Belgrado: Risultati e resoconti di RECUPERI e SEMIFINALI


BELGRADO, 31 maggio 2014 -

OTTO SENIOR UOMINI
PRIMO RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: Niente da fare per l'Italia, fuori gioco dai posti utili per l'accesso in finale sin dalle prime battute. Successo per una sorprendente Russia che vince la regata davanti alla Gran Bretagna, qualificata anch'essa,  lasciandosi alle spalle Spagna e Ucraina. 1. Russia (Alexander Kulesh, Ivan Podshivalov, Georgij Efremenko, Ivan Balandin, Dmitry Kuznetsov, Artem Kosov, Nikita Morgachev, Anton Zarutskiy, Pavel Safonkin) 5.32.35, 2. Gran Bretagna (Philip Congdon, Oliver Cook, Scott Durant, Matthew Gotrel, Pete Reed, William Satch, Matthew Tarrant, James Foad, Phelan Hill) 5.34.71, 3. Spagna (Marco Sardelli Gil, Jaime Lara Pacheco, Manuel Moron Romero, Jon Carazo Tobar, Damian Alonso Alonso, Manuel Fernandez Lopez, Jaime Canalejo Pazos, Javier Garcia Ordonez,Tomas Jurado Diaz) 5.40.12, 4. Ucraina (Viktor Grebennykov, Volodymyr Pavlovskyi, Artem Moroz, Andriy Shpak, Valentyn Kletskoy, Andriy Pryveda, Sergiy Chykanov, Sergii Gryn, Oleksandr Konovaliuk) 5.42.68, 5. Italia (Filippo Mondelli-SC Moltrasio, Vincenzo Abbagnale-CN Stabia, Emanuele Liuzzi-Fiamme Oro, Fabio Infimo-RYCC Savoia, Alessandro Laino, Domenico Montrone, Sergio Canciani, Andrea Tranquilli-Fiamme Gialle, Enrico D’Aniello-timoniere-CN Stabia) 5.58.39
SECONDO RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B:1. Francia (Sebastien Lente, Benoit Brunet, Cedric Berrest, Matthieu Androdias, Germain Chardin Benjamin Lang, Julien Despres, Dorian Mortelette, Benjamin Manceau) 5.34.81, 2. Bielorussia (Dzimitry Furman, Vadzim Lialin, Yauhen Aliakhnovich, Mikalai Sharlap, Vasil Yemelyanovich, Ihar Pashevich, Dzianis Suravets, Uladzimir Vrubleuski, Piotr Piatrynich) 5.37,05, 3. Olanda (Sjoerd De Groot, Ruben Knab, Stefan Broenink, Jozef Klaassen, David Kuiper, Boudewijn 
Roell, Vincent Van der Want, Govert Viergever, Peter Wiersum) 5.37.73, 4. Repubblica Ceca (Miloslav Sagr, Jaroslav Kedaj, Jiri Srna, 
 Karel Behal, Jan Lepier, Jakub Litera, Jakub Paroulek, Kornel Altman, Radek Suma) 5.51.46

SINGOLO SENIOR UOMINI
PRIMA SEMIFINALE
– I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Repubblica Ceca (Ondrej Synek) 6.52.75, 2. Germania (Marcel Hacker) 6.53.72, 3. Bielorussia (Stanislau Shcharbachenia) 6.57.46, 4. Serbia (Vasic Milos) 7.03.19, 5. Bulgaria (Vasilev Kristian) 7.10.03, 6. Israele (Dani Fridman) 7.15.19
SECONDA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: grande cuore e grande gara per Francesco Cardaioli che ha provato fino alla fine a entrare tra i primi tre che potevano disputare la finale di domani, ma partendo troppo lento si è trovato, da subito, a dover inseguire. A fare il ritmo la Lituania, sempre in testa, mentre ad alternarsi tra la seconda e terza posizione Gran Bretagna e Belgio. Su finale l’azzurro si piazza quarto a 3"75 secondi dalla terza posizione, per lui la finale B. 1. Lituania (Griskonis Mindaugas) 6.55.10, 2. Gran Bretagna (Alan Campbell) 6.58.34, 3. Belgio (Hannes Obreno) 7.00.81, 4. Italia (Francesco Cardaioli-SC Padova) 7.04.56, 5. Finlandia (Ven Robert) 7.05. 28, 6. Croazia (Martin Sinkovic) 7.09.80

