Babboni oro a Kazan. A Roffia assegnati i titoli Toscani


FIRENZE, 10 settembre 2012 -  Nonostante la poca acqua nel bacino di Roffia e la mancanza di alcuni atleti, dovuta prevalentemente alla vicinanza della gara con il periodo delle vacanze, si sono svolti in un’ottima cornice a San Miniato i Campionati Toscani Ragazzi, Junior, Pesi Leggeri & Senior, unitamente ai quali si è svolta anche la gara Regionale per Allievi & Cadetti.Sugli scudi la Firenze di Luigi De Lucia, che ha fatto razzia di titoli portando all’ombra del Ponte Vecchio la bellezza di nove allori regionali. Da segnalare, alle porte dei Tricolori Ragazzi di Piediluco e dopo i successi dei due Meeting Nazionali di marzo e aprile (doppio successo su due senza, quattro senza e otto, oro e argento nel quattro con), i successi nel due senza e quattro senza Ragazzi e nell’otto Junior (con equipaggio interamente composto da Ragazzi), e la doppietta dei quattro azzurri Junior: i campioni mondiali Stefano Oppo, Lorenzo Pietra Caprina e Pietro Zileri, con Jacopo Mancini vincono quattro di coppia Junior e quattro senza Senior. Bene anche Andrea Marcaccini, reduce dal quinto posto sul quattro con ai Giochi Paralimpici di Londra, che vince doppio e quattro di coppia Senior.

Prestazione super anche per i ragazzi del Viareggio: Arianna Mazzoni fa doppietta sul singolo Ragazzi (battendo la compagna di squadra Emma Torre) e Junior femminile, e rafforza così la sua candidatura a essere tra le favorite per il Campionato Italiano Ragazzi femminile sullo skiff; doppietta bianconera anche nella specialità del doppio, dove Lorenzo Fornaciari e Alberto Dini firmano i successi sia tra i Ragazzi che tra gli Junior.

A poker è forte anche la VV.F. Billi-Masi, che si scopre regina del singolo. Tutti e quattro i successi infatti vengono da lì: due portano la firma della medagliata iridata Pesi Leggeri Under 23 Eleonora Trivella, che vince prima la gara Under 23 e poi quella Senior femminile, mentre gli altri due arrivano da Maria Giulia Parrinelli (singolo PL femminile) e Mirko Lodino.

La Limite fa tripletta, grazie a Tommaso Borsini, che vince il singolo nella propria categoria, al due senza Junior del cugino Matteo, campione del Mondo Junior sull'otto, e di Sasha Puccioni e al doppio Ragazzi femminile di Martina Dori e Allegra Francalacci. La truppa di Borsini è protagonista anche nell’otto Junior, dove fa sudare il successo alla Firenze (appena mezzo secondo il divario finale) lasciando intendere che a Piediluco per il titolo sarà battaglia.

Tris anche per l’Arno Pisa: sorprende Francesco Vanni, che domina letteralmente il singolo Ragazzi, mentre nella cassaforte di Nicola Iannucci finiscono anche due doppi rosa, quello Junior di Silvia Terrazzi e Alessandra Ruggeri, e quello Senior dove la stessa Silvia arriva all’oro con Gaia Nencini.

Terzo e ultimo tris di giornata è quello del Pontedera, con Manuel Igneri che domina il singolo sia Senior che Under 23, mentre Alessandro Augusti e Francesco Preti regalano al presidente Lorenzo Bertini, fresco di operazione alla schiena e presente a fare il tifo per i suoi ragazzi, il due senza Senior.

Un titolo anche per l’Orbetello: in laguna approda il titolo toscano del doppio PL grazie ad Alessio Marzocchi e a Francesco Ventura. Nella gara Regionale Allievi & Cadetti, è invece proprio il club di Bruno Santi a risultare il più vincente, con quattro successi. Con tre vittorie seguono Arno Pisa, Limite e i padroni di casa della San Miniato, a due si fermano Livornesi e VV.F. Tomei, mentre un successo a testa lo colgono Firenze, Pontedera e Solvay. A medaglia, senza cogliere però mai la vittoria, vanno anche Paolo D’Aloja Chiusi, Viareggio, Giacomelli Pisa e Cavallini Calcinaia.

I successi del remo toscano non si fermano però in questo felice weekend alle gare samminiatesi. Perché a Kazan, in Russia, ai Mondiali Universitari, uno dei due ori della spedizione azzurra del CT Universitario Paolo Di Nardo porta la firma di Davide Babboni, viareggino oggi tesserato per la Marina Militare di Sabaudia.

Il suo due senza con il collega Luca Parlato dopo essere entrato brillantemente in finale è stato protagonista di una gara epica: quarto ai 500 metri, l’equipaggio italiano ha effettuato uno sprint vero e proprio dai 1000 metri in poi, costringendo con un forcing grandioso negli ultimi 250 metri i francesi a cedere. Alla fine il podio dice Italia, Russia a un secondo e sedici e Francia, sfiancata dopo essere stata in testa dal via fino ai 1800 metri, terza a quasi due secondi e mezzo.

Per Babboni, terzo ai Mondiali Under 23 del 2009 a Racice nel doppio PL con il pontederese Tommaso Sacchini, si tratta del secondo oro iridato: il primo era arrivato proprio in un Mondiale Universitario, nel 2010 a Szeged, in Ungheria, in doppio con Leonardo Boccuni.

A Kazan dell’Italia targata Di Nardo faceva parte anche la samminiatese Serena Cicerchia, oggi tesserata per i liguri della Murcarolo. Nella specialità del singolo PL femminile, Serena dopo il quinto posto in batteria non è andata oltre il medesimo piazzamento nel recupero, per poi chiudere al terzo posto in finale B (nono complessivo).


Niccolò Bagnoli - Ufficio Stampa Comitato FIC Toscana -



 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.