Medaglie e sorrisi per il remo piemontese a Piediluco


TORINO, 24 settembre 2012 - Dopo gli ottimi risultati in campo internazionale conquistati nel corso dell’anno dal remo piemontese, la stagione sta volgendo al termine, e restano da assegnare i titoli tricolore 2012 nelle varie categorie.
Nel corso del week-end appena conclusosi è toccato alle categorie Ragazzi ed Under 23, impegnate sul lago di Piediluco per i Campionati Italiani.
La manifestazione ha visto la presenza di 764 atleti (934 atleti-gara), per un totale di 408 equipaggi, in rappresentanza di 108 le società; per il Piemonte hanno preso parte all’appuntamento Amici del Fiume, Armida, Candia2010, Cannero, Cerea, CUS Torino, Esperia, Omegna e Sisport Fiat, schierando circa 30 equipaggi, per un totale di oltre 60 atleti.
Ottimo il bilancio per i nostri armi: ben 16 equipaggi hanno infatti conquistato la finale A, salendo sul podio per 7 volte (1 oro, 2 argenti e 4 argenti).

In campo Ragazzi oro per il due senza femminile Armida di Andrea Jorio e Nicole El Haddad, che ha coronato con questo successo una grande stagione; il due senza femminile è stata una specialità monopolizzata dagli armi torinesi: oltre l’oro delle giovani atlete dell’Armida, Ludovica Crivellaro e Chiara Galli (Sisport Fiat) hanno conquistato il 3° posto, davanti ad Elisa Gagliarducci e Sara Prandini, del Cus Torino.
Nel doppio ragazzi, Pietro Capelli ed Amedeo Feneziani (R.S.C. Cerea) hanno conquistato il quinto posto; quinto posto anche per il quattro di coppia femminile Amici del Fiume di Luisa Baiocco, Elena Crosio, Cecilia Saffirio e Marta Zoppi, e per l’otto maschile Armida di Andrea Ferrari, Eugenio La Rosa, Alberto Perona, Francesco Perona, Pietro Scovazzo, Leonardo Zanin, Davide Vallosio, Marcos Trojan e Cosmin Muscalu (tim.).
8° posto infine nel singolo maschile per Eugenio Zabolotnii (Cus Torino) e per il quattro di coppia Esperia di Massimo Turbiglio, Marco Vesco, Vittorio Voena ed Alessandro Visentini.

In campo Under 23 due medaglie di argento sono giunte dal doppio maschile di Luca Lovisolo e Guido Gravina (R.S.C. Cerea), giunti al traguardo con pochissimo distacco dai primi (Miccoli/Cagna) e dal 2 senza pesi leggeri Armida di Alberto Di Seyessel e Jacopo Gandiglio, giunti alle spalle del 2 senza di Serpico e Schisano.
I tre argenti conquistati portano tutti i colori della stessa società, la Sisport Fiat: Gaia Palma conquista il bronzo alle spalle di Alessandra Patelli e Giada Colombo, Francesco Pegoraro conquista il bronzo pesi leggeri alle spalle di Matteo Mulas ed Andrea Micheletti, e poco dopo sale a bordo del 4 senza pesi leggeri con Michele Quaranta, Roberto Zeppegno ed Edoardo Tolu, conquistando il 3° posto alle spalle degli equipaggi della Limite e dello Stabia.
Il Cus Torino conquista il quarto posto nel singolo pesi leggeri femminile con la giovane Greta Masserano, che poco dopo conquista il 7° posto con Camilla Noè a bordo del doppio.
Ottavo posto, infine, per la Cerea nel quattro di coppia pesi leggeri di Riccardo Lovisolo, Guido Gravina, Matteo Giacosa ed Emanuele Giacosa.


ALESSANDRO POLATO

  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.