OTTO SENIOR DONNE
RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: nulla da fare per l’ottorosa che non riesce mai a entrare in gara e termina in quinta posizione, mentre a superare il turno sono gli equipaggi di Francia e Ucraina. 1. Francia (Pauline Bugnard, Lucie Ma Thieu, Alice Mayne, Eleonore Dubuis, Melanie Cornille, Helene Lefebvre, Noemie Kober, Marie Le Nepvou, Melanie Lelievre) 6.16.85, 2. Ucraina (Lesya Gerasymchuk, Viktoriya Koltunova, Natalia Kovalova, Anna Kravchenko, Nataliia Huba, Liubov Stashko, Ievgeniia Nimchenko, Daryna Verkhogliad, Ann Gaidukova) 6.17.38, 3. Russia (Anna Popova, Alevtina Savkina, Elizaveta Tikhanova, Anastasia Tikhanov A, Anastasia Karabelshchikova, Aleksandra Fedorova, Yulia Inozemtseva, Oxana Bashkatova, Ksenia Volkova) 6.19.68, 4. Bielorussia (Aliaksandra Yukhnovich, Yuliya Sidaruk, Iryna Hrytchanka, Hanna Sychova Alesia Liashkevich, Marharyta Krechka, Hanna Nakhayeva, Anastasiya Skrobut, Yaraslava Paulovich) 6.25.01, 5. Italia (Erika Faggin-Canottieri Gavirate, Sandra Celoni-GS Cavallini, Sara Barderi-SC Pontedera, Laura Basadonna-Sisport Fiat, Ilaria Broggini, Veronica Calabrese-Canottieri Gavirate, Elsa Carparelli-SC Monopoli 2005, Benedetta Bellio-SS Murcarolo, Franziska Goller-timoniere-VVF Billi) 6.32.93

QUATTRO SENZA PESI LEGGERI UOMINI
PRIMO RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: nella prima parte del percorso la barca italiana, in seconda posizione, rimane agganciata alla Spagna che è la più rapida al via. A metà gara gli spagnoli subiscono l’attacco della Germania che dal terzo posto passa a condurre, mentre gli azzurri si affiancano agli spagnoli. Nella seconda metà gara, Germania e Spagna aumentano il ritmo e gli Azzurri non riescono a reagire terminando in quarta posizione superati nel finale anche dalla Repubblica Ceca. Italia in finale B. 1. Germania (Jonathan Koch, Lars Wichert, Matthias Arnold, Julius Peschel) 6.01.03, 2. Spagna (Sergio Perez Moreno, Jesus Gonzales Alvarez, Marc Franquet Montfort, Patricio Rojas Aznar) 6.02.43, 3. Repubblica Ceca (Michael Humpolec, Jan Hajek, Karel Zadak, Milan Viktora) 6.07.01, 4. Italia (Livio La Padula, Armando Dell’Aquila, Martino Goretti-Fiamme Oro, Elia Luini-CC Aniene) 6.07.36, Olanda non partita
SECONDO RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Francia (Augustin Mouterde, Thomas Baroukh, Franck Solforosi, Guillaume Raineau) 6.03.11, 2. Polonia (Patryk Pszczolkowski, Dawid Kaminski, Adam Sobczak, Bartosz Pszczolkowski) 6.06.29, 3. Austria (Dominik Sigl, Joschka Hellmeier, Florian Berg, Markus Lemp) 6.08.34, 4. Russia (Alexander Chaukin, Mikhail Belikov, Anton Kuranov, Aleksey Vikulin) 6.10.29, 5. Ucraina (Serhii Sychov, Iegor Zamana, Oleksandr Serdiuk, Valerii Chykyrynda) 6.20.44

