Aperti i lavori dell’Assemblea federale


ROMA, 15 dicembre 2013 - Aperta, come da programma l’Assemblea Nazionale Ordinaria e Straordinaria. Il primo intervento è stato quello del Segretario Generale del CONI, Roberto Fabbricini, che ha ringraziato tutte le Società remiere italiane che, con il loro lavoro, permettono alla Federazione, la cui dirigenza è in carica da tredici mesi, di ottenere risultati di ottimo livello come quelli conseguiti durante questo primo anno. Fabbricini ha confermato l'intenzione del CONI, il cui vertice invece è in carica da dieci mesi, di investire su una Federazione che per storia e tradizione offre delle garanzie e questo permetterà, in futuro, di continuare a investire ulteriormente. Fabbricini ha terminato il suo intervento affermando che : “La mia storia siete voi”.

Al termine dell’intervento del Segretario Generale del CONI la Commissione Verifica Poteri, composta da Giuseppe Barreri, Fulvio Galvani e Giuseppe Pirzio, ha comunicato al Notaio Giuseppe Ramondelli il quorum assembleare (55 Società, presenti o rappresentate per delega, cinque Delegati Atleti e un Delegato Tecnico per un totale di 61 aventi diritti a voto) che consente lo svolgimento dell’Assemblea Ordinaria, mentre per quella Straordinaria è stato deciso di lasciare aperta la Commissione Verifica Poteri e, al termine della parte Ordinaria, sarà verificato il quorum per lo svolgimento dell’Assemblea Straordinaria per le modifiche statutarie e l’elezione del Giudice Unico.

L’Assemblea Ordinaria è iniziata dopo che gli aventi diritto a voto hanno nominato per acclamazione il Presidente dell’Assemblea, dott. Edoardo Traina e il Vice Presidente dott. Giuseppe Di Palo. I lavori sono iniziati con la lettura, da parte del Presidente della Federazione Italiana Canottaggio, Giuseppe Abbagnale, della Relazione sulle linee gestionali e programmatiche. Durante la lettura della Relazione il Vice Presidente Vicario Marcello Scifoni ha relazionato sulla riqualificazione del Centro Nazionale di Canottaggio di Piediluco che inizierà nel 2014 poiché i fondi da parte degli Enti Locali sono già stati stanziati. Rilancio, quindi, del Centro Nazionale per far decollare, contestualmente, anche i Centri Federali Periferici. Il primo Centro Periferico che partirà, con il 2014, sarà quello di Genova Pra’ che ha avuto il via con la delibera dell’ultimo Consiglio. La volontà della Federazione, in questo modo, è quella di aiutare le Società che lavorano sul territorio. Scifoni, inoltre, ha evidenziato anche che si sta lavorando per incrementare la parte turistica del coastal rowing.

Al termine dell’intervento del Vice Presidente Scifoni il Presidente Abbagnale ha ripreso l’esposizione della Relazione cedendo la parola al Vice Presidente Davide Tizzano per la disamina di tutti i grafici presenti nella Relazione. La spiegazione di detti grafici è stata soprattutto tecnica, col preciso intento di evidenziare solo l’andamento dei numeri relativi agli anni presi in esame e, per quanto riguarda la Comunicazione, è stato preso in considerazione  il periodo che va dal 1° marzo al 30 novembre di ogni anno. Al termine dell’esposizione della Relazione si sono iscritti a parlare per gli interventi i signori: Socio Benemerito Antonio Bencardino, il quale ha evidenziato le peculiarità che Sabaudia offre al canottaggio poiché ritiene che la città abbia nel proprio DNA la vocazione remiera e, quindi, si augura lo sviluppo del Progetto Smart City dello sport europeo che potrebbe essere finanziato dai fondi europei. All’intervento ha risposto il vice presidente Marcello Scifoni che ha invitato ad aderire, come primo passo, al progetto dei Centri Periferici; il secondo intervento è stato quello del Dirigente della Roggero di Lauria Gianfranco Briguglia il quale ha posto la domanda sulla formazione dei dirigenti, e al quale ha risposto il Vice Presidente Davide Tizzano comunicando che, con la Scuola dello Sport, si sta realizzando un format che riguarda la formazione propria del ruolo di dirigente.

Il terzo intervento è stato quello del Presidente della Società Canottieri Varese Mauro Morello il quale ha chiesto la rassicurazione che la Federazione continui a prevedere contributi e sostegno al lago di Varese, che rappresenta un punto di riferimento del canottaggio internazionale, non abbandonando il lago come centro di allenamento che ha ricevuto dall’Europa il Premio Eden. All’intervento di Morello ha risposto il Presidente Abbagnale confermando l’interesse federale per il gruppo di lavoro di Varese che nel 2013 ha organizzato con risultati lusinghieri la World Master Regatta e si appresta ad sviluppare il programma del mondiale Under 23 del 2014, nonché una prova di Coppa del Mondo nel 2015. Il Presidente ha anche evidenziato che sta lavorando per portare a Varese la Coppa del Mondo anche nel 2016, mentre nel 2014 il lago di Varese sarà la sede di allenamento della nazionale under 23 in vista del Campionato del Mondo. Abbagnale ha affermato, infine, che sta lavorando per avere la copertura RAI sia per l’appuntamento iridato e sia per la Coppa del Mondo 2015.

Il quarto intervento è stato quello di Giovanni Miccoli, Presidente della SC Canottieri Nettuno, che ha ringraziato tutte le Società che sono state vicine al sodalizio nel momento in cui la Società è stata colpita dall’incendio che ha distrutto il parco barche. Seguendo nell’intervento, Miccoli ha posto l’accento sulla parte della Relazione riguardante il bilancio e la sua interpretazione che ha ritenuto strumentale nei confronti della passata gestione. A Miccoli ha risposto il Vice Presidente Tizzano che ha confermato come negli istogrammi sia stato riportato solo un dato contabile e analitico e che non è intenzione della Federazione voler denigrare il lavoro degli altri. Per quanto riguarda il danno ricevuto dalla società nell’incendio, la Federazione sarà sempre accanto al sodalizio.

L’ultimo intervento è stato quello del Presidente della Canottieri San Miniato, Enzo Ademollo, che ha riporta l’attenzione sulla formazione dei dirigenti in maniera che questi abbiano una visione a trecentosessanta gradi del mondo remiero. Il secondo punto evidenziato è stato quello del reclutamento giovanile, che ritiene sia importante per tutti. Ad Ademollo ha risposto il Vice Presidente Tizzano che ha confermato l’intenzione di aprire la formazione dei dirigenti, mentre per il reclutamento ha evidenziato che la Federazione sta lavorando per la predisposizione di un progetto con il MIUR per l’alfabetizzazione motoria e quella dei Licei Sportivi. Due iniziative che daranno forza al reclutamento giovanile. Al termine degli interventi il Presidente dell’Assemblea ha dichiarato chiusa l’Assemblea per quanto riguarda la lettura della Relazione invitando tutti a partecipare alla pausa pranzo.

 

Prossime Regate

  • Candia Canavese - 23-24/03/2019
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
    Equipaggi Regionali
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
  • Sabaudia - 23-24/03/2019
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
    Equipaggi Regionali
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.