Hazewinkel: risultati e resoconti FINALI


HAZEWINKEL, 25 maggio 2014 -   

FINALI A

OTTO UOMINI: sei barche che fino a 500 metri dall’arrivo erano più o meno tutte sulle stessa linea con la Francia con una punta avanti alla Russia e alla Romania che hanno iniziato ad attaccare come pure l’Italia che, dalla sesta posizione, ma agganciata alle prime tre posizioni insieme alla quinta e alla quarta, ha iniziato a spingere e sul finale per pochi secondi è rimasta fuori dal podio che ha visto la vittoria della Francia sulla Russia, seconda e Romania terza. Italia sesta. 1. Francia (Axel Leory, Matthieu Demange, Nicolas Gilbert, Guillaume Turlan, Thibaud Turlan, Louis Droissart, Robinson Doumic, Hadrien Gode, Marc Thorienau) 05.48.28, 2. Russia (Dmitrii Avdonin, Fedor Kuzmichev, Daniil Zhdanov, Grigorii Krylov, Anton sema, Nikita Melnikov, Savva Krotov, Maksim Mesiatc, Evgenii Terekhov) 05.49.02, 3. Romania (Claudiu Dulgheru, Ionut Brinza, Valentin Porcos, Constantin Radu, Mihai Ianos, Cosmin Pascari, Robert Crosan, Pave Curuzan.Corneli, Adrian Munteanu) 05.49.70, 4. Olanda (Jaap de Jong, Jeroen Oortwijn, Maarten Hurkmans, Bram Schwarz, Lex van den Herik, Koen van den Herik, Roel van Broekhuizen, Max Ponsen, Just Ponsen) 05.49.95, 5. Austria (Nicholas Schilcher, Bruno Bachmair, Liam Anstiss, Maximilian Kohlmayr, Bernhard Vago, Rudolph Querlfed, Gabriel Hohensasser, Daniel Ofner, Fabian Grunert) 05.52.50, 6. Italia (Giovanni Ficarra-CC Peloro, Nicolò Corsa-SC Sanremo, Alessio Vagnelli-RYCC Savoia, Raffaele Giulivo, Andrea Benetti-Marina Militare, Lapo Londi-SC Limite, Simone Morellato, Fabio Possamai-Fiamme Gialle, Niccolò Mancusi Lotti-timoniere- SC Firenze) 05.53.88.

OTTO DONNE: solo la Romania era nettamente superiore e ha vinto chiaramente l’Europeo, mentre Russia e Bielorussia hanno lottato fino alla fine con la barca azzurra, giunta subito dietro l’otto bielorusso. Italia quarta. 1. Romania (Paola Logofatu, Diana Mihai, Anca Filip, Simona Napa, Beratrice Perfenie, Georgiana Vasile, Madalina Petreanu, Iuliana Crefelian, Georgiana Palasca) 06.21.30, 2. Russia (Aleksandra Tsypkina, Kira Frolova, Iulia Solomentseva, Evgenia Ryskova, Ekaterina Sevestianova, Maria Aripova, Kira Yuvchenko, Elizaveta Kormienko, Anastasia Bazhenova) 06.27.24, 3. Bielorussia (Yana Lankovich, Aliaksandra Markevich, Yana Tsupa, Maryia Apanovich, Aliaksandra Tsekhanovich, Kseniya Ramanouskaya, Nastasiya Siamionava Krystsina Hancharova, Katsiaryna Lukashova) 06.27.67, 4. Italia (Arianna Noseda-SC Lario, Maria Chiara Altomare, Lavinia Martini, Giovanna Schettino-CC Aniene, Sara Monte-CC Pro Monopoli, Elisa Mondelli, Ludovica Braglia-SC Moltrasio, Giada Bettio, Camilla Mariani-timoniere-SC Lario) 06.32.87.