DOPPIO SENIOR DONNE
RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: il doppio azzurro dopo la partenza transita in quinta posizione al primo rilevamento cronometrico dopodiché aumenta il ritmo e passa al quarto posto a metà gara mentre davanti Olanda e Russia si staccano progressivamente dal gruppo. Sul traguardo vince la barca olandese, mentre anche la Russia passa il turno respingendo il tardivo tentativo di rientro delle ceche. L’Italia si piazza quarta e va in finale B. 1. Olanda (Nicole Beukers, Inge Janssen) 6.54.59, 2. Russia (Maria Krasilnikova, Ekaterina Potapova) 6.57.25, 3. Repubblica Ceca (Denisa Cvancarova, Lenka Antosova) 6.58.72, 4. Italia (Veronica Paccagnella-SC Elpis, Sara Magnaghi-SC Moltrasio) 7.00.87, 5. Austria (Lisa Farthofer, Birgit Puehringer) 6.54.59, 6. Irlanda (Minika Dukarska, Elmear Moran) 7.19.82

QUATTRO DI COPPIA SENIOR UOMINI
PRIMO RECUPERO
– I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Russia (Viacheslav Mikhaylevskiy, Vladislav Ryabcev, Denis Kleshnev, Sergey Fedorovtsev) 5.47.71, 2. Polonia (Piotr Licznerski, Natan Wegrzycki-Szymczyk, Dariusz Radosz, Wiktor Chabel) 5.49.50, 3. Svizzera (Damien Tollardo, Augustin Maillefer, Nico Stahlberg, Barnabe Delarze) 5.51.62, 4. Francia (Mickael Marteau, Jean-Baptiste Macquet, Hugo Boucheron, Alberic Cormerais) 5.52.04, 5. Olanda (Meindert Klem, Derk Noordhuis, Peter Van Schie, Harold Langen) 5.59.67
SECONDO RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: Gran Bretagna e Estonia, decise ad accedere alla finale, si staccano più velocemente delle altre dai blocchi di partenza e impongono il loro ritmo alle inseguitrici con l’Italia che transita quarta per metà gara. Sul finale la barca azzurra non riesce a invertire il ritmo portando l’attacco alle battistrada e termina quinta nel recupero, mentre in finale vanno inglesi e estoni. Italia in finale B fiaccata anche dai malanni di inizio Europeo. 1. Gran Bretagna (Graeme Thomas, Sam Townsend, Charles Cousins, Peter Lambert) 5.45.72, 2. Estonia (Kaur Kuslap, Allar Raja, Sten-Erik Anderson, Kaspar Taimsoo) 5.46.38, 3. Lituania (Andrius Lapatiukas, Vytautas Lapatiukas, Dominykas Jancionis, Aurimas Adomavicius) 5.46.41, 4. Repubblica Ceca (Martin Basl, Jakub Houska, Petr Buzrla, David Jirka) 5.50.91, 5. Italia (Gabriele Cagna, Luca Agamennoni, Matteo Stefanini, Simone Raineri-Fiamme Gialle) 5.54.66

QUATTRO DI COPPIA SENIOR DONNE
RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: posizioni rimaste invariate sin dalla partenza con Olanda e Ucraina saldamente sin prima e seconda posizione marcate strette dalla barca azzurra, terza. Negli ultimi trecento metri l’Italia prova ad attaccare le due posizioni valide per l’accesso in finale, ma non riesce a operare il sorpasso e termina in terza posizione. L’Italia in finale B: 1. Olanda (Olivia Van Rooijen, Claudia Belderbos, Carline Bouw, Elisabeth Hogerwerf) 6.26.17, 2. Ucraina (Anna Kontseva, Diana Dymchenko, Olena Buryak Svitlana, Novichenko) 6.26.25, 3. Italia (Sara Bertolasi-SC Lario, Alessandra Patelli-SC Padova, Laura Schiavone-CC Irno, Gaia Palma-Sisport Fiat) 6.29.49, 4. Russia (Ekaterina Kurochkina, Natalia Bodnuk, Julia Kalinovskaya, Iuliia Volgina) 6.32.09, 5. Danimarca (Rannva Olsen, Anne Andersen, Christina Johansen. Hedvig Rasmussen) 6.39.38

