“Euro-pertuttiugual-ion”

ISTANBUL, 22 ottobre 2010 - Nonostante fosse venuto in mente a più di qualcuno, a nessuno, per svariate ragioni, non è mai riuscito, al Coastal Rowing sì.
E' dall'epoca di Thor Nilsen, inizi anni '80, che si accarezzava l'idea di usare, nella stessa manifestazione, barche standard, tutti uguali, magari, trovate sul posto.
L'idea del mitico Thor aveva avuto uno sviluppo all'epoca con i “Maradona”, barche standard (soprattutto singoli e doppi), molto economiche, che avevano preso piede anche in Italia per un certo periodo, adottate da Paesi che non potevano acquistare presso i Cantieri Europei.
Ve lo immaginate? Nessuna distinzione tra società che possono permettersi la super-barca e quelli che per motivi economici non se lo possono permettere.
Qualcuno obiettava: quello che conta è chi, ci monta in barca...giustissimo...però...a grandi differenze corrispondono piccole diversità.
Tutto questo lunghissimo preambolo per osservare come ad Istanbul, in Turchia, al mondiale per club di coastal rowing, si sia invece verificato quello che mai si è riusciti nel canottaggio tradizionale: tutti hanno gareggiato con l'Eurodiffusion, la barca francese per l'aviron de mer che va per la maggiore.
C'è chi se l'è portata da casa, questo bisogna dirlo, però, da quello che si è potuto osservare dalle batterie (prima magari di essere smentito domani nelle finali), il livello, si è un po' “livellato”.

E in Italia?
In Italia ci sono oggi tre tipologie di imbarcazioni: l'Eurodiffusion (acquistati anche da privati), il Donoratico Tre ultimi usciti dal Cantiere toscano, i Donoratico Tre prima maniera.

Differenze?
Prendiamo come esempio solo il “solo”:

35 kg per l'Eurodiffusion
45 kg +/- per il Donoratico Tre ultimo modello
48/50 kg per il Donoratico Tre vecchio modello

E se il peso non è importante (anche se 15 kg non sono bazzecole...) guardiamo un po' la forma dello scafo... Uguale? Notizie attendibili dicono che chi al coastal ci tiene, ci tiene anche a gareggiare con una barca competitiva. Come dargli torto?



Maurizio Ustolin

 

Prossime Regate

  • SABAUDIA - 06/12/2020
    Campionato Italiano di Gran Fondo 4x e 8+ ANNULLATO
  • sedi varie (online) - 20/12/2020
    Italian Indoor Rowing Challenge

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.