Istanbul: la parola al responsabile Ottazzi

ISTANBUL, 24 ottobre 2010 - Presente in duplice veste sul campo di gara turco di Caddebostan: quella di dirigente della Santo Stefano a Mare, e di responsabile del settore coastal rowing, Stefano Ottazzi alla sera, in attesa delle premiazioni ha risposto di buon grado ad alcune domande:

Che cosa ne pensi dei risultati?

Rritengo che gli equipaggi italiani, abbiano tutti indistintamente fatto delle buone gare. E' evidente che gli occhi sono puntati sulle tre medaglie: quella della Tremul, di Alberti, ma soprattutto quella del 4 del Saturnia, che hanno regatato ad altissimo livello in una delle gare di maggiore contenuto tecnico lottando fino all'ultimo colpo per la medaglia. E' mancato il titolo mondiale, ma dobbiamo ritenerci soddisfatti di quanto hanno fatto i nostri ragazzi.”

L'organizzazione?

E' stata un po' deficitaria nei primi giorni, poi bisogna dire che grazie all'impegno del comitato organizzatore, le cose sono andate per il verso giusto.”

La nostra Federazione ed il coastal?

Abbiamo fatto dei bei passi avanti, ma la nostra Federazione deve continuare a credere in questa nuova disciplina affinchè anche l'Italia remiera del coastal rowing progredisca come stanno facendo altre nazioni.”

Si parla di differenza tra le barche francesi e quelle italiane...

Fino a poco tempo fa la differenza era notevole tra la francese Eurodiffusion e l'italiana Donoratico tre. Oggi, alla luce delle ultime nate nel cantiere toscano, ritengo che il gap con gli scafi transalpini si sia di molto ridotto.”

I prossimi mondiali in Italia?

Non lo so, ritengo sia ancora presto per un mondiale in Italia nel 2011. Ci sono delle realtà importanti che ci terrebbero all'organizzazione della rassegna iridata in Italia, ma credo ci voglia un po' di più tempo per reperire i mezzi anche economici per una candidatura seria.”


Maurizio Ustolin


 

Prossime Regate

  • SABAUDIA - 06/12/2020
    Campionato Italiano di Gran Fondo 4x e 8+ ANNULLATO
  • sedi varie (online) - 20/12/2020
    Italian Indoor Rowing Challenge

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.