QUATTRO SENZA SENIOR UOMINI
PRIMA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: la Gran Bretagna ha prima fatto il ritmo di gara e poi ha vinto agevolmente la finale, mentre per le altre due posizioni la battaglia è stata tra Italia, Germania e Spagna anche se la formazione azzurra è stata sempre seconda. Sul finale duello tra Italia e Germania per la seconda e terza posizione e per tenere fuori dalla finale la Spagna, quarta. 1. Gran Bretagna (Alex Gregory, Mohamed Sbihi, George Nash, Andrew Triggs Hodge) 5.54.20, 2. Italia (Cesare Gabbia-SC Elpis, Paolo Perino-Fiamme Gialle, Giovanni Abagnale-CN Stabia, Giuseppe Vicino-Fiamme Gialle) 5.57.33, 3. Germania (Toni Seifert, Kristof Wilke, Maximilian Munski, Bjoern Birkner) 5.57.59, 4. Spagna (Noe Guzman Del Castillo, Ismael Montes Caamano, Marcelino Garcia Cortes, Antonio Guzmandelcastillo) 6.04.34, 5. Croazia (Mario Vekic, Vjekoslav Kolobaric, David Sain, Ante Janjic) 6.04.80, 6. Francia (Benoit Demey, Matthieu Moinaux, Julien Montet, Edouard Jonville) 6.10.64
SECONDA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Grecia (Dionysios Angelopoulos, Ioannis Tsilis, Georgios Tziallas, Apostolos Lampridis) 5.55.29, 2. Olanda (Boaz Meylink, Olivier Siegelaar, Mechiel Versluis, Robert Luecken) 5.56.61, 3. Russia (Alexander Kornilov, Dmitrii Golovin, Rostislav Drozhzhachikh, Daniil Andrienko) 5.57.68, 4. Romania (Vlad-Dragos Aicoboae, Toader-Andrei Gontaru, Marius-Vasile Cozmiuc, Adrian Damii) 5.458.37, 5. Repubblica Ceca (Jan Pilc, Milan Dolecek Jr, Jakub Podrazil, Matyas Klang) 6.05.80, 6. Serbia (Martin Mackovic, Goran Jagar, Viktor Pivac, Jovan Popovic) 6.09.22

DOPPIO PESI LEGGERI DONNE
PRIMA SEMIFINALE
– I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Germania (Anja Noske, Lena Mueller) 7.00.37, 2. Gran Bretagna (Imogen Walsh, Katherine Copeland) 7.01.69, 3. Polonia (Joanna Dorociak, Weronika Deresz) 7.05.38, 4. Repubblica Ceca (Marketa Pazderkova, Daniela Nachazelova) 7.12.09, 5. Bielorussia (Alena Kryvasheyenka, Irina Liaskova) 7.12.52, 6. Svizzera (Patricia Merz, Frederique Rol) 7.13.49
SECONDA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: Ancora una volta le azzurre partono all’inseguimento rimanendo quarte fino a metà percorso, mentre a fare l’andatura ci pensa la Svezia seguita dall’Olanda. A 1500 metri le due campionesse, puntuali, si piazzano in seconda posizione attaccando la barca svedese che tenta di reagire cercando di contenere l’attacco di Laura e Elisabetta. Ma pur reagendo le due nordiche non riescono a contenere l’Italia che vince la semifinale e va in finale. 1. Italia (Laura Milani, Elisabetta Sancassani-Fiamme Gialle) 7.03.59, 2. Svezia (Cecilia Lilja, Emma Fredh) 7.04.01, 3. Olanda (Elisabeth Woerner, Maaike Head) 7.06.07, 4. Romania (Ionela-Livia Lehaci, Andreea Asoltanei) 7.07.40, 5. Danimarca (Aja Runge, Christina Pultz) 7.19.53, 6. Russia (Diana Stepochkina, Olga Arkadova) 7.19.63

DOPPIO PESI LEGGERI UOMINI
PRIMA SEMIFINALE
– I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Norvegia (Kristoffer Brun, Are Strandli) 6.20.38, 2. Germania (Konstantin Steinhuebel, Lars Hartig) 6.21.23, 3. Olanda (Tycho Muda, Vincent Muda) 6.22.96, 4. Grecia (Eleftherios Konsolas, Spyridon Giannaros) 6.26.43, 5. Gran Bretagna (William Fletcher, Jamie Kirkwood) 6.27.31, 6. Austria (Paul Sieber, Bernhard Sieber) 6.36.39
SECONDA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: partenza non molto agguerrita dei due azzurri, passaggio in quarta posizione ai primi 500 metri mentre la Francia fa l’andatura. A metà gara sono terzi e fino 1500 rimangono in questa posizione alle spalle della Svizzera. Sul finale provano a rinforzare e superano la barca elvetica quanto basta per mettere al sicuro la qualificazione.
1. Francia (Stany Delayre, Jeremie Azou) 6.17.77, 2. Italia (Andrea Micheletti-Canottieri Gavirate, Pietro Ruta-Marina Militare) 6.19.22, 3. Svizzera (Simon Schuerch, Mario Gyr) 6.20.15, 4. Polonia (Artur Mikolajczewski, Milosz Jankowski) 6.22.91, 5. Repubblica Ceca (Jan Vetesnik, Ondrej Vetesnik) 6.33.05, 6. Ungheria (Peter Galambos, Gabor Csepregi) 6.34.45

