Aspettando i Mondiali INAS di Gavirate


ROMA, 24 febbraio 2014 - Come indicato nel calendario internazionale, ed evidenziato nel primo bollettino emanato dal Comitato Organizzatore che fa capo alla Canottieri Gavirate, il 15 maggio si svolgerà il terzo Campionato del Mondo INAS Indoor al quale è abbinata anche la prima Regata internazionale INAS di canottaggio in quattro con LTA misto per disabili intellettivi (4+LTA IDMix) sulla distanza dei 1000 metri. Un evento nell’evento, quindi, che di fatto anticiperà l’8^ Regata Internazionale Para-Rowing che si disputerà dal 16 al 18 maggio sempre sulle acque del lago di Gavirate. Mentre la Regata Internazionale Para-Rowing ha come organizzazione di riferimento la FISA, per il Mondiale per Disabili Intellettivi l’Ente di riferimento è l’INAS, appunto. 

Cerchiamo ora di comprendere meglio di cosa si occupa la Federazione Internazionale per gli Sport riservati ai  Para-Atleti con Disabilità Intellettiva. L’INAS è un ente di beneficenza internazionale per gli atleti con disabilità intellettiva e si tratta di un'organizzazione mondiale che promuove l'inclusione attraverso lo sport. E’ membro, a pieno titolo, del Comitato Paralimpico Internazionale e rappresenta la disabilità intellettiva. L’organismo è stato costituito nel 1985 ed è cresciuto fino ad arrivare all’adesione di oltre 65 nazioni in tutto il mondo, tra cui l’Italia, e rappresenta migliaia di atleti con disabilità intellettiva. L’Italia aderisce all’INAS attraverso la Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale (FISDIR) la quale, come Federazione Paralimpica, è riconosciuta dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico) che le ha demandato la gestione, l’organizzazione e lo sviluppo dell’attività sportiva per gli atleti con disabilità intellettiva e relazionale.

L’INAS è ispirato dalla convinzione che una disabilità intellettiva non dovrebbe ostacolare gli atleti a migliorarsi nello sport  e raggiungere l'eccellenza nello sport in competizioni di alto livello. L’INAS gestisce un programma annuale di oltre 15 eventi Internazionali oltre ai Campionati del Mondo, in stretta collaborazione con le Federazioni Internazionali Sportive, gestisce anche il processo di ammissibilità (la parte della classificazione dell'atleta) per gli atleti con disabilità intellettiva. Ogni 4 anni vengono organizzati i Giochi Mondiali INAS che equivalgono ad una festa dello sport per i migliori atleti con disabilità intellettive. La sede dell’Organismo è in Inghilterra, ma è sostenuta da volontari di tutto il Mondo.  Quindi a Gavirate, il 15 maggio, si svilupperà una delle “feste” dedicate ai Disabili Intellettivi e l’Italia avrà l’onore di poter ospitare, oltre al terzo mondiale indoor, la prima regata internazionale dedicata esclusivamente agli atleti con Disabilità Intellettiva.

Per conoscere meglio le attività dell’INAS basta cliccare sul sito www.inas.org, mentre quello della FISDIR è www.fisdir.it  


Nella foto: il 4 con LTA ID di Giorgia Indelicato, Elisabetta Tieghi, Luca Varesano, Francesco Borsani, Federico Zoppi, bronzo ai Mondiali 2011.

 

Prossime Regate

  • Casale Monferrato - 20/01/2019
    Campionato Piemonte Indoor Rowing
    RISULTATI GARE
  • Olbia - 20/01/2019
    Regata Regionale Fondo Remiamo in Gallura
  • Pisa Navicelli - 26-27/01/2019
    Campionato Italiano di Gran Fondo e Regata Nazionale di Gran Fondo

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.