Francesco Cardaioli: voglio testarmi a livello internazionale


ROMA, 09 maggio 2014 - Nel gruppo di atleti prima convocati per il raduno e da oggi impegnato nelle gare della seconda TRio di Piediluco c'è anche il singolista Francesco Cardaioli (SC Padova). L'atleta padovano, che in diverse occasioni ha mostrato potenzialità di tutto rispetto, lo scorso anno non si è potuto esprimere al meglio a causa di alcune problematiche fisiche che lo hanno ostacolato fino a febbraio. Una stagione altalenante per Francesco, che è oscillata dalla mancata partecipazione ai Mondiali Assoluti e alle Universiadi, per problemi fisici, all'ottima medaglia di bronzo conquistata ai Mondiali Under 23 di Linz (Austria) e alla medaglia d'oro vinta, sempre in singolo, ai Giochi del Mediterraneo di Mersin (Turchia). Risultati ottenuti a fronte di una forma tutt'altro che ottimale: "Da Febbraio mi sono potuto allenare decentemente e fisicamente sono arrivato ad una condizione abbastanza buona - incomincia Cardaioli - Purtroppo ho un po' meno barca degli altri perché in inverno sono potuto uscire meno. Adesso sto cercando di recuperare".

Iniziamo con l'analisi dei risultati della Prima TRio 2016: "La prima TRio è andata abbastanza bene, ho fatto gli stessi risultati dello scorso anno. Va considerato però che non ero al meglio della condizione quindi tutto sommato sono soddisfatto". Gareggerai in singolo anche quest'anno? "Valutando i risultati della prima TRio assieme a Franco (Cattaneo, ndr) abbiamo deciso di proseguire il percorso dell'anno scorso. Chiaramente non c'è niente di sicuro però per adesso mi sto allenando in singolo, anche perché siamo rimasti col dubbio visti gli impegni saltati. Alla fine il mio reale valore in campo internazionale non lo abbiamo ancora testato". Ci puoi dire i pro e i contro di gareggiare in singolo? "È una barca che mi piace, che ho sempre fatto sin da ragazzino, anche in società. Sicuramente c'è la consapevolezza che il singolo è molto difficile ma è rimasta la voglia di provare. Essendo io uno dei più giovani della squadra questa sfida non mi spaventa. È ovvio che comunque bisogna anche valutare l'aspetto dei risultati e in singolo è più difficile mentre in una barca multipla si può aspirare ad essere un po' più competitivi. Tra le barche multiple, invece, il quattro di coppia è quella che mi piace di più".

Prossime Regate

  • CORGENO - 19-20/09/2020
    Meeting Nazionale Allievi e Cadetti
    PROGRAMMA Sabato
    PROGRAMMA Domenica
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
  • SABAUDIA - 19-20/09/2020
    Meeting Nazionale Allievi e Cadetti
    PROGRAMMA FINALI Sabato
    PROGRAMMA FINALI Domenica
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.