Eton: Risultati e Resoconti FINALI domenica


ETON, 06 agosto 2011 - E' tutto pronto a Eton per l'ultima giornata di finali dei Mondiali Junior. Dopo le storiche vittorie dell'otto maschile (la prima in 42 anni) e del due senza femminile, dopo il bronzo del quattro con è il momento del quattro di coppia maschile (11:20) e di Elena Coletti (11:35). Vento a favore laterale, c'è comunque il sole sul campo di regata che nel 2012 ospiterà i Giochi Olimpici.

 

FINALI
 

Otto femminile

1) GER (Luisa Uhlig, Elisaveta Sokolkova, Anne Dietrich, Juliane Bosse, Sophia Wuellner, Marisa Staelberg, Mara Koelker, Nadine Seehaus, Deborah Walther) 6’20”16, 2) ROU (Dana-Adina Szekely, Florentina Filipovici, Maria Simion, Ana-Maria Aftode, Andreea Birica, Madalina Buzdugan, Elena-Lavinia Tarlea, Viviana-Iuliana Bejinariu, Georgiana Danciu) 6’23”66, 3) USA (Deidre Fitzpatrick, Katherine Toothman, Logan Harris, Caitlin Byrnes, Georgia Ratcliff, Madeleine Wolf, Charlotte Passot, Abigayle Young, Christine Devlin) 6’32”28

Singolo maschile

1) GER (Stephan Riemekasten) 7’03”41, 2) GRE (Alexandros Dafnis) 7’05”42, 3) UKR (Andrii Mykhailov) 7’05”78, 4) IRL (Paul O'Donovan) 7’06”10, 5) LAT (Gints Zunde) 7’18”57, 6) SUI (Augustin Maillefer) 7’21”38

Singolo femminile
Elena Coletti parte bene, terza a 92 centesimi dall'irlandese Nixon. Una gara equilibratissima, interpretazione perfetta da parte della singolista della Lavoratori Terni. Il suo ritmo e la sua tecnica sono ottimi. Ai 1000 è praticamente prima, scalzata anche la lettone Gulbe con la tedesca Beenken a soli 2 centesimi. Quattro singoliste in 57 centesimi, tutto può succedere. Le sue avversarie fanno valere la loro forza nella seconda parte del percorso. Elena è una tigre, non si arrende. Scivola al quarto posto, non si abbatte e ci prova sino in fondo. Il podio sfuma, rimane la certezza di un'atleta di grande valore per il nostro futuro. Brava Elena! ITALIA QUARTA

1) GER (Anne Beenken) 7’58”00, 2) IRL (Holly Nixon) 7’59”56, 3) LAT (Elza Gulbe) 8’02”62, 4) ITA (Elena Coletti) 8’05”29, 5) DEN (Emma Kiehn) 8’10”75, 6) CZE (Lucie Zabova) 8’17”94

Quattro di coppia maschile
L'ora della verità per Marco Chiodelli Palazzoli, Luca Rambaldi, Marco Ferracci e Marco Calamaro. Partenza contenuta, passaggio ai 500 in quarta posizione a 2''40 dalla Nuova Zelanda. Troppi, ma non sono i kiwi il nostro principale problema. Il passo della barca azzurra è buona, Calamaro e compagni sfilano la Germania ai 1000 e, ai 1300, si mettono dietro anche la Nuova Zelanda in vistoso calo. C'è solo la Romania tra l'Italia e il suo terzo oro in questo Mondiale. Gli azzurri ci provano in tutti i modi, manca quel qualcosa in più nel finale per fare la differenza. La Romania, già campione d'Europa, è più brillante e vince con 1''60 di vantaggio sull'Italia 2''34 sulla Germania. Bravissimi ragazzi, quarta medaglia per noi al Mondiale. ARGENTO ITALIA!

1) ROU (Ioan Prundeanu, Ionut Luca, Adrian Cionca, Cosmin-Ilie Cuciurean) 6’01”62, 2) ITA (Marco Chiodelli, Luca Rambaldi, Marco Ferracci, Marco Calamaro) 6’03”22, 3) GER (Maximilian Schaefer, Ole Daberkow, Finn Schroeder, Rene Stueven) 6’03”96, 4) NZL (Lewis Hollows, Mitchell Horner, Stephen Jones, Scott Green) 6’07”97, 5) NED (Job Heidweiller, Amos Keijser, Nicolas Van Sprang, Abe Wiersma) 6’09”91, 6) HUN (Csongor Meszaros, Gergely Papp, Jozsef Matheisz, Bendeguz Petervari-Molnar) 6’09”92

Doppio maschile

1) GER (Kai Fuhrmann, Denis Sittel) 6’33”66, 2) FRA (Hugo Boucheron, Alberic Cormerais) 6’36”65, 3) CZE (Adam Sterbak, Martin Slavik) 6’40”36, 4) SUI (Barnabe Delarze, Roman Roeoesli) 6’47”93, 5) SLO (Jan Kanduc, Jernej Markovc) 6’49”45, 6) GBR (Edward Grisedale, Joseph Guppy) 6’51”19

Doppio femminile

1) LTU (Milda Valciukaite, Ieva Adomaviciute) 7’17”87, 2) GER (Julia Leiding, Constanze Sydow) 7’19”35, 3) FRA (Elodie Ravera-Scaramozzino, Daphne Socha) 7’20”10, 4) ESP (Uxia Saborido Santiago, Aina Cid I) 7’20”77, 5) CAN (Annaliese Ionson, Erin Snelgrove) 7’23”42, 6) RSA (Jenienne Curr, Kayleigh Scheepers) 7’29”75

Due senza maschile

1) ROU (Vlad-Dragos Aicoboae, Toader-Andrei Gontaru) 6’50”49, 2) ESP (Alvaro Romero Garcia, Alejandro Fernandez Lomba) 6’51”83, 3) GRE (Konstantinos Christomanos, Alexandros Louloudis) 6’53”10, 4) GER (Malte Daberkow, Hannes Staffeldt) 6’54”37, 5) SRB (Nikola Simovic, Vuk Matovic) 6’57”73, 6) RSA (Vincent Breet, Michael Voerman) 7’03”74

  

Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
    Tabella Orari previsti
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.