In partenza gli atleti del Friuli Venezia Giulia per i Mondiali di Coastal

TRIESTE, 20 ottobre 2010 - Valigie pronte per gli equipaggi della regione che sabato e domenica prenderanno parte ad Istanbul (Turchia), ai Campionati del Mondo per club di Coastal Rowing. Nella sede del C. C. Saturnia, mercoledì pomeriggio una affollata Conferenza Stampa, presenti il Presidente del Coni provinciale Borri, del Comitato Regionale della Federcanottaggio Crozzoli, oltre ai padroni di casa: il Presidente Turri, i tecnici Barbo e Gioia, e gli atleti del club barcolano Pizzamus, Gaggi Slokar, Mangano, Milos, Ferrarese e Glionna, che scenderanno già da venerdì mattina in acque turche per le gare di qualificazione.

“E’ dal 2005, anno di introduzione del Coastal Rowing in Italia, che la nostra regione ha aderito a questa nuova esperienza, che dà possibilità di praticare la voga su qualunque tipo di campo di gara, anche quelli più battuti da vento ed onde, “ esordiva Crozzoli, “con risultati subito molto positivi, ne sono testimonianze l’imbattibilità per questi 5 anni della formazione a 4 maschile in campo nazionale, e dell’argento nel doppio femminile dello scorso anno a Plymouth (GB).” Una disciplina, il Coastal, molto praticata dalle nazioni europee sul mare del Nord, ma che si sta diffondendo a macchia di leopardo un po’ in tutto il mondo, prova ne sono la trentina di nazioni iscritte ad Istanbul, con i francesi in testa, leader della specialità, ma con nazioni sempre più numerose che si cimentano nell’aviron de meer.

“Si tratta di una disciplina che amplia gli orizzonti remieri, mettendo nelle condizioni di poter vogare anche su tratti di mare finora impraticabili per il moto ondoso.” commentava ancora il Presidente del Comitato Regionale, grazie ad imbarcazioni che fanno della sicurezza il loro cavallo di battaglia.” Della trasferta in terra di Turchia parteciperanno tre società regionali, oltre alla già citata Saturnia: la Polisportiva San Marco (forte della medaglia iridata 2009 Denise Tremul), la Canottieri Trieste (con Pietro Milos lo scorso anno 4° sempre nel singolo) ed il Ravalico. Una trasferta onerosa quella al mondiale di Coastal, potuta sostenere grazie al contributo di sponsor particolarmente vicini al canottaggio costiero come Porto Piccolo, Samer Shiping e Coop, che hanno visto di buon occhio la rassegna iridata per club.

“Abbiamo aderito volentieri alla richiesta di un sostegno economico per partecipare a questo tipo di manifestazione” sono state le parole di Cesare Bulfon, portavoce di Porto Piccolo. Dal punto di vista tecnico invece affermava coach Spartaco Barbo, “Non potremo contare sulla presenza di Federico Ustolin, partito in questi giorni per i mondiali assoluti in Nuova Zelanda, ma sono sicuro che la nuova formazione che gareggerà ad Istanbul, forte dei migliori giovani del nostro club messisi in luce nelle discipline tradizionali nel corso della stagione, non tradiranno le attese di questa vigilia.

”A Istanbul sarà presente in qualità di supervisor della Federazione Internazionale anche il giudice arbitro triestino Fabio Bolcic, che rappresenta oramai da anni un punto di riferimento per la Commissione Umpires della Fisa. Il Coastal Rowing sta diventando una disciplina alla quale risultano particolarmente attente le realtà remiere del Friuli Venezia Giulia, tanto che per il 2011 proprio alla nostra regione è stata assegnata l’organizzazione del Campionato Italiano che si svolgerà nel tratto di mare prospiciente il Castello di Duino, organizzato dalla Polisportiva San Marco in collaborazione con il Comitato regionale, oltre ad altre attività in cantiere per la prossima stagione, non ultima una manifestazione internazionale da svolgersi sulle coste istriane nella quale abbinare sport, turismo e cultura.

Maurizio Ustolin
CR FIC Friuli Venezia Giulia