Francesco Cardaioli: poker d’oro nel singolo Under 23


ROMA, 10 giugno 2013 - I Campionati italiani Under 23 e Ragazzi di Varese si sono conclusi con un exploit degno di nota per Francesco Cardaioli. Grazie alla finale vinta domenica, infatti, l’atleta della Canottieri Padova ha conquistato il suo quarto titolo tricolore consecutivo nella specialità del singolo Under 23. Come se non bastasse, nella stessa giornata, assieme al compagno di barca Luca Rambaldi, altro grande talento azzurro, è riuscito a salire sul primo gradino del podio anche nel doppio: “Quello del poker era un impegno che mi ero riproposto già dopo il secondo oro” spiega Francesco “ci sono riuscito e credo di dovermi rendere ancora conto di quello che è successo. È un’emozione che potrò assaporare appieno alla lunga!”.

Una competizione, quella del singolo, non certo in discesa: “È stata una gara diversa dal solito perché ho dovuto disputarla poco dopo la finale del doppio. L’approccio è stato leggermente diverso e anche psicologicamente è stato più faticoso. Sono comunque riuscito a gestire abbastanza bene le mie energie, mi sono messo nelle prime posizioni sin da subito. Sono passato in testa verso i seicento metri e lì ho potuto allungare”.

Quattro gare vinte in successione, quattro gare che resteranno impresse nel cuore dell’atleta padovano: “La gara più difficile delle quattro, ricordo, è stata quella del primo anno, sia a livello psicologico che a livello fisico. Non ero sicuro di essere all’altezza degli avversari e la vittoria è giunta completamente inattesa. In tutte le altre, la difficoltà è stata differente. Ero più che altro chiamato a mantenere un certo livello a fronte dei diversi avversari”.

Un campionato da sogno per Francesco che, oltre al poker ha raggiunto con la medaglia in singolo, ha potuto agguantare anche il secondo oro nella spessa giornata: “È stata una scommessa. Quest’anno ho avuto la fortuna di avere in barca Luca Rambaldi, un atleta di livello indiscutibile. Dato che il programma più o meno lo permetteva, ho voluto azzardare, puntando anche alla medaglia in doppio ed è andata bene. La fortuna aiuta gli audaci”.

Ad ogni modo il campionato italiano non è altro che una tappa di una lunga marcia. Fino alla fine della stagione gli impegni per Francesco Cardaioli sono davvero tanti, come afferma lui stesso: “Nell’immediato sarò impegnato nei Giochi del Mediterraneo, anche lì nel singolo. Continuerò a prepararmi e spero di offrire una buona prestazione. Sono i miei primi passi a livello internazionale, un contesto molto differente da quello delle competizioni nostrane. A seguire, gli impegni che potrei disputare sulla carta sono moltissimi: le Universiadi a Kazan i primi di luglio, la Coppa del Mondo di Lucerna, i Mondiali Under 23. Di certo sarà necessario operare una selezione. Ancora non so verso quale obiettivo mi orienterò, saranno i Tecnici federali ad indirizzarmi. Essendo l’ultimo anno da Under 23,  comunque, mi piacerebbe partecipare al Mondiale di categoria per chiudere in bellezza”.

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.