Duemila metri per il quattro con LTA Mix al Memorial d’Aloja


PIEDILUCO, 13 aprile 2014 - Tra le tante positività del ventottesimo Memorial Paolo d’Aloja spicca la sperimentazione della regata sui duemila metri per i Para-Rowing. Le posizioni al riguardo non sono concordi e non tutti gli atleti del settore hanno apprezzato questa novità. La loro specificità comporta differenze fisiche notevoli e non tutti potrebbero essere in grado di affrontare allenamenti e regate su una distanza ritenuta dai più assolutamente normale. Con Lucilla Aglioti, atleta dalla lunga esperienza agonistica, cerchiamo di dare una valutazione tecnica di quello che sono stati i duemila metri. “Sicuramente ci troviamo di fronte ad una novità: è una distanza a cui noi non siamo abituati in gara, ma ultimamente con i nuovi programmi di allenamento, elaborati dal Direttore Tecnico Giuseppe La Mura, stiamo coprendo in allenamento distanze più lunghe, quindi come capacità aerobica e resistenza muscolare siamo preparati a questa distanza. La difficoltà secondo me sta nella gestione mentale e psicologica della gara perché nei mille dai tutto in pochi minuti, quando va bene in tre minuti e mezzo, sui duemila la regata va più ragionata. Ad esempio nella prova di ieri ho razionalizzato ogni cinquecento metri, sono riuscita a dosare le forze e la concentrazione, oggi ho sentito più stanchezza e la barca pesante, evidentemente il cambio di equipaggio, con una formazione ancora da rodare, ha influito negativamente. Nella commissione FISA c’è stata più volte la proposta di prolungare le regate per il settore pararowing , per due voti le regate di duemila metri non sono passate, per cui fino alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro la distanza per il nostro settore sarà mille metri. Poi vedremo se per il prossimo quadriennio le cose cambieranno. Bisogna, infatti, sottolineare che tutti i campi di regata sono impostati sulla distanza canonica e dal mio punto di vista una gara uguale per tutti va benissimo”. Secondo il tuo parere questa proposta è valida per tutte le specialità del Para-Rowing? “Si l’abbiamo visto nel Memorial d’Aloja, i singolisti ce l’hanno fatta. E’ chiaro che per coloro che usano solamente braccia e spalle è molto più lunga ed impegnativa, però sono arrivati”.


 
 

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.