QUATTRO DI COPPIA UOMINI: durissima finale fino alla fine in un duello all’ultimo centesimo con la Romania che per pochi centesimi, al fotofinish, si piega all’Italia che vince uno straordinario oro voluto dai quattro ragazzi che non hanno mai mollato. Un risultato che si sperava, ma la Romania era la barca da battere e alla fine la barca azzurra ha avuto la meglio. Italia oro 1. Italia (Mirko Cardella-SC Telimar, Giorgio Casaccia Gibelli-SC Elpis, Giacomo Gentili-SC Bissolati, Emanuele Fiume-CC Pro Monopoli) 06.00.44, 2. Romania (Alexandru Birsan, Alexandru Chioseaua, Constantin Adam, Adrian IIie) 06.00.54, 3. Slovenia (Ales Jales, Kristjan Markovic, Nik Krebs, Vid Pugelj) 06.01.42,  4. Belgio (Ward Lauwers, Augustin Wambersie, Ruben Clayes, Niels Van Zandweghe) 06.03.33, 5. Bielorussia (Aliaksei Zhydovich, Siarhei Korel, Yahor Maziarkin, Andreai Yacubovich) 06.04.83, 6. Russia (Artur Khoshafyan, Nikita Karpov, Ilia Ivanov, Ivan Kotkovets) 06.08.37.

QUATTRO DI COPPIA DONNE: Romania imbattibile nel quadruplo che ha vinto con oltre una barca luce seguita sul podio dall’Italia che le è rimasta sempre agganciata. Terzo posto per l’Olanda che, seppur attaccando la barca azzurra, non è riuscita a fiaccare la determinazione delle quattro ragazze di Casula e Romagnoli. Italia argento. 1. Romania (Ancuta Bodnar, Roxana Parascanu, Ana Grapinou, Iuliana Popa) 06.34.01, 2. Italia (Claudia Destefani-Fiamme Gialle, Valentina Iseppi-SC G. D’Annunzio, Elena Waiglein-CC Saturnia, Arianna Mazzoni-SC Viareggio) 06.39.77, 3. Olanda (Fanny Bon, Bente Paulis, Mieke Wilms, Miriam Visser) 06.42.24, 4. Svizzera (Louisa Geuke, Flurina Christen, Serafina Merloni, Debora Hofer) 06.46.42, 5. Repubblica Ceca (Zuzana Valsova, Pavlina Zapletalova, Terezie Matusikova, Anna Zabova) 06.48.15, 6. Ucraina (Diana Romaniuk, Kateryna Dudchenko, Alina Nesterenko, Anastasia Horodilova) 06.51.11.

QUATTRO SENZA UOMINI: altra regata che si è dipanata sul finale con la Romania regina incontrastata della specialità mentre per il secondo posto la barca azzurra, attaccando la Romania, è riuscita ad avere la meglio sulla Croazia in un finale al cardiopalmo. Italia argento. 1. Romania (Razvan Pascalau, Sergiu Banjan, Mihaita liliut, Cosmin Macovel) 06.07.86, 2. Italia (Dario Favilli, Leonardo Pietra Caprina, Neri Muccini-SC Firenze, Andrea De Majo-CN Posillipo) 06.11.15, 3. Croazia (Filip Pedic, Josip Banovic, Bernard Samardzic, Toni Cavka) 06.13.34, 4. Repubblica Ceca (Ivan Machac, Petr Veselka, Ian Potucek, Vojtech Skalak) 06.18.23, 5. Svizzera (Ludovic Cornu, Alexsandre von Allmen, Nicolas Kamber, Vincenzo de Luca) 06.18.55, 6. Polonia (Rzuchowski Szymon, Kranc Krzysztof, Kaminski Kamil, Szczepanski Piotr) 06.25.26.