DUE SENZA SENIOR UOMINI
PRIMA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Germania (Bastian Bechler, Anton Braun) 6.29.71, 2. Serbia (Nenad Bedik, Dusan Bogicevic) 6.30.72, 3. Spagna (Alexander Sigurbjonssonbenet, Pau Vela Maggi) 6.35.78, 4. Grecia (Konstantinos Christomanos, Ioannis Christou) 6.41.92, 5. Slovenia (Ales Zupan, Janez Zupan) 6.43.68, 6. Repubblica Ceca (Jakub Koloc, Petr Melichar) 6.46.55
SECONDA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: Per 1500 metri la lotta per le tre posizioni valide per l’accesso in finale è stato appannaggio di Francia, Olanda e Italia con la barca inglese in quarta posizione. Nell’ultima parte della regata il ritmo aumenta e la Francia viene risucchiata dalla Gran Bretagna mentre l’Italia attacca la barca olandese fin sul finale piazzandosi seconda. Italia in finale. 1. Olanda (Rogier Blink, Mitchel Steenman) 6.28.58, 2. Italia (Marco Di Costanzo-Fiamme Oro, Matteo Castaldo-RYCC Savoia) 6.29.52, 3. Gran Bretagna (Alan Sinclair, Nathaniel Reilly-O'donnell) 6.30.46, 4. Francia (Valentin Onfroy, Laurent Cadot) 6.30.58, 5. Russia (Roman Lomachev, Yuriy PshenichnikOV) 6.38.42, 6. Polonia (Konrad Wojewodzic, Mateusz Wilangowski) 6.42.16

DUE SENZA SENIOR DONNE
PRIMO RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: per metà gara le due ragazze azzurre sono rimaste in terza posizione, una sola dietro alle due valide per l’accesso in finale. Ma, probabilmente, la complicità del freddo e l’aumento del ritmo dei due battistrada non gli ha permesso di aumentare il ritmo di gara e a 1500 metri sono transitate al quarto posto dopo aver subito l’attacco della Serbia. Sul finale erano troppo distanti Olanda e Croazia per provare qualsiasi tipo di serrate. 1. Olanda (Aletta Jorritsma, Heleen Boers) 7.15.71, 2. Croazia (Sonja Keserac, Maja Anic) 7.18.31, 3. Serbia (Ivana Filipovic, Iva Obradovic) 7.23.25, 4. Italia (Beatrice Arcangiolini-SC Firenze, Gaia Marzari-SC Lario) 7.28.04, 5. Russia (Yana Tolstokorova, Liana Gorgodze) 7.37.76
SECONDO RECUPERO – I PRIMI DUE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Irlanda (Leonora Kennedy, Lisa Dilleen) 7.20.36, 2. Germania (Sara Davids, Miriam Davids) 7.22.89, 3. Repubblica Ceca (Martina Stillerova, Katerina Kopecka) 7.24.99, 4. Francia (Justine Lecomte, Anne Jouy) 7.36.63

