San Miniato: a Torino per la Gran Fondo, Campioni e Stefanini
 in Nazionale


SAN MINIATO, 10 febbraio 2012 - Pochi ma buoni, è così che la Canottieri san Miniato si presenterà a Torino questo fine settimana per una due giorni di grande canottaggio sul Po, con la ventinovesima edizione al sabato della D’Inverno sul Po, regata di fondo internazionale, e la domenica con la seconda prova del circuito Gran Fondo di Coppa Italia, entrambe lungo un percorso di sei chilometri.

Alla D’Inverno sul Po il circolo giallorosso guidato sul campo dal presidente Enzo Ademollo si presenterà con due doppi, uno Junior femminile e uno Cadetti femminile.

Il primo è formato da Giulia Campioni e Rebecca Corsoni, equipaggio affiatatissimo dal momento che procede sin dal primo anno della categoria Ragazzi. In particolare la prima, Giulia, è in cerca di riscatto dopo l’amaro quarto posto per appena un decimo di secondo ai Campionati Italiani Indoor di Livorno del 29 gennaio.

Il secondo vede insieme un altro binomio che già da due anni è inscindibile sui campi di gara, dove per altro tra gli Allievi ha inanellato un successo dietro l’altro: si tratta di Soraya Corsoni e Chiara Yahya, che affronteranno altri otto equipaggi, tra i quali tre di casa (Sisport FIAT, Amici del Fiume e CUS Torino) e uno dalla Svizzera, il Locarno.

Barche miste invece la domenica alla Gran Fondo nazionale. Da seguire qui è soprattutto l’otto Junior femminile che vedrà Giulia in barca con altre sette azzurre: le sorelle palermitane campionesse mondiali ed europee in due senza Giorgia e Serena Lo Bue, le fiorentine Beatrice Arcangiolini, Sofia Ferrara e Lucrezia Fossi, la romana Ludovica Lucidi e la pisana Silvia Terrazzi (timoniera Alexandra Carramusa del Palermo).

Un progetto ambizioso quello dell’otto Junior rosa, che ha in programma la partecipazione alla gara internazionale di fondo in programma a marzo a Londra, una delle più prestigiose del calendario remiero, nella culla del canottaggio. Prima però c’è la prova del Po, dove l’armo con sopra la giallorossa affronterà equipaggi di provato valore come quello nazionale tedesco e quello del Gavirate.

Domenica alla Gran Fondo scenderanno in acqua nuovamente anche Soraya Corsoni e Chiara Yahya, che gareggeranno nella gara del quattro di coppia Cadetti femminile in un misto con lem pugliesi Sara Monte e Alessia Tria del Pro Monopoli.

Intanto in attesa della due giorni torinese, per la San Miniato arrivano ottime notizie anche dalla Nazionale: Giulia Campioni, sempre lei, è stata convocata assieme ad altre venti atlete per il raduno Junior femminile che il Commissario Tecnico del settore Josy Verdonkschot ha fissato a Piediluco dal 25 al 28 febbraio.

Dal lunedì 13 e per due settimane a Varese invece, raduno del Gruppo Olimpico Senior: tra i convocati non manca naturalmente Matteo Stefanini, ex della Canottieri San Miniato, i cui colori ha portato ai Giochi Olimpici di Atene nel 2004 in singolo, e che oggi vogando per le Fiamme Gialle si sta preparando per la manifestazione a cinque cerchi di Londra.


Ufficio Stampa Canottieri San Miniato
 

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.