Ai campionati del Mondo Junior assegnati i pass
per le Olimpiadi Giovanili


BRIVE LA GAILLARDE (FRA), 09 agosto 2009 Hanno trascorso tutta la settimana in attesa di questo. Le Finali dei Campionati del Mondo di Brive-la- Gaillarde sono state il culmine di tre giorni di gare caratterizzate da perfette condizioni del bacino di regata. Con l'allontanarsi delle nubi, le Finali A si sono disputate in condizioni di temperatura elevata e acque piatte: le regate, inoltre, erano valide come qualificazione per le Olimpiadi Giovanili (YOG) in programma a Singapore il prossimo anno. Al termine delle 13 gare, la Germania si è aggiudicata l'oro in ben  sette specialità.

Quattro senza Junior femminile (JW4-)
Come faceva il mondo prima che fossero inventati i telefoni cellulari? Mentre tutte  le imbarcazioni giungevano negli ultimi 100 metri della prima finale A dei Campionati del Mondo 2009, i cellulari venivano bene impiegati – specialmente quelli che chiamavano dall'Australia.

L'Australia ha un progetto nuovo. I suoi atleti rientrano in programma di allenamento a lungo termine che ha per obiettivo finale i Giochi Olimpici del 2016. Avevano ridotte  aspettative di medaglie per questo anno, ma in questa gara non solo hanno vinto una medaglia, ma si sono addirittura portati a casa l'oro. Le australiane ci sono riuscite guadagnando un leggero margine di vantaggio in partenza sulla Gran Bretagna e mantenendolo. Verso metà gara,  l'Australia e la Gran Bretagna si erano impossessate delle due posizioni di testa con la Germania e la Cina impegnate in una battaglia privata per la terza. La squadra cinese aveva designato questa imbarcazione come quella con maggiori possibilità di medaglia e le ragazze stavano tenendo alto l'orgoglio della nazione.

Allo sprint finale l'Australia riusciva a staccare la Gran Bretagna e a tagliare il traguardo per prima con la Cina, salita al ritmo di 42 colpi, che spingeva sulla Gran Bretagna. Sul traguardo le britanniche riuscivano comunque a spuntarla per l’argento.

Ordine d'arrivo: Australia, Gran Bretagna, Cina, Germania, Francia, USA

Quattro con maschile (JM4+)
Innegabile la potenza espressa dagli italiani nello sprint. Forse hanno perso un po’