Una medaglia per Rio


PIEDILUCO, 06 aprile 2014 - Romano Uberti non è solo un atleta con la prestigiosa maglia del Cerea, ma è uno di quei canottieri che vive lo sport con una intensità ed una passione non comune. Le società remiere italiane sono da sempre autentiche fucine di campioni, ma anche di persone che quando vengono chiamate ad esprimere la propria professionalità lo fanno sempre con una motivazione da agonisti puri. Come è nata l’idea di questa medaglia? ”Fare bozzetti per medaglie è una cosa che faccio giornalmente perché è il mio lavoro, ma in questo caso particolare è stata qualcosa di speciale. Pratico il canottaggio da quarant’anni , faccio tutti i giorni voga, di medaglie, quindi, ne ho viste a non finire. Ho cercato di non allontanarmi troppo da quello che è la tradizione, poi, siccome si sta andando verso le Olimpiadi brasiliane, ho voluto esprimere un bozzetto un po’ fantasioso, un po’ mosso, un po’ giocoso come è lo spirito carioca. Ripeto non ho trovato difficoltà a creare il disegno perché è il mio mestiere, ho cercato di accontentare tutti i gusti come fa ogni bravo pubblicitario”.

Comunque è una cosa particolare che un creativo canottiere disegni le medaglie destinate ai campioni del remo: “Forse bisognerebbe farlo più spesso nel momento in cui si debba allestire un manifesto o una qualsiasi iniziativa che riguardi l’immagine, oltre agli avvocati, ai medici ci sono anche i pubblicitari che possono valorizzare questo sport. Bandire dei concorsi, come in questo caso, è utile per una comunicazione molto più colorata, effervescente e soprattutto di cuore”. Che cosa hai voluto rappresentare in questa medaglia? “Innanzitutto il Tricolore che è quello che lega tutti quanti, che ci porta al massimo delle nostre aspirazioni. Avere il verde, bianco e rosso dipinto sui remi ti dà quei tre secondi di vantaggio su ogni avversario, e poi nella medaglia sono rappresentati sia l’assieme dell’equipaggio, che si esprime con i remi che si muovono in modo sincrono, sia gli spruzzi che sono conseguenti alla spinta in acqua. La sigla FIC è semplicemente la sintesi di quello che è il canottaggio in tutta Italia”.

Vincere il concorso ti ha sorpreso? “Da una parte si, dall’altra credo che un professionista sia in grado di sapere cosa piace al pubblico, tecnicamente ero consapevole dell’idea che stavo realizzando”. Quali sensazioni provi al pensiero che tanti campioni indosseranno la tua medaglia? “Certamente è la mia soddisfazione più grande, quest’anno, all’inizio di stagione anche io sono stato premiato con questa medaglia e vedermi addosso la mia creazione mi ha fatto un grande effetto. Vederla indossata da campioni che andranno alle Olimpiadi mi fa veramente piacere, senza dimenticare i giovani che la conquisteranno. Il mio pensiero è anche per loro poiché dobbiamo aiutarli a crescere con l’orgoglio del Tricolore”.


 

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.