Campionati Italiani Ragazzi. Quando a vincere è lo sport


NAPOLI, 14 giugno 2010 - Ieri durante le finali del campionato Italiano ragazzi si è consumato un momento bellissimo e allo stesso tempo durissimo di questo nostro magnifico sport.

Finale del 2 senza ragazzi in corsia 4 e 5 ci sono i due equipaggi leader che si incontrano di nuovo come accaduto il mese prima a Varese. I ragazzi dell'Ilva, nel rispetto profondo dei loro avversari dell'Aniene, si sono nell'ultimo mese allenati duramente per sovvertire l'ordine di arrivo di Varese. I due equipaggi danno vita forse, insieme alla finale del singolo ragazzi, alla più bella finale di questi campionati. Copione rispettato con l'Ilva che va via in partenza e insieme all'Aniene fanno il vuoto. Le due barche palata su palata si inseguono , ai 1000 ancora bene prima Ilva, ai 1500 ancora prima Ilva ma il distacco si riduce , ai 250 non c'è più luce e con l'avversario che incalza arriva un piccolo errore tecnico da parte dell'equipaggio in testa, l'avversario passa sul filo di lana. Grande gioia per chi vince, grande delusione per gli sconfitti.

E' qui che il nostro sport fa la differenza con gli altri sport ovvero nella capacità degli sconfitti di ammettere la forza dei vincitori e nella capacità dei vincitori di rendere gli onori ai loro grandi avversari. Questi 4 ragazzi (Di Francesco, Portaccio, Cuollo, Lamagna), di cui sono certo il nostro sport sentirà parlare a lungo, dopo la regata hanno dimostrato di essere 4 grandi atleti e 4 piccoli grandi piccoli uomini scambiandosi i body e congratulandosi a vicenda nella gioia e nel dolore della sconfitta. Un particolare plauso vorrei dedicarlo al capovoga del 2 senza dell'Aniene Luca Di Francesco per le bellissime parole di stima e di affetto inviate ,attraverso i social network, ai nostri ragazzi. Noi dell'Ilva ieri abbiamo perso con grande onore sul campo ma grazie ai nostri ragazzi e ai ragazzi dell'Aniene ha vinto tutto il nostro sport.

Sergio Cuollo

d.s. sezione canottaggio Circolo Ilva Bagnoli

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.