Presentato il Meeting delle Società Centenarie di Genova


GENOVA, 15 luglio 2010 - Il Rowing Club Genovese festeggia i suoi primi 120 anni organizzando domenica prossima il 7° Meeting delle Società Centenarie. Appuntamento importante al campo di regata di Pra’ dove si incontrano canottaggio e storia nell’ambito di una regata che rinsalda i valori dello sport  come dimostra la sfida in otto Jole intitolata “Lo spirito dello Sport”, dove i componenti di ciascun equipaggio saranno estratti a sorte, oppure la prova in canoino riservata ai presidenti dei sodalizi iscritti.

Quest’oggi, presso la sala Direzione della Regione Liguria, è avvenuta la presentazione alla presenza del presidente del Rowing Massimo Sotteri, dell’assessore regionale allo sport Gabriele Cascino, del consigliere federale Sergio Morana, del presidente FIC Liguria Claudio Loreto, del presidente del Coni Genova Carlo Nicali e della vicepresidente del Coni Liguria Anna Del Vigo.

Un week end speciale per il sodalizio di Massimo Sotteri. Il Meeting delle Società Centenarie arriva esattamente a 120 anni di distanza dalla data della fondazione del Rowing Club Genovese. Una storia davvero affascinante, ricca di particolari. Il 17  luglio 1890, in una sala di Palazzo Tursi,  un'appassionata assemblea sancisce la nascita della società e, una settimana dopo, una seconda riunione definisce le cariche sociali nominando primo Presidente il marchese Gian Maria Cambiaso, affiancato dal direttore Ettore Bocciardo. I colori prescelti sono l'azzurro e il blu.

Il Rowing Club Genovese si installa al Molo Vecchio, in un elegante palazzina di stile moresco. Il primo alloro importante è il titolo italiano nello skiff (singolo) nel 1892. La prima guerra mondiale costringe i soci ad abbandonare il Molo Vecchio trasferendosi così a Sturla. Alla fine del conflitto bellico, alla quale il Rowing paga un tragico tributo con 14 caduti, diventa presidente Emilio Bruzzone che ottiene una nuova concessione edilizia per il Molo Giano dal Consorzio Autonomo del Porto. Dal 1928 la nuova sede si trova nel porticciolo Duca degli Abruzzi, personalmente progettata dal socio Luigi Carlo Daneri. Intanto il "4 con" del Rowing (Cipollina, Cerato, Casanova, Ballestrero timoniere, Berninzone) conquista il titolo italiano nel 1923 e vola poi a difendere i colori italiani alle Olimpiadi di Parigi (finalista).

Nuove necessità belliche spingono il Rowing Club Genovese a sgombrare la propria sede depositando mobili e imbarcazioni in un magazzino a Porta Etiopia. Purtroppo il magazzino viene presto distrutto, la stessa sede sociale è annientata ma tutto ciò non abbatte l’entusiasmo dei soci. L’attività riprende dopo la riparazione dell’ala e la ricostruzione della calata.

Oggi il Rowing Club Genovese è un sodalizio che può contare sull'entusiasmo di una dirigenza affiatata e su giovani allenatori che lavorano soprattutto per la crescita del vivaio. A fianco del canottaggio, ci sono le sezioni di vela (prima affiliazione negli anni Settanta) e pesca sportiva.Tornando a domenica prossima, le gare si svolgeranno su una distanza pari a 500 e metri e coinvolgeranno tutte le categorie (dagli Allievi ai Master). La Coppa Rowing 120° andrà alla società che avrà ottenuto il maggiore punteggio (non sono ammesse alla classifica le società non centenarie). Il Trofeo Giovanile 120° vede protagonisti Allievi e Cadetti, il Trofeo Coni 120° i Ragazzi, Junior e Senior, la Coppa Master 120° ovviamente i Master.

A proposito delle società iscritte, a Pra’ si confronteranno Canottieri Pallanza (4 atleti), Canottieri Casale (6), Canottieri Lecco (14), Canottieri Trieste (4), Speranza Pra’ (10), Velocior (10), Sampierdarenesi (16), Murcarolo (9), Elpis (8), Rowing Club Genovese (35), Argus (18) e Canottieri Limite sull’Arno (10 per un totale di 144 atleti. Tra loro, c’è la più antica d’Italia (Limite sull’Arno), nata nel 1861.

Nel corso della conferenza, impegno e attenzione nei confronti del campo di regata di Pra’ sono stati ribaditi dall’Assessore Cascino al consigliere federale Morana e al presidente FIC Liguria Loreto.

Il programma prevede sabato 17 luglio (14.30-18.30) l’accoglienza delle società partecipanti presso la segreteria del Rowing Club Genovese. Il discorso di benvenuto e aperitivo (19.30), si procederà poi con la cena conviviale (20.30).

Domenica tutti a Pra’ per le sfide che inizieranno alle 9 e si concluderanno alle 12.30 (premiazioni ore 13). La regata, organizzata dal Rowing Club Genovese con la collaborazione di FIC Liguria e Speranza Pra’, gode del patrocinio di Regione Liguria, Provincia di Genova, Comune di Genova, Coni e Autorità Portuale di Genova ed è sostenuta da Fiat Professional, Morini, Contrepair, Algoritmo e Illy Caffè Il Gelato.

 
Nelle foto: Una Jole a 4 del Rowing Club Genovese in gara a Santa Margherita Ligure, un allenamento nel 1981 e due momenti della presentazione della gara di oggi

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.