefanie Borzacchini 7.59.15, 3. Italia Giulia Pollini (CC Cernobbio) 8.00.77, 4. Australia Maia Simmonds 8.05.89, 5. Hong Kong Ka Man Lee 8.12.16
Seconda batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Nuova Zelanda Julia Edward 7.50.63, 2. Olanda2 Nienke Van Hoogenhuijze 7.53.25, 3. Germania2 Marie-Louise Draeger 8.01.43, 4. Grecia2 Amalia Tsiavou 8.04.14, 5. Giappone1 Kanako Ueda 8.05.46
Terza batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Olanda1 Marie-Anne Frenken 7.54.50, 2. Danimarca Christina Pultz 7.57.22, 4. Giappone2 Atsumi Fukumoto 8.01.49, 3. Sud Africa Kate Johnstone 7.57.99

DUE SENZA PESI LEGGERI UOMINI - Prima batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: Buona la partenza della barca italiana che ai primi 500 metri è prima seguita dall’Olanda e dalla Repubblica Ceca. A metà gara la barca azzurra sempre prima, ma in seconda posizione si è piazzata la barca ceca che ha superato l’Olanda a 750 metri dalla partenza. Una rincorsa per la Repubblica Ceca che la porta a superare l’Italia transitando al comando ai 1500 metri con gli azzurri secondi. Sul finale passano i primi due e la seconda piazza è per l’Italia, mentre l’Olanda si deve contentare della terza posizione. Italia in semifinale. 1. Repubblica Ceca Jiri Kopac, Jr Miroslav Vrastil 6.41.22, 2. Italia Guido Gravina (RCC Cerea), Alberto Di Seyssel (SC Armida) 6.42.82, 3. Olanda Tim Weerkamp, Ivo De Graaf 6.44.49, 4. Bulgaria Zlatko Karaivanov, Vassil Vitanov 6.45.93, 5. Turchia2 Engin Ozkan, Huseyin Kandemir 6.49.09, 6. Polonia1 Patryk Pszczolkowski, Bartosz Pszczolkowski 7.32.13
Seconda batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Gran Bretagna Jonathan Clegg, Sam Scrimgeour 6.41.73, 2. Francia Clement Duret, Theophile Onfroy 6.45.19, 3. Turchia1 Ahmet Yumrukaya, Cem Yilmaz 6.48.71, 4. Australia Darryn Purcell, Alister Foot 6.53.07, 5. Polonia2 Lukasz Makowski, Radoslaw Krymski 7.14.78
Terza batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi: 1. Svizzera Simon Niepmann, Lucas Tramer 6.44.42, 2. Grecia Georgios Konsolas, Nikolaos Afentoulis 6.46.04, 3. Austria2 Dominik Sigl, Markus Lemp 6.46.05, 4. Giappone Masato Kobayashi, Kiyotaka Ito 6.53.30, 5. Ungheria Peter Krpesics, Peter Vermes 7.06.74

 

Foto & Video

Prossime Regate

  • Partinico - 15-16/06/2019
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Meeting Nazionale
    RISULTATI GARE
    Equipaggi Regionali
    RISULTATI GARE
  • Genova - 15-16/06/2019
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Meeting Nazionale
    RISULTATI Domenica
    RISULTATI Sabato
    Equipaggi Regionali
    RISULTATI Domenica
  • POZNAN - 22-23/06/2019
    Rowing World Cup II
  • FIRENZE - 22/06/2019
    3^ prova Toscana sprint
  • TRIESTE - 22/06/2019
    6^ Regata Internazionale dell'Europa Unita
  • SENISE - 22/06/2019
    Regata Regionale Promozionale RECUPERO GARA ANNULLATA DEL 12/05
  • SABAUDIA - 22/06/2019
    TROFEO CONI - Fase Regionale
  • SAN BENEDETTO DEL TRONTO - 23/06/2019
    Coastal Rowing - XII Edizione Trofeo Challenger "Adriatic Cup" (FUORI PROGRAMMA) recupero gara annullata del 19/05
  • TRIESTE - 23/06/2019
    Regata Regionale Sprint
  • FIRENZE - 23/06/2019
    Regata regionale sprint Master (FUORI PROGRAMMA) ANNULLATA
  • CORGENO - 23/06/2019
    Regata Regionale Valida d'Aloja
  • SENISE - 23/06/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja
  • NAPOLI - 23/06/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja
  • SABAUDIA - 23/06/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja
  • TORINO - 24/06/2019
    Regata Regionale Promozionale di San Giovanni

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.