Il vortice degli handicap caratterizza la seconda giornata di finali
 della TRio


PIEDILUCO, 10 maggio 2014 - È singolare assistere alla strenua lotta tra equipaggi specialmente nell’ultima parte del percorso e poi, al termine della gara, vedere sul gradino più alto del podio equipaggi che, invece, sono arrivati a ridosso dei primi. Questo è quanto può succedere nella seconda giornata riservata alle finali della TRio e, in special modo, quando gli equipaggi gareggiano con l’handicap. Alla regata partecipano equipaggi di specialità e categoria diverse e all’equipaggio che si presume sia naturalmente più veloce viene applicata la maggiorazione di una manciata di secondi che, se non vengono recuperati durante il percorso, comportano una retrocessione nell’ordine di arrivo finale. Un preambolo con cui abbiamo tentato di spiegare i risultati della seconda giornata ottenuti dagli equipaggi assemblati dalla direzione tecnica.

Ma andiamo per ordine, iniziando a parlare dell’unica gara a handicap femminile riservata agli otto e quattro di coppia senior e quattro di coppia pesi leggeri. A tagliare il traguardo per primo è stato l’ottorosa misto di Elisa Mapelli (SC Tritium), Sandra Celoni (GS Cavallini), Sara Barderi (SC Pontedera), Silvia Terrazzi (SC Arno), Ilaria Broggini, Veronica Calabrese (C Gavirate), Elsa Carparelli (Monopoli 2005), Benedetta Bellio (SS Murcarolo) e Camilla Mariani (C Gavirate) al timone, ma siccome questa specialità aveva un handicap di 28”, non del tutto recuperati, si è vista retrocedere in settima posizione, mentre la gara è stata vinta dal quattro di coppia senior di Alessandra Patelli (SC Padova), Sara Bertolasi (SC Lari), Laura Schiavone (SC Irno), Gaia Palma (Sisport Fiat) seguito sul secondo gradino del podio dal quattro di coppia pesi leggeri formato da Federica Pala (Lavoratori Terni), Elena Coletti, Laura Milani, Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle). Una gara entusiasmante che ha messo a dura prova le forze delle ragazze partecipanti alla TRio femminile. Al terzo posto si è piazzato il quadruplo leggero di Valentina Rodini (SC Bissolati), Angelica Favaro (SC Padova), Giulia Pollini (SC Cernobbio), Eleonora Trivella (VVF Billi) che aveva tagliato il traguardo in sesta posizione.

La prima delle due finali maschili è stata, invece, la gara dei quadrupli dove i pielle hanno incalzato per tutti duemila metri le barche pesanti con il risultato finale che tutti hanno visto tagliare il traguardo al quadruplo di Gabriele Cagna (Fiamme Gialle), Francesco Cardaioli (SC Padova), Francesco Fossi e Romano Battisti (Fiamme Gialle), mentre, sempre per la conseguenza dell’handicap, l’oro è stato vinto dall’armo pielle di Federico Gherzi (SC Esperia), Paolo Ghidini (CC Saturnia), Edoardo Margheri (Sisport Fiat), Nicolò Forcellini (CC Saturnia). Terzo posto, invece, per la formazione Josè Casiraghi (SC Milano), Francesco Rigon (Forestale), Francesco Pegoraro (Sisport Fiat) e Matteo Mulas (Lavoratori Terni). Un risultato che evidenza il buono stato di forma dei pesi leggeri, mentre la coppia senior stenta ancora a trovare la propria dimensione tenuto conto che il quattro di coppia secondo classificato imbarcava Fossi e Battisti, titolari del doppio senior e che continueranno a remare su questa barca, mentre il primo degli altri armi completamente senior si è piazzato solo al quinto posto. Una condizione che fa pensare che per i prossimi Europei l’Italia presenterà un equipaggio non ancora preparato al meglio per i continui malanni che stanno attanagliando i vari big del settore: Raineri fermo oggi per sindrome influenzale – forse domani sarà in gara –, Venier con problemi alla schiena, come del resto Rambaldi assente anche lui dalla TRio per problemi fisici.

