Vince Mancini, Giulia e Rebecca bronzo: en-plein San Miniato a Torino


SAN MINIATO, 14 febbraio 2011 - Che abbia preso la via dell’inarrestabilità? Non possiamo ancora saperlo, la stagione è appena agli inizi, ma le premesse perché Jacopo Mancini, al secondo anno nella categoria Ragazzi e al primo con i colori della Canottieri San Miniato dopo essere nato al Club Remiero Calcinaia, possa ricalcare le orme di un altro giovane giallorosso che a 15/16 anni mangiava tutto e tutti in ogni gara che faceva (ogni riferimento è puramente casuale: Matteo Stefanini…) , sembrano esserci.

Jacopo infatti, dopo aver dominato la stagione indoor vincendo al remoergometro prima il titolo toscano a Livorno a metà gennaio e due settimane dopo quello tricolore a San Benedetto del Tronto, sempre nella categoria Ragazzi, non ha fallito neppure alla sua prima uscita ufficiale in acqua per la società presieduta da Enzo Ademollo.

Domenica 13 febbraio a Torino infatti, impegnato nel quattro di coppia Ragazzi selezionato appositamente dal CT del settore Junior Claudio Romagnoli nell’ambito del Progetto Giovani della FIC (e che lo ha visto gareggiare con Luca Lovisolo e Vittorio Serralunga del Cerea e Stefano Morganti della Tremezzina), Jacopo ha vinto la Gran Fondo nazionale, ma aperta anche ad equipaggi stranieri, valida per la quarta prova della Coppa Italia.

Sei chilometri, tanto è durata la regata stravinta dal quadruplo di Mancini, che ha rifilato 21” al CRV Italia medaglia d’argento e un minuto spaccato ai francesi del Rhone-Alpes, lasciando le briciole inoltre ad altri diciotto equipaggi (ventuno i quattro di coppia al via).

Tre gare, tre vittorie per Jacopo, che guarda caso all’esordio in barca per la San Miniato ha vinto nel quattro di coppia, specialità dove Matteo Stefanini, prodotto del club del lago di Roffia oggi nelle Fiamme Gialle, ha vinto l’argento a novembre ai Mondiali Assoluti in Nuova Zelanda. Corsi e ricorsi? Tocca a Jacopo la risposta…

Passando alle altre due atlete della San Miniato a Torino, non c’è di che lamentarsi: Giulia Campioni e Rebecca Corsoni, in gara nel quattro di coppia Ragazzi femminile con le cremonesi Micol Ceruti e Rebecca Gerevini della Baldesio, hanno conquistato il bronzo dietro alle francesi dell’Equipe de France e del Rhone-Alpes, giungendo dunque prime tra le italiane, con 17” di vantaggio sulla Bissolati, altra società cremonese (nove in totale gli equipaggi al via).

Il bronzo di Giulia e Rebecca a seguito dell’affermazione di Jacopo tra i maschi è la dimostrazione di come la Canottieri San Miniato, dopo un anno di transizione nel quale comunque i risultati che si potevano raggiungere sono stati raggiunti (due medaglie ai Campionati Italiani nel 2010)sia ripartita, grazie anche al lavoro del nuovo tecnico Giorgio Bani, come ci tiene a precisare anche il presidente Ademollo: “con Giorgio c’è sinergia, ha trovato un gruppo unito e ci sta mettendo del suo per formarlo a dovere, e questi risultati sono la riprova del fatto che la San Miniato sta lavorando molto bene”.

 

Ufficio Stampa Canottieri San Miniato

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.