Pioggia d'oro, argento e bronzo per la "Firenze" alla prima Nazionale


FIRENZE, 08 aprile 2013 - Il lago di Piediluco, con il suo tempo ballerino – freddo e pioggia incessante tutto il venerdì, sole e caldo sabato e soprattutto domenica – e i suoi monti circostanti, ha fatto da teatro il weekend appena trascorso al primo Meeting Nazionale per tutte le categorie, accorpato alle gare della combinata Trio, formula ridisegnata dalla direzione tecnica nazionale esclusivamente per mettere a confronto gli atleti Senior di prospettiva olimpica.
Tre giorni intensissimi di gare, che hanno però dato al direttore tecnico della Società Canottieri “Firenze” ampie certezze su quali saranno i mattoni su cui costruire il resto della stagione. Stagione, quella del 2013, nella quale la Canottieri ha i riflettori puntati addosso dopo il 2012 dei record: diciassette titoli italiani, tre mondiali, cinque europei e una pioggia di altre medaglie, dai Mondiali alle Regionali.

Per la “Firenze” le gare del sabato sono state un antipasto, visto che gran parte delle finali era previsto per la domenica, ma come inizio è stato ricco e sfizioso, grazie al bronzo di Lucrezia Fossi insieme alla pontederese Sara Barderi nel due senza Junior femminile alle spalle del misto toscano Cavallini Calcinaia/Arno Pisa (un equipaggio che lavora assieme da tre stagioni e dunque collaudatissimo) e al lombardo Corgeno/Gavirate, ed alla doppietta argento-bronzo nel due senza Junior, con Jacopo Mancini e Lorenzo Pietra Caprina che battono i compagni di squadra Neri Muccini e Leonardo Pietra Caprina.

Due barche sul podio di una Nazionale che non arrivano alla vittoria non sono però una sconfitta, per vari motivi. Su tutti il fatto che l’equipaggio d’oro, il misto torinese Armida/Cerea, era composto da due campioni del Mondo della categoria (Alberto Di Seyssel sul quattro senza, Luca Lovisolo sull’otto) che non hanno dato distacchi abissali ai fiorentini (due secondi e due decimi ai secondi, tre secondi e mezzo ai terzi); poi c’è da sottolineare gli ampi margini di miglioramento delle due barche biancorosse, che hanno comunque la leadership nazionale a livello societario: Mancini e il più grande dei Pietra Caprina, Lorenzo, provano la barca solo in sporadiche occasioni in quanto Jacopo vive proprio a Piediluco, facendo parte del College Remiero Federale, mentre Muccini e il minore dei Pietra Caprina, Leonardo, campioni d’Italia Ragazzi sul due senza l’anno scorso, hanno l’età dalla loro parte (Neri primo anno Junior, Leonardo addirittura ancora parte della categoria Ragazzi).

All’antipasto del sabato, la domenica segue un menu vincente. L’inizio è dei migliori, con la doppietta nel due senza Ragazzi: Dario Favilli e Pietro Susini battono i compagni di squadra Edoardo e Tommaso Bellisario, i quali a loro volta infliggono ben oltre cinque secondi ai terzo classificati, i napoletani dell’Ilva Bagnoli.

Tutti e quattro sono poi protagonisti di altri due risultati importantissimi: Favilli, Susini e Edoardo Bellisario vincono, e nettamente (quasi cinque e dodici secondi il distacco inflitto ai secondi e terzi classificati) insieme ad Andrea Ferrara il quattro senza Ragazzi sul misto CUS Ferrara/Limite e sull’Armida; lo stesso Ferrara poi insieme a Tommaso Bellisario è bronzo con il quattro con Ragazzi, completato da Lorenzo Burelli, Edoardo Merenda e dal timoniere Niccolò Mancusi, alle spalle di Limite e Stabia. La categoria Ragazzi dunque a Piediluco porta in dote al club del Ponte Vecchio la bellezza di due ori, un argento e un bronzo. Considerando che ai Campionati Italiani di categoria, a giugno a Mantova, ci sarà da inserire nel gruppo anche Leonardo Pietra Caprina, qui con gli Junior, ci sarà da divertirsi.