Anche nell’ultima gara della TRio riservata alle ammiraglie il discorso è stato analogo a quello delle altre regate: sul finale punta a punta tra le formazioni senior di Luca Lovisolo (SC Cerea), Matteo Borsini (SC Limite), Matteo Lodo (Fiamme Gialle), Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), Mario Paonessa, Paolo Perino (Fiamme Gialle), Matteo Castaldo (RYC Savoia), Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle), Niccolò Mancusi Lotti (SC Firenze) al timone e quella di Cesare Gabbia (SC, Elpis), Andrea Tranquilli (Fiamme Gialle), Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), Filippo Mondelli (SC Moltrasio), Giovanni Abagnale (CN Stabia), Fabio Infimo (RYC Savoia), Sergio Canciani (Fiamme Gialle), Vincenzo Abbagnale, Enrico D’Aniello (CN Stabia) al timone e poi, sempre per effetto handicap, sul podio l’oro soffiato dalla barca leggera di Alin Petru Zaharia (SC Caprera), Daniele Danesin (Forestale), Stefano Oppo (SC Firenze), Vincenzo Serpico (CN Stabia), Elia Luini (CC Aniene), Martino Goretti (Fiamme Oro), Francesco Schisano (CN Stabia), Paolo Di Girolamo (Fiamme Gialle), Patrik Rocek (SC Moltrasio) al timone. In sostanza, come sempre nella storia delle regate di inizio stagione toccando le nazionali doppie e le combinate tris degli anni ‘80 e ’90, le barche peso leggero si confermano le “bestie nere” dei “cugini” pensanti perché sono sempre loro ad aver avuto la meglio ed anche ora a distanza di anni la situazione non è cambiata. Per quanto riguarda l’ammiraglia, il lavoro da fare è ancora molto e molte ancora saranno le formazioni che vedremo in acqua prima di arrivare al mondiale olandese di fine agosto. Domani si replica con la terza e ultima giornata di gare della TRio: diretta delle regate su RAI Sport 1 dalle 9 alle 11.25.



I RISULTATI

DONNE – GARA HANDICAP
: 1. Quattro di coppia senior +12” (Alessandra Patelli-SC Padova, Sara Bertolasi-SC Lari, Laura Schiavone-SC Irno, Gaia Palma-Sisport Fiat) 6.54.86, 2. Quattro di coppia pesi leggeri (Federica Pala-Lavoratori Terni, Elena Coletti, Laura Milani, Elisabetta Sancassani-Fiamme Gialle) 6.56.46, 3.  Quattro di coppia pesi leggeri (Valentini Rodini-SC Bissolati, Angelica Favaro-SC Padova, Giulia Pollini-SC Cernobbio, Eleonora Trivelli-VVF Billi) 6.57.17, 4. Quattro di coppia pesi leggeri (Giorgia Lo Bue, Serena Lo Bue-SC Palermo, Francesca Fava-SC Bissolati, Greta Masserano-Cus Torino) 7.05.43, 5. Quattro di coppia senior +12” (Cecilia Bellati-SC Diadora, Chiara Ondoli-De Bastiani, Ludovica Serafini-CC Aniene, Stefania Gobbi-SC Padova) 7.05.76, 6. Quattro di coppia pesi leggeri (Greta Bargiacchi-SS Murcarolo, Sara Nicole-SC Lario, Veronica Lozza-C Gavirate, Denise Zacco-SS Murcarolo), 7. Otto +28” (Elisa Mapelli-SC Tritium, Sandra Celoni-GS Cavallini, Sara Barderi-SC Pontedera, Silvia Terrazzi-SC Arno, Ilaria Broggini, Veronica Calabrese-C Gavirate, Elsa Carparelli-Monopoli 2005, Benedetta Bellio-SS Murcarolo, Camilla Mariani-C Gavirate-timoniere) 7.08.52, 8. Quattro di coppia senior +12” (Laura Basadonna-Sisport Fiat, Ludovica Lucidi-Tevere Remo, Veronica Paccagnella-SC Elpis, Sara Magnaghi-SC Moltrasio) 7.09.62, 9. Otto +28” (Giulia Campioni-San Miniato, Lucrezia Fossi-SC Firenze, Carlotta Zuanon-Sisport Fiat, Carmela Pappalardo-SC Irno, Irene Vannucci-Sisport Fiat, Erika Faggin-C Gavirate, Beatrice Arcangiolini-SC Firenze, Gaia Marzari-SC Lario, Franziska Goller-VVF Billi-timoniere) 7.18.51

