CoastalRace 2010


SANREMO, 31 ottobre 2010 - La settima edizione della traversata remiera Sanremo - Montecarlo (CoastalRace 2010) è stata contrassegnata dalla duplice vittoria del Comitato Organizzatore e del Cus Pavia.

Il COL festeggia il record di iscrizioni (20 barche) e di partecipazione (16 barche) di quattro di coppia con timoniere e la sconfitta delle avverse condizioni meteorologiche, che hanno indotto a qualche ritiro, ma che sono state superate dall'inversione del percorso previsto inizialmente da Monaco a Sanremo in quello con partenza anche grazie al suggerimento del Metereologo per eccellenza del Ponente Ligure, Achille Pennellatore, che aveva previsto l'arrivo di vento e mareggiata da levante in aumento nella mattinata di sabato.

Il Cus Pavia ha invece conquistato il trofeo del vincitore sia nella classifica assoluta che in quella dei CUS.

16 equipaggi al via con partenza “ancorata” dalle spiagge Morgana ed Italia ed una volata per uscire indenni dalla bocca del Porto e dalla boa di virata posta 250 mt. fuori dal moli alla quale transitava al comando l’equipaggio del Cus Pavia davanti a VVFF Tomei Livorno e Misto Master Gavirate-Sanremo-ProMonopoli. Alle loro spalle si scatenava la bagarre ed a farne le spese era l’equipaggio del Cus Milano (Zini) costretto a cambiare un remo dopo un abbordaggio con Sanremo 1 (Battaglia).

Nel bordo verso Capo Nero il Misto Master attaccava e superava i livornesi, consolidando la seconda posizione nel Golfo di Ospedaletti. All’altezza di Capo Ampelio approfittando del moto ondoso a favore che riuscivano a sfruttare meglio degli avversari i terribili “vecchietti” mettevano la prua anche davanti ai patavini, ma un incidente “tecnico” (apertura dello scalmo della seconda voga) ne rallentava la navigazione.

Tra Bordighera e Ventimiglia il vento teso proveniente dalla Valle del Roia impediva nuovi attacchi tra i battistrada ma ampliava il loro vantaggio sugli inseguitori, con i VVFF Tomei insidiati da Elpis (Bonfà), Nizza 1, Ginevra e Cus Milano (Zini) in rimonta.

Tra le Calandre ed il Capo La Mortola il vento tornava a soffiare a favore della rotta degli equipaggi ed a formare onde portanti sulle quali i Master surfavano con maggior perizia degli Universitari pavesi consentendo loro un nuovo attacco all’altezza dei Balzi Rossi; il Cus Pavia rintuzzava l’attacco anche grazie al favore di lato nell’approccio alla boa di terra posta davanti al Porto Vecchio di Mentone ed affrontava Cap Martin controllando gli inseguitori.

Un nuovo cambio nella direzione del vento ed un mare formato di onda lunga alta quasi due metri rendevano difficili nuovi attacchi tra i battistrada e rendevano difficile agli equipaggi attardati le ultime 3 miglia della regata per l’aumento progressivo dell’intensità del vento.

Finalmente Montecarlo ed il traguardo posto all’altezza del tunnel del Lowes dopo 32 km. e 500 mt. di mare, onde e vento con il Cus Pavia (Gianluca Santi, Giuseppe Alberti, Davide Banti, Luca Vigentini, tim. Igor Ravasi) a chiudere il percorso in 2 h. 30’ con 20” di vantaggio sul Misto Master Gavirate-SanRemo-ProMonopoli-Monaco (Luca Frigo, Renato Alberti, Augusto Ciminelli, Angelo Pugliese, tim. Delphine Troudart) ed oltre 3’ sui VVFF Tomei di Livorno (Zamboni, Melosi, Banti, Martelli, tim. Sacco).

Nelle classifiche di categoria vittoria nella classifica assoluta per Cus Pavia, vincitrice anche tra i Cus davanti a Milano e Nizza, del Misto Gavirate-SanRemo-ProMonopoli-Monaco) tra i master under 50, di Sanremo 1 (Battaglia, Raffa, Bosco, Vellani, tim. Bosco) tra i master over 50 e dell’Armida (Alessandra Sereno, Alessandra Leva, Antonella Degli Esposti, Monica Chirieleison, timoniere Riccardo Italiano) nella classifica femminile, queste ultime in 3 h. 15’.

Al termine della regata rientro degli equipaggi a Sanremo per la premiazione originariamente programmata sulla terrazza della Canottieri Sanremo cui hanno presenziato gli Assessori allo Sport di Regione Liguria (avv. Gabriele Cascino) e Comune di Sanremo (Alessandro Il Grande) ed il COL della Coastal Race 2010 Walter Vacchino, Gilbert Vivaldi e Renato Alberti.

Nel corso della cerimonia particolare menzione e lungo applauso per Giuseppe Alberti, di recente finalista in singolo agli Assoluti in barca olimpica, vincitore ai Campionati Italiani e terzo ai Mondiali di specialità in “solo” da Coastal Rowing, enfant du pais e figlio d’arte, cresciuto nelle giovanili della Canottieri Sanremo ed ora in forze al Gavirate ma in procinto di passare ai Giallo-Blu del Cus Pavia allenati da Vittorio Scrocchi, il circolo remiero della città dove frequenta la Facoltà di Ingegneria-Architettura.

 
Comitato Organizzatore CoastalRace

Prossime Regate

  • Candia Canavese - 23-24/03/2019
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    RISULTATI GARE
    Equipaggi Regionali
    RISULTATI GARE
  • Sabaudia - 23-24/03/2019
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    Meeting Nazionale Giovanile e Master
    RISULTATI Domenica
    RISULTATI Sabato
    Equipaggi Regionali
    RISULTATI GARE
  • Ravenna - 31/03/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.