Francesco Landolina: mi alleno per centrare un grande risultato


ROMA, 22 maggio 2013 - Molte volte è stato sottolineato quanta importanza rivesta, per una federazione sportiva, il rapporto con le scuole. La possibilità di estendere il proprio bacino di praticanti, di ottenere un sostanzioso ricambio generazionale, di strutturare piani per consentire agli studenti, anche universitari, di studiare e praticare sport. Proprio attraverso la scuola il mondo del canottaggio ha avuto la fortuna di reclutare tra le sue fila un atleta valido come Francesco Landolina, impegnato nella categoria Para-rowing LTA: “Ho avuto la fortuna di entrare in contatto col mondo del canottaggio attraverso la scuola – ci spiega Francesco – Frequentavo le medie ed il professore di educazione fisica ci ha aperto la prospettiva di praticare questo sport. A me è subito piaciuto e, da quando frequentavo la seconda media, è diventato per me una passione irrinunciabile. Remo tutt’ora e ho intenzione di continuare con il massimo dell’impegno”. 

Se inizialmente il discorso è incominciato per puro caso, col proseguire dell’attività Francesco ha incominciato ad evidenziare il suo valore ed il potenziale a disposizione non è passato inosservato a chi di dovere: “Dall’anno scorso mi sono immesso nel movimento Para-rowing, grazie al contributo di Paola Grizzetti. A Dicembre ho fatto un primo raduno. A seguire ho disputato il campionato italiano, sia in barca che indoor”. 

Su tutto comunque resta la pura passione per il canottaggio. Il semplice gusto di scendere in acqua e scaricare le proprie energie nella cadenzata ripetizione dei colpi. Una pratica, quella del canottaggio, che per il giovane atleta trova un senso anche oltre la mera competizione: “Adoro stare in barca. Essendo ipovedente le emozioni che mi arrivano sono amplificate e riesco a percepire la mia imbarcazione molto più di prima. Oggi posso dire che arrivo a stabilirci un feeling davvero profondo. Per me remare è appagante. Anche dopo gli allenamenti mi sento bene e quando non remo mi manca. Il giovamento lo sento nella mente e nel fisico”.

Francesco Landolina è certamente un giovane atleta molto valido e certamente si batterà per affermare sempre di più il suo valore: “Il mio sogno è partecipare ad un mondiale o ad una Paralimpiade. So che è un obiettivo difficile da raggiungere ma sono pronto a mettermi in gioco per raggiungere il massimo risultato possibile”.

  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.