DOPPIO UOMINI: anche questa gara si è risolta nella seconda parte del percorso quando la Germania ha deciso di andare a vincere con Italia, Lituania e Polonia ad inseguire per tentare di soffiarle la soddisfazione dell’oro. A 500 metri la barca azzurra era terza e poi negli ultimi 200 metri è stata protagonista di un serrate che ha risucchiato la barca lituana e si è portata a ridosso della Germania che ha vinto l’oro davanti all’Italia, mentre per il bronzo si registrava un ex-aequo tra Lituania e Polonia. Italia argento. 1. Germania (Philipp André Syring, Max Appel) 06.23.23, 2. Italia (Pietro Cattane-SC Tritium, Lorenzo Fontana-SC Menaggio) 06.24.83, 3. Lituania (Dovydas Nemeravicius, Armandas Kelmelis) 06.27.22, 3. Polonia (Mateusz Swietek, Damian Rewers) 06.27.22, 5. Francia (Maxime Ducret, Thomas Cousin) 06.33.59, 6. Ungheria (Maté Bacskai, Kristof Acs) 06.42.70.

DOPPIO DONNE: in partenza è la Germania a staccarsi per prima dai blocchi seguita dalla Romania e dalle altre tra cui l’Italia che rimane insieme alle battistrada fino a 750 metri dall’arrivo. Nell’ultima parte la Romania allunga il passo per contenere il ritorno della barca tedesca mentre la barca italiana non riesce a rimanere agganciata alle prime posizioni e viene risucchiata al quinto posto superata sul finale dalla Lituania che stava tentando di raggiungere l’Olanda terza. 1. Romania (Elena Logofatu, Nicoleta Pascanu) 07.12.81, 2. Germania (Annemieke Schanze, Frieda Hämmerling) 07.13.71, 3. Olanda (Laila Youssifou, Marieke Keijser) 07.16.65, 4. Lituania (Viktorija Senkute, Indre Kvartunaite) 07.26.24, 5. Italia (Paola Piazzolla-LNI Barletta, Federica Cesarini-Canottieri Gavirate) 07.28.56, 6. Russia (Olga Nesterenko, Elena Mikhailova) 07.39.13.

DUE SENZA UOMINI: La Romania ha vinto ma è stata sempre davanti e ha fatto il ritmo che le altre barche hanno subito e con loro la barca azzurra che non è riuscita a ricuperare, nell’ultima parte, il gap che aveva accumulato a metà percorso. Sul finale la Romania aumenta il ritmo pungolata dalla Repubblica Ceca che le insidiava la prima posizione. Terzo posto per la Germania e quarta sul finale l’Italia. 1. Romania (Robert Dedu, Ciprian Tudosa) 06.41.17, 2. Repubblica Ceca (Miroslav Jech, Lukas Helesic) 06.42.15, 3. Germania (Jacob Matthias Schulte, Laurits Follert Bockholt) 06.45.44, 4. Italia (Andrea Maestrale-CN Posillipo, Ivan Capuano-RYCC Savoia) 06.49.98, 5. Svizzera (Alois Merkt, Joshua Meyer) 06.51.28, 6. Austria (Christoph Seifriedsberger, Ferdinand Querfeld) 06.55.37

QUATTRO SENZA DONNE: finale al fulmicotone anche nel quattro senza femminile con Francia a Italia a piombare sul traguardo al fotofinish e solo il suo consulto ha decretato la vittoria dell’Italia sulla barca delle transalpine per un soffio. Sul podio al terzo posto la Bielorussia. Italia oro. 1. Italia (Beatrice Millo, Sarah Caverni-SC Limite, Chiara Gilli-Sisport Fiat, Andrea Olga Jorio Fili-SC Armida) 07.04.00, 2. Francia (Alice Renaud, Clémentine Collet, Diane Albrecht, Sophia Corneille) 07.04.01, 3. Bielorussia (Dzina Haluts , Tatsiana Masalskaya, Sviatlana Nikalaenka, Tatsiana Lyskina) 07.08.26, 4. Russia (Elizaveta Krylova, Marina Kostenko, Anna Aksenova, Valentina Plaksina) 07.11.83, 5. Polonia (Adrianna Dziamara, Wioleta Zmelty, Joanna Sliwinska, Agnieszka) 07.22.08.

