Tripletta della Lario agli Italiani


COMO, 06 giugno 2011 - Eguagliare o anche solo avvicinarsi all'impresa dello scorso anno, con quattro titoli italiani sembrava cosa impossibile (due anni fa si era ottenuto un solo scudetto). Ma la Lario torna dai Campionati Italiani di Gavirate validi per la categoria Ragazzi, Under23 e Adaptive Rowing con una splendida tripletta. Secondo titolo consecutivo per Davide e Lorenzo Gerosa, Andrea Guanziroli e Massimiliano Masperi nel quattro di coppia Ragazzi. E' nettissimo il divario di questa barca rispetto a tutti gli avversari. La pur quotata Gavirate giunge dopo 5"20, l'Aniene dopo 9"40. Cosa dire di questa barca? E' vero che può essere dannoso per i futuro stesso dei ragazzi, esaltare troppo un equipaggio giovanile, ma in 120 anni di storia la Lario ha trovato raramente una barca così vincente. E i complimenti vanno naturalmente ai quattro moschettieri, alle loro famiglie e a chi li ha formato in acqua in questi anni: Davide Noseda, Oscar Donegana e il direttore tecnico Stefano Fraquelli. Da registrare nella categoria Ragazzi anche la bellissima medaglia d'argento per Riccardo Coan e Federico Malacrida (al loro primo Campionato italiano Ragazzi) dietro alla Terni di 1" e 50 e davanti alla Lecco. Il quattro con di Lucarelli, Rainoldi Vergottini, Minussi e Butti è giunto invece quinto al traguardo.

La categoria Under 23 si apre invece con l'ottavo posto della giovane Silvia Ferrari in singolo e con il bronzo comunque pesante nel due senza di Carlo Stradella e Marius Wurzel dietro alla Posillipo e alla Savoia. La barca, protagonista degli ultimi Mondiali di categoria ha dovuto fare i conti nelle scorse settimane con la doccia gelata della mancata convocazione in azzurro di Carlo Stradella. Un contraccolpo che si è sicuramente fatto sentire nel rush finale di preparazione a questi Campionati italiani. Per loro comunque un podio importante. Stradella e Wurzel si sono misurati solo un'ora più tardi anche sul quattro senza, barca con cui la Lario lo scorso anno aveva vinto praticamente tutto. Casetti ha però lasciato il canottaggio, lo sostituisce l'ex azzurro nei pesi leggeri Luca Durini (che per frequentare l'università non può però allenarsi con costanza) se a questo si aggiunge che Andrea Corti è rientrato da poco dopo il serio infortunio al ginocchio, il quarto posto dietro Firenze, Lazio e Sisport (questi ultimi a soli 30 centesimi dalla Lario) è comunque positivo.

Così oltre che dal settore Ragazzi, gli scudetti alla Lario arrivano dalle donne. Il doppio pesi leggeri delle azzurre Giulia Longatti e della campionessa del mondo Sabrina Noseda conferma il risultato dello scorso anno lasciando le avversarie della Nino Bixio a oltre 7" e le terze della Milano a 14". Per la Noseda si tratta del terzo successo consecutivo agli italiani su questa barca. Un'ora più tardi Sabrina e Giulia sono sul quattro di coppia assoluto con Aurelia Wurzel e l'azzurra Gaia Marzari. Lo scorso anno fu un oro nel doppio e oro nel quadruplo, ma quest'anno la Gavirate schiera le due quotate azzurre Valentina Calabrese ed Elisa Scapolo, Silvia Torsellini (fresca dell'oro sul doppio assoluto) e Veronica Lozza. Al traguardo le giovani donne con il body bianconero avranno 2"40 di vantaggio sulle avversarie e possono così festeggiare un altro splendido oro. Per la Noseda si tratta del 12° titolo Tricolore in carriera, un risultato che pur ancora giovanissima, la consacra nella storia ultracentenaria della Lario. Sempre nel settore femminile le due Marta, Giacchero e Labate hanno ottenuto il sesto posto in doppio.

Nella sezione Adaptive Rowing la Lario festeggia l'argento tra i disabili mentali raccolto sul quattro con Gig dai tre ragazzi dell'Istituto Villa Santa Maria di Tavernerio, Christian Kumbo, l'azzurro Luca Varesano e Beatrice Livio, con Manuel Vaccaro dell'Armida al carrello numero quattro e il terapista di Villa Santa Maria Fausto Panizza a timonare. Tra i disabili fisici, Christian Beretta giunge quarto sul quattro con dell'Armida. Grande grinta e quinto e sesto posto per Giovanni Tentori e Alberto Stucchi nel singolo categoria "As". Un risultato che fa ben sperare il presidente della sezione disabili, Paolo Tornari a poche settimane dalla grande manifestazione dell'Inail nel Primo bacino del Lago di Como, in programma il 26 giugno prossimo.


Nelle foto (Foto C.Cecchin - Canottaggio.org ©) i tre equipaggi campioni d'Italia


Paolo Annoni - Ufficio Stampa Canottieri Lario

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.