UOMINI – GARA HANDICAP
: 1. Quattro di coppia pesi leggeri (Federico Gherzi-SC Esperia, Paolo Ghidini-CC Saturnia, Edoardo Margheri-Sisport Fiat, Nicolò Forcellini-CC Saturnia) 6.08.02, 2. Quattro di coppia senior +10” (Gabriele Cagna-Fiamme Gialle, Francesco Cardaioli-SC Padova, Francesco Fossi e Romano Battisti-Fiamme Gialle) 6.08.03, 3. Quattro di coppia pesi leggeri (Josè Casiraghi-SC Milano, Francesco Rigon-Forestale, Francesco Pegoraro-Sisport Fiat, Matteo Mulas-Lavoratori Terni) 6.10.81, 4. Quattro di coppia pesi leggeri (Simone Molteli-Cus Pavia, Davide Magni, Andrea Micheletti-C Gavirate, Pietro Ruta-Marina Militare) 6.13.32, 5.  Quattro di coppia senior +10” (Evangelisti Tiziano-Civitavecchia, Luca Agamennoni, Matteo Stefanini-Fiamme Gialle, Michele Manzoli-SC Baldesio) 6.13.41, 6.  Quattro di coppia senior +10” (Federico Garibaldi, Davide Mumolo-SC Elpis, Alessandro Laino, Domenico Montrone-Fiamme Gialle) 6.18.89, 7. Quattro di coppia pesi leggeri (Edoardo Buoli-Cus Pavia, Claudio Provenzano-SC Telimar, Gianmarco Guadalupi-SC Padova, Michele Mazzarini-Lavoratori Terni) 6.23.62, 8. Quattro di coppia senior +10” (Dino Par-SC Orbetello, Simone Martini-SC Padova, Andrea Crippa-SC Lecco, Davide Babboni-Marina Militare) 6.29.44

GARA HANDICAP: 1. Otto pesi leggeri (Alin Petru Zaharia-SC Caprera, Daniele Danesin-Forestale, Stefano Oppo-SC Firenze, Vincenzo Serpico-CN Stabia, Elia Luini-CC Aniene, Martino Goretti-Fiamme Oro, Francesco Schisano-CN Stabia, Paolo Di Girolamo-Fiamme Gialle, Patrick Rocek-SC Moltrasio-Timoniere) 5.46.99, 2. Otto pesi leggeri (Luca De Maria-Fiamme Oro, Alberto Di Seyssel-SC Armida, Guido Gravina-SC Cerea, Guido Gravina-SC Armida, Matteo Pinca-Forestale, Jiri Vlcek, Armando Dell’Aquila, Livio La Padula-Fiamme Oro, Giorgio Tuccinardi-Forestale, Andrea Riva-Cus Pavia-timoniere) 5.48.48, 3. Otto senior +9” (Luca Lovisolo-SC Cerea, Matteo Borsini-SC Limite, Matteo Lodo-Fiamme Gialle, Marco Di Costanzo-Fiamme Oro, Mario Paonessa, Paolo Perino-Fiamme Gialle, Matteo Castaldo-RYC Savoia, Giuseppe Vicino-Fiamme Gialle, Niccolò Mancusi Lotti-SC Firenze-timoniere) 5.50.60, 4. Otto senior +9” (Cesare Gabbia-SC, Elpis, Andrea Tranquilli-Fiamme Gialle, Emanuele Liuzzi-Fiamme Oro, Filippo Mondelli-SC Moltrasio, Giovanni Abagnale-CN Stabia, Fabio Infimo-RYC Savoia, Sergio Canciani-Fiamme Gialle, Vincenzo Abbagnale, Enrico D’Aniello-CN Stabia-timoniere) 5.54.14, 5. Otto pesi leggeri (David Corti-SC Limite, Federico Parma-CC Saturnia, Marcello Nicoletti-Cus Pavia, Leone Maria Barbaro-Tirrenia Todaro, Davide Gerosa, Lorenzo Gerosa-SC Lario, Lorenzo Tedesco-CC Saturnia, Corrado Regalbuto-Cus Pavia, Giorgio Crippa-SC Moltrasio-timoniere) 6.01.85, 6. Otto senior +9” (Nicholas Brezzi Villi-CC Saturnia, Niccolò Pagani-Tevere Remo, Fabio Vigliarolo-SC Lario, Manuel Igneri-SC Pontedera, Jacopo Mancini-SC Firenze, Mario Cuomo-CC Irno, Massimiliano Rocchi-CRV Italia, Alessandro Mansutti, Andrea Kiraz-CC Saturnia-timoniere) 6.02.77, 7. Otto pesi leggeri (Stefano Graziuso, Fabio Santillo-RYC Savoia, Davide Bignami-Cus Torino, Mirko Fabozzi-SC Arno, Jacopo Pròtano-Sisport Fiat, Emanuele Giacosa-SC Cerea, Giancarlo Caiazzo, Giovanni Curcio-CN Stabia, Francesco Tassia-SC Moltrasio-timoniere) 6.05.89



 

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.