QUATTRO CON: gara durissima per la barca azzurra che è stata attaccata dalla retrovia da Serbia e Russia mentre l’Ucraina in testa ha mantenuto saldamente la posizione. Sul finale la bagarre infernale premia l’Italia che si attesta al secondo posto mentre la Russia sul finale viene superata dalla barca serba. Italia argento. 1. Ucraina (Andrii Chumak, Valentyn Kovtun, Artem Derkach, Oleh Kravchenko, Oleksandr Konovaliuk) 06.20.88, 2. Italia (Riccardo Mager-SC Sanremo, Riccardo Peretti-SC Lago d’Orta, Simone Tettamanti, Alessandro Piffaretti-SC Moltrasio, Francesco Tassia-timoniere-Ilva Bagnoli) 06.24.64, 3. Serbia (Nikola Cvijetic, Dusan Slavnic, Milos Milicevic, Nemanja Lecic, Mateja Josic) 06.25.94, 4. Russia (Maksim Grigorenko, Dmitrii Zenov, Vadim Semeniuta, Ilia Sumynin, Evgenii Terekhov) 06.26.27

DUE SENZA DONNE: agguerrite fino alla fine, temerarie più che mai, sono queste le ragazze azzurre che hanno aperto le finali di questo pomeriggio vincendo l’argento dietro solo alla Romania che ha dominato la gara. Lotta, infatti, tra Italia e Germania per la seconda posizione, con le tedesche a lottare per fiaccare la forza azzurra che ha invece retto e sul finale ha anche aumentato il distacco dalla barca tedesca. Italia Argento. 1. Romania (Cristina Popescu, Denisa Tilvescu) 07.30.39, 2. Italia (Chiara Cianelli-SC Arno, Allegra Francalacci-GS Cavallini) 07.36.82, 3. Germania (Charlotte Zeiz, Anna Calina Schanze) 07.37.64, 4. Polonia (Karolina Smyrak, Katarzyna Pilch) 07.41.19, 5. Ucraina (Alina Romanova, Anastasiia Nebozhenko) 07.46.50, 6. Bielorussia (Anastasiya Ivanova, Yauheniya Kryvanos) 07.58.79.

FINALI B

SINGOLO DONNE: che grinta Bianca Laura! È rimasta attaccata alle battistrada per quasi tutto il percorso e sul finale ha lottato per superare il Belgio che, per pochi centesimi, le ha sfilato il nono posto. Italia decima sul filo di lana con la nona e l’ottava posizione. Un risultato che permette a questa ragazza di continuare ad allenarsi ad alto livello in vista del mondiale di Amburgo. 1. Serbia (Ljiljana Josic) 08.18.02, 2. Ungheria (Kitti Horvath) 08.19.81, 3. Belgio (Rachel Willaumez) 08.21.31, 4. Italia (Bianca Laura Pelloni-GS Speranza Pra’) 08.21.41, 5. Estonia (Erli Matt) 08.27.94, 6. Austria (Helene Schönthaler) 08.29.81

SINGOLO UOMINI: grande determinazione per Riccardo Jansen che si è staccato per primo ai blocchi di partenza ed ha fatto il ritmo fino al traguardo anche se, proprio sull'arrivo, lo sloveno gli ha soffiato la settima posizione, la prima in finale B, poiché l'azzurro, provato dalla gara che aveva sostenuto, non è riuscito a reagire. Un mondiale superlativo per questo ragazzo che è alla sua primissima esperienza internazionale. Italia ottava. 1. Slovenia (Ziga Zaric) 07.32.06, 2. Italia (Riccardo Jansen-Ministero Affari Esteri) 07.32.28, 3. Turchia (Yasin Goler) 07.38.01, 4. Estonia (Daniel Liik) 07.38.45, 5. Lettonia (Martins Polis) 07.48.23, 6. Ucraina (Denys Kryvulia) 07.50.68.
 
  

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.