Grandi risultati anche per Junior e Senior. Nella categoria più giovane ritroviamo tra i protagonisti i fratelli Pietra Caprina con Mancini e Muccini, trionfatori sul quattro senza dopo un testa a testa al cardiopalma con il misto comasco Lario/Moltrasio (argento per appena mezzo secondo, Gavirate bronzo più distaccato), mentre un secondo oro, ancora dopo una gara tiratissima, arriva dal quattro con: Lapo Corenich, Matteo Pola, Niccolò Borino, Guido Scalini e il timoniere Mancusi battono sul filo le Fiamme Gialle (bronzo, staccatissimo, per la Canottieri Napoli). Dopo il bronzo del sabato sul due senza, gioia d’oro anche per Lucrezia Fossi, che conquista la vittoria nel quattro senza Junior femminile misto con Pontedera, Arno Pisa e Cavallini Calcinaia. Da aggiungere che Lucrezia, battendo successivamente in una regata del gruppo TRio con l'otto Junior femminile l'ammiraglia Senior, ha praticamente staccato il biglietto per partecipare agli Europei Junior in programma a Minsk, in Bielorussia, il 25 e 26 maggio.

Dagli Junior anche un argento: è quello di Corenich, Pola, Borino e Scalini nell’otto misto con CUS Ferrara, Limite e i triestini del Saturnia, alle spalle del misto lombardo Corgeno/Gavirate/Luino e davanti a quello genovese Elpis/Speranza Prà.

Oro e bronzo per i Senior biancorossi impegnati nella Nazionale. Edoardo Gattai e Bernardo Nannini con il timoniere Mancusi stravincono il due con davanti al misto Sampierdarenesi/Gavirate e a quello Cernobbio/La Pescara/CUS Milano (undici e diciannove i secondi rispettivamente inflitti), mentre l’intramontabile Leonardo Magnatta, 52 anni, è bronzo nell’otto alle spalle di CUS Pavia e Sisport Fiat in un misto che ha coinvolto atleti di altre sei società.

Non è finita, perché erano ben tre i biancorossi impegnati nella tre giorni di TRio, la combinata di valutazione per equipaggi Senior e Pesi Leggeri maschili e femminili (coinvolti a più riprese anche gli azzurrabili Under 23), tre gare al giorno su varie specialità per tutti quegli atleti che da qui ai prossimi quattro anni hanno chances da giocarsi per la partecipazione olimpica a Rio De Janeiro 2016.

Beatrice Arcangiolini, Stefano Oppo e Pietro Zileri tra venerdì e domenica hanno raccolto più risultati di valore. Beatrice è stata argento nel quattro senza e bronzo nel due senza venerdì e oro nel quattro senza e argento nel due senza domenica; Stefano è stato argento venerdì nel quattro senza Pesi Leggeri, bronzo sull’otto PL il sabato mentre la domenica è salito sul podio in tutte e tre le sue gare: argento nel due senza PL, bronzo nel quattro senza e bronzo sull’otto (primo equipaggio tra i PL).

Per il due volte campione mondiale Junior sull’otto Pietro Zileri c’è invece il bronzo nel quattro senza la domenica, primo equipaggio tra gli Under 23.

Dopo questo vincente weekend di regate, tutta la Canottieri “Firenze” attende ora le convocazioni per il Memorial D’Aloja, che tra due settimane distribuirà le prime maglie azzurre della stagione.


Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” – 



Nelle foto: Beatrice Arcangiolini sul podio della TRio; il podio del quattro senza Junior (da sx. accosciati Muccini, Mancini, Lorenzo e Leonardo Pietra Caprina); il podio del due senza Ragazzi (da sx. il direttore sportivo Tommaso Muccini, i gemelli Tommaso e Edoardo Bellisario, bronzo, i vincitori Dario Favilli e Pietro Susini).

 

Foto & Video

Prossime Regate

  • TRIESTE - 11/05/2022
    Fase Regionale Campionati Studenteschi 2021- 2022
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI
  • GAVIRATE - 13-15/05/2022
    Regata Internazionale Para Rowing
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI
  • SAN MINIATO - 13-15/05/2022
    NORD - 2° Meeting Allievi, Cadetti, Universitari, PR3 ID, Master
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI
  • SAN MINIATO - 13-15/05/2022
    NORD - Rappresentative Regionali
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI
  • SAN MINIATO - 13-15/05/2022
    NORD - Meeting Scuola
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
[email protected]
Redazione: Niccolò Bagnoli - Luigi Mancini - Camilla Frigerio
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.