Paralympic Open Day: a Roma il primo raduno tecnico
 per gli ex militari disabili


ROMA, 29 marzo 2014 - Si sta svolgendo a Roma il primo raduno tecnico-sportivo della Sezione Promozione e Sviluppo dell’Attività Sportiva del Personale Disabile della Difesa. Ieri la cerimonia d’apertura, alla quale ha partecipato anche il Capo Settore Para-Rowing Dario Naccari, mentre oggi e domani, presso il Centro Giulio Onesti, 14 ex militari con disabilità si sono dati appuntamento per provare alcune delle para-discipline tra le quali anche il Para-Rowing. Il Tenente Colonnello dello Stato Maggiore della Difesa, Marco Iannuzzi, Responsabile dell'iniziativa ha affermato che: "Sono sicuro che da questo momento di orientamento, usciranno diversi nuovi atleti. Il mio obiettivo, portarli alle Olimpiadi dei reduci dalle missioni militari, gli Invictus Games del prossimo settembre".

“In sostanza questo è un raduno di orientamento per l'avviamento alla pratica sportiva, per i reduci dalle missioni di pace del Ministero della Difesa – sottolinea Naccari – la sua programmazione e lo svolgimento di questi giorni è stato possibile grazie alla firma del protocollo d'intesa, siglato lo scorso dicembre, tra Comitato Italiano Paralimpico e Stato Maggiore della Difesa. Questo protocollo permette la diffusione dello sport paralimpico tra il personale ex militare che, durante la propria attività nei vari teatri di operazioni militari, abbia acquisito una disabilità fisica ed io vi partecipo perché ritengo che il canottaggio, insieme ad altre discipline sportive, possa essere tra quelle congeniali ad alcuni tipi di disabilità”.

Marina, Aeronautica, Esercito e Carabinieri, ogni corpo troverà porte aperte per i suoi ex militari rimasti disabili nell'espletamento del servizio. Analogamente a quanto avviene dal 2007 negli Stati Uniti, dove è stato messo a punto un programma di recupero dei veterani di guerra attraverso il loro inserimento in programmi sportivi paralimpici. Con il risultato che della delegazione statunitense alle Paralimpiadi di Londra 2012, ben 20 erano reduci da missioni militari. "La prima precisazione che vorrei fare – ha affermato il Tenente Colonnello Marco Iannuzzi – è che non tutti i partecipanti al raduno dell'Acqua Acetosa sono necessariamente ex militari in pensione. Molti di loro hanno solo cambiato mansioni, dopo aver riportato la disabilità in missione, e sono rimasti militari in servizio, altri sono passati al ruolo civile. Sulla circostanza e la località di missione dove hanno riportato l'incidente, abbiamo osservato la politica, come Ufficio, di non parlarne noi, ma abbiamo lasciato che ognuno di loro parli in prima persona della sua esperienza, se lo desidera. Perché sono situazioni anche recenti che non tutti hanno metabolizzato, e quindi per una questione di privacy. Per quanto riguarda le disabilità coinvolte, parliamo in maggior parte di amputati, poi ci sono tre paraplegici, un tetraplegico, uno con lesione midollare, due ipovedenti".

Tutti entusiasti, gli ex militari e militari con disabilità, e non si presenteranno nemmeno al completo, per la concomitanza con altri impegni: "Saranno quattordici persone a sperimentarsi tra sabato e domenica in tutte le discipline proposte. Sono tutti euforici di questo Raduno, che è solo il primo in calendario – continua Iannuzzi – Tutti prenderanno questo impegno con la massima serietà e con la ‘disciplina' che in ambito militare ben conoscono. Io ho qualche ambizione, dico la verità: penso che di questi, almeno 9 diventeranno atleti a tutti gli effetti, e le discipline su cui punto sono soprattutto il tiro con l'arco ed il tiro a segno, visto che il personale militare è piuttosto addestrato a prendere la mira". Primo obiettivo ambizioso, dichiarato da Iannuzzi, è quello di portare gli atleti ai prossimi Invictus Games organizzati dagli inglesi per il prossimo settembre che, fino allo scorso anno, si chiamavano i Warrior Games americani, cioè le Olimpiadi dedicate ai reduci di guerra e dalle missioni di pace. Il programma prevede: nel pomeriggio di ieri, 28 marzo, con inizio alle ore 16.30, presso l'Aula Magna del Centro G. Onesti, presentazione dell'evento alla quale partecipano esponenti del Quinto Reparto dello Stato Maggiore della Difesa ed il presidente Luca Pancalli. Oggi, sabato 29 marzo, tutto il giorno, e domani mattina, sessioni di prove libere sui campi sportivi, con la proposta di canottaggio, ciclismo, tiro con l'arco, tiro a segno, nuoto, vela e scherma in carrozzina.

(Fonte Cip ed elaborazione FIC)

Prossime Regate

  • Candia Canavese - 23-24/03/2019
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
    Equipaggi Regionali
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
  • Sabaudia - 23-24/03/2019
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
    Equipaggi Regionali
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.