Aiguebelette: Caselli e De Paolis ai recuperi


AIGUEBELETTE, 19 giugno 2014 - Nel tardo pomeriggio si sono svolte ad Aiguebelette le batterie dei singoli AS maschile e femminile e l'Italia era in gara con Eleonora De Paolis (CC Napoli) e Fabrizio Caselli (SC Firenze). La prima a partire è stata la De Paolis che ha subìto, sin dalle prime palate, il ritmo della bielorussa Liudmila Vauchok, già argento paralimpico nel 2008 e bronzo a Londra 2012,  passata a metà gara con oltre sette secondi di vantaggio sulla brasiliana Claudia Santos, mentre l'azzurra accusava un ritardo di 16"06. Sul finale, ma passava solo la prima, vittoria solitaria dell'atleta bielorussa, mentre Eleonora De Paolis, risparmiandosi per i recuperi di domani, chiudeva in quinta posizione.

Nel singolo AS maschile (braccia e spalle) Fabrizio Caselli ha provato a contenere la forza del campione paralimpico 2008, il britannico Tom Aggar, ma dopo trecento metri il britannico era già nettamente avanti mentre Caselli ha continuato a mantenere alto il ritmo di colpi nonostante il "cliente" più ostico della sua batteria fosse già in vantaggio e volasse verso la finale. Sul finale Aggar chiudeva con 17 secondi e 83 centesimi di vantaggio sull'azzurro che domani dovrà sostenere il recupero.

Nella gara delle acque, assegnazione corsie, vittoria della Gran Bretagna (Grace Glough, Pamela Relph, James Fox, Oliver Hester, tim. Oliver James) sulla barca azzurra di Lucilla Aglioti (CC Aniene), Valentina Grassi (CC Roma), Tommaso Schettino (CC Aniene), Omar Airolo (C Gavirate) e Giuseppe Di Capua (CN Stabia) al timone, che non si è risparmiata ed ha chiuso dietro alla Gran Bretagna, autentica "bestia nera" di questa specialità, e davanti ai padroni di casa che hanno tastato il polso alla barca di Peppiniello Di Capua, già nella finale di sabato 21 giugno. Domani dalle 18.15 recuperi per i singoli AS femminile e maschile.


I RISULTATI 

QUATTRO CON LTA MISTO - assegnazione corsie: 
 1. Gran Bretagna (Grace Glough, Pamela Relph, James Fox, Oliver Hester, Oliver James)  3:31.12, 2. Italia (Lucilla Aglioti-CC Aniene, Valentina Grassi-CC Roma, Tommaso Schettino-CC Aniene, Omar Airolo-C Gavirate, Giuseppe Di Capua-CN Stabia) 3:39.14, 3. Francia (Anne-Laure Frappart, Celine Aubert, Fabien Saint-Lannes, Guillame Lemire, Lise Joubert) 3:40.26, 4. Ucraina (Maksym Zhuk, Iryna Yarynka, Olena Pukhaieva, Andrii Stelmakh, Volodymyr Kozlov) 3:54.28, 5. Polonia (Rafal Sitek, Robert Niesyczynski, Katarzyna Soczewka, Joanna Hantzschel, Marta Koczorowska) 4:29.21.

SINGOLO AS MASCHILE 
prima batteria – il primo in finale gli altri ai recuperi: 1. Russia (Alexey Chuvashev) 4:52.80, 2. Brasile (Luciano Luna De Oliveira) 5:11.97, 3. Olanda (Alexander Van Holk) 5:25.30, 4. Estonia (Tonis Vihmand) 5:32.75, 5. Polonia1 (Leszek Niewiarowski) 5:35.62, 6. Ungheria (Szabolcs Nemeth) 6:00.39. Seconda batteria – il primo in finale gli altri ai recuperi: 1. Gran Bretagna (Tom Aggar) 4:46.25, 2. Italia (Fabrizio Caselli-SC Firenze) 5:04.08, 3. Bielorussia (Dzmitry Ryshkevich) 5:06.51, 4. Germania (Johannes Schmidt) 5:27.66, 5. Irlanda (Thomas Kelly) 5:48.38, 6. Polonia2 (Jerzy Kulik) 5:49.51

SINGOLO AS FEMMINILE 
prima batteria – il primo in finale gli altri ai recuperi
: 1. Russia (Natalia Bolshakova) 5:32.60, 2. Gran Bretagna (Rachel Morris) 5:33.59, 3. Israele (Samuel Moran) 5:36.21, 4. Olanda (Adriana Quirijns) 6:27.36, 5. Polonia (Paulina Szmajda) 6:48.72, 6. Ungheria (Monika Lengyel) 6:51.93. Seconda batteria – il primo in finale gli altri ai recuperi:  1. Bielorussia (Liudmila Vauchok) 5:27.32, 2. Brasile (Claudia Santos) 5:39.98 3. Ucraina (Alla Lysenko) 5:40.74, 4. Svizzera (Ursula Schwaller) 5:48.58, 5. Italia (Eleonora De Paolis-CC Napoli)  6:10.77


LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.


 
  

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.