SINGOLO PESI LEGGERI DONNE
PRIMA SEMIFINALE
– I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Grecia (Aikaterini Nikolaidou) 7.38.77, 2. Olanda (Marie-Anne Frenken) 7.41.63, 3. Ungheria (Dorottya Bene) 7.43.18, 4. Cipro (Anna Ioannou) 7.46.53, 5. Repubblica Ceca (Marketa Pazderkova) 7.54.98, 6. Russia (Natalia Varfolomeeva) 8.04.90
SECONDA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: Ci ha provato per tutti duemila metri, Giulia Pollini, e lo ha fatto con caparbietà e con la voglia di essere tra le protagoniste, ma alla fine per soli 38 centesimi è rimasta fuori dalla finale di domani. Probabilmente una partenza troppo lenta non le ha permesso di ricuperare il distacco iniziale e, nonostante il serrate finale, non è riuscita a risalire dalla quinta posizione. Italia in finale B. 1. Gran Bretagna (Charlotte Taylor) 7.41.66, 2. Belgio (Eveline Peleman) 7.43.04, 3. Germania (Leonie Pless) 7.44.64, 4. Danimarca (Helene Olsen) 7.44.74, 5. Italia (Giulia Pollini-CC Cernobbio) 7.45.02, 6. Svizzera (Adeline Seydoux) 8.08.01

SINGOLO PESI LEGGERI UOMINI
PRIMA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: gara molto tranquilla, quella di Marcello Miani, che è entrato in finale senza difficoltà arrivando alle spalle del tedesco Lawitzke. Terzo alla prima frazione, secondo a metà gara e primo a 1500 metri, Miani è riuscito a interpretare nel miglior modo possibile questo europeo e si presenta nella finale di domani con tutte le carte in regola per fare bene. 1. Germania (Daniel Lawitzke) 6.59.76, 2. Italia (Marcello Miani-Forestale) 7.00.00, 3. Gran Bretagna (Freeman-Pask Adam) 7.01.60, 4. Grecia (Panagiotis Magdanis) 7.02.93, 5. Ungheria (Daniel Matyasovszki) 7.04.87, 6. Serbia (Milos Stanojevic) 7.19.20
SECONDA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Portogallo (Pedro Fraga) 6.54.79, 2. Svizzera (Schmid Michae) 6.57.93, 3. Danimarca (Andrej Bendtsen) 6.59.39, 4. Bulgaria (Nedelcho Vasilev) 6.59.92, 5. Slovenia (Rajko Hrvat) 7.09.32, 6. Turchia (Enes Kusku) 7.16.53.

DUE SENZA PESI LEGGERI UOMINI
PRIMA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: 1. Olanda (Tim Weerkamp, Ivo De Graaf) 6.35.00, 2. Gran Bretagna (Jonathan Clegg, Sam Scrimgeour) 6.35.56, 3. Germania (Torben Neumann, Can Temel) 6.38.83, 4. Grecia (Georgios Konsolas, Nikolaos Afentoulis) 6.41.85, 5. Austria (Alexander Chernikov, Matthias Taborsky) 6.45.86, 6. Ungheria (Peter Vermes, Peter Lorinczy) 6.49.58
SECONDA SEMIFINALE – I PRIMI TRE IN FINALE GLI ALTRI IN FINALE B: gara dura e incerta fino al traguardo che ha visto protagonisti Svizzera, Francia, Italia, Repubblica Ceca e Turchia in una bagarre infernale che solo il traguardo è riuscito a dirimere. La barca azzurra, attardata in partenza, transita quinta alla prima frazione, quarta a metà gara e ancora quarta a 1500 metri mentre l’andatura è dettata dalla Svizzera, che vince la semifinale. Francia e Italia vengono attaccate dalla Repubblica Ceca e dalla Turchia fino alla fine e, per soli 14 centesimi sui cechi e per 22 sui turchi, la barca azzurra ha la meglio. Italia in finale. 1. Svizzera (Simon Niepmann, Lucas Tramer) 6.33.05, 2. Francia (Clement Duret, Theophile Onfroy) 6.34.66, 3. Italia (Stefano Oppo-SC Firenze, Paolo Di Girolamo-Fiamme Gialle) 6.35.28, 4. Repubblica Ceca (Jiri Kopac, Miroslav Vrastil Jr) 6.35.42, 5. Turchia (Cem Yilmaz, Ahmet Yumrukaya) 6.35.50, 6. Portogallo (Paulo Fernandes Da Veiga, Nuno Goncalvescoelho) 6.47.69

 
  

Prossime Regate

  • CORGENO - 19-20/09/2020
    Meeting Nazionale Allievi e Cadetti
    PROGRAMMA Sabato
    PROGRAMMA Domenica
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
  • SABAUDIA - 19-20/09/2020
    Meeting Nazionale Allievi e Cadetti
    PROGRAMMA FINALI Sabato
    PROGRAMMA FINALI Domenica
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.