Firenze e Limite mattatori: 7 titoli italiani tra Ragazzi e Under 23 per la Toscana


FIRENZE, 12 giugno 2013 - Ci sono momenti, quando si scrive, in cui non si può prescindere dal redigere un elenco. Perché probabilmente ognuna delle società toscane che ha preso parte nel weekend passato ai Campionati Italiani Ragazzi & Under 23 meriterebbe una pagina a sé.

Dal dominio della Canottieri Firenze e dei suoi cinque titoli italiani alla Limite grande nell’otto Ragazzi e nel quattro senza Ragazzi femminile, passando anche per le lacrime della Giacomelli, che vede svanire il bronzo nel due senza Ragazzi femminile per quattro maledettissimi decimi, un battito di ciglia…

Ma andiamo con ordine, perché la cronaca è scoppiettante. Ore 9.40, seconda gara del programma, ed è già grande Toscana: la Firenze sfreccia nel quattro con Ragazzi prendendosi il titolo sui cugini della Limite, che pure fino a qui avevano dominato nelle varie rese dei conti. Il campionato italiano è una storia a sé però, e lo sa bene Renzo Borsini, lesto a complimentarsi sorridente con Luigi De Lucia e a rimettere i suoi con la grinta a posto, perché c’è ancora tanto da conquistare.

La gara successiva è il singolo Ragazzi femminile. Tutti si aspettano la viareggina Arianna Mazzoni, che infatti si presenta carica all’appuntamento, ma senza aver fatto i conti con Valentina Iseppi della D’Annunzio, che la beffa sul traguardo. All’argento di Arianna, comunque sorridente e felice della sua seconda piazza, fa compagnia il bronzo di una neotoscana, Sara Monte della San Miniato, fresca di passaggio dalla Pro Monopoli e ottima terza.

Ancora ragazze protagoniste, e lo si sapeva bene, nel quattro senza Ragazzi femminile. La Limite dopo aver dominato la stagione domina anche la gara più importante, prendendosi il titolo davanti alla San Miniato, che con un equipaggio tutto al primo anno ha il futuro assicurato.

Nel quattro senza Ragazzi è ancora grande Firenze, che cambia un uomo rispetto al quattro con, ma non il risultato finale: l’Armida seconda è schiantata a quasi undici secondi, mentre la Moltrasio ce ne mette ben sedici in più per il bronzo.

La finale del due senza Ragazzi femminile è l’unica sberla di giornata per il remo del Granducato. Tutti ad aspettare Limite e San Miniato, protagoniste in stagione, ma le fatiche del quattro senza si fanno sentire e quindi chiudono solo al quinto e al sesto posto, con l’Arno Pisa ottava. A tenere alto il nome ci prova fino alla fine la Giacomelli, bronzo al primo Meeting Nazionale. Chiara Cianelli e Marta Sorrentino sono in lizza per il bronzo sino alle ultime due palate, ma peccando forse un po’ di esperienza mancano del guizzo finale, e dicono addio al sogno per trentanove miseri centesimi. Maurizio Nencini, fai coraggio alle ragazze, sono al primo anno, avranno modo di rifarsi del destino se lo vorranno.

La kermesse Ragazzi si chiude comunque con un sorriso firmato Limite sull’Arno, che mette in atto una vera e propria sfilata nell’otto infliggendo la bellezza di otto secondi agli specialisti di giornata e stampandosi così un sorriso che spazza via la delusione per il quattro con.

Senza sosta si passa ai Tricolori Under 23, ed è ancora Limite a tenere banco con il bel bronzo nel due senza di Matteo Borsini e David Corti. Troppo forte l’equipaggio Fiamme Oro, ma i bianco blu dimostrano di saperci fare, in una gara dal livello altissimo.

Per Limite arriva anche il bronzo nel quattro senza, ma qui la scena è tutta per la Canottieri Firenze, che con una gara all’attacco sfiancano letteralmente i favoriti, Fiamme Gialle, ai quali sarebbero serviti altri 20 metri per il titolo. Il canottaggio però è sui 2000, non sui 2020, e quindi è oro Firenze.

Anche il due senza femminile vede oro e bronzo toscani: il tricolore è ancora biancorosso grazie a Beatrice Arcangiolini e Lucrezia Fossi, ma dopo l’Elpis vicecampione c’è il bronzo dell’Arno Pisa con Gaia Nencini e Silvia Terrazzi, il cui terzo posto non è mai messo seriamente in discussione.

In chiusura altra ammiraglia e altro dominio toscano: è targato Firenze, che come la Limite tra i Ragazzi spacca la gara e domina, con la Gavirate seconda a nove secondi e mezzo e il Corgeno terzo a ventiquattro secondi.

Il bottino finale recita sette titoli italiani (cinque Firenze, due Limite), due argenti e cinque bronzi, con ben cinque società in medaglia. Il presidente regionale Nicoletti gongola: “La Toscana del remo c’è. Faccio i miei complimenti alle società, ai tecnici ed ai ragazzi che ci hanno regalato questo splendido weekend di successi. Faccio notare che molti equipaggio erano composti da atleti al primo anno nella categoria Ragazzi e, tra gli Under 23, molti erano gli Junior in gara. Abbiamo il futuro in casa, dobbiamo solo continuare a lavorarci sopra”.


Niccolò Bagnoli - Ufficio Stampa Comitato FIC Toscana -


Nelle foto: l'otto Under 23 della Firenze campione d'Italia; l'otto Ragazzi della Limite campione d'Italia; Arianna Mazzoni vicecampionessa italiana nel singolo Ragazzi femminile; il quattro senza Ragazzi femminile della San Miniato vicecampione d'Italia; il due senza Under 23 femminile dell'Arno Pisa medaglia di bronzo.

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.