Il primo Meeting e la TRio confermano l’impostazione vincente
 di un canottaggio lanciato in campo internazionale


PIEDILUCO, 06 aprile 2014 - A margine di un successo annunciato dalla forte partecipazione e dalla qualità delle regate, il giudizio del Consigliere Federale Andrea Vitale va a cogliere alcuni aspetti importanti di un’iniziativa che in qualche modo sta cambiando il canottaggio italiano. “Sicuramente è un’organizzazione complessa a cui siamo arrivati puntualmente. Io ritengo che, oltre all’aspetto tecnico che non mi compete direttamente, dal punto di vista organizzativo stiamo confermando lo standard con cui abbiamo iniziato il nostro mandato. Poi anche il meteo tipicamente primaverile ci ha aiutati per uno svolgimento ottimale”. Ci sono appunti da fare o suggerimenti per le iniziative future? “Queste regate sono momenti di verifica molto utili al nostro settore tecnico e servono moltissimo poiché ci preparano ai prossimi appuntamenti internazionali. Oltre ai raduni queste iniziative portano ad un confronto in cui vengono esaltati gli aspetti agonistici, il rendimento e la forma fisica di ogni singolo atleta. Il Direttore Tecnico dott. Giuseppe La Mura assieme all’head coach Franco Cattaneo hanno materiale interessante per realizzare i loro equipaggi”.

Siamo a meno di sette giorni dal Memorial Paolo d’Aloja, quali indicazioni si possono trarre da questo appuntamento? ”E’ una manifestazione a cui la nostra Federazione tiene in modo particolare, quest’anno, poi, abbiamo una nutrita presenza internazionale. In molti cominciano a guardare all’Italia con un interesse che non può che farci piacere. Debbo dire che tutto quello che facciamo in questo momento ci riesce meglio per la presenza di Giuseppe Abbagnale. Questo presidente così galvanizzante, bandiera del canottaggio, ci fa superare anche quei piccoli ostacoli che ci possono essere dal punto di vista organizzativo, perché presentarsi con Giuseppe Abbagnale è un biglietto da visita non indifferente in ogni occasione”.

Questo Meeting si svolge anche a due settimane dalle regate interregionali, esiste un collegamento tra queste iniziative e il primo appuntamento di Piediluco? “Le regate interregionali sono state proposte al Consiglio Federale dal Consigliere Mimmo Perna, le avevamo organizzate con successo qualche anno addietro, ma secondo me c’è qualcosa da migliorare. Esse devono collocarsi a livello tecnico tra le gare nazionali e quelle regionali, cercando, soprattutto al sud d’Italia, di utilizzarle per far crescere il movimento remiero sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Penso che dobbiamo evitare uno sviluppo a macchia di leopardo, occorre realizzare una maggiore uniformità tra le varie parti della penisola per ottenere maggiori risultati anche dal punto di vista agonistico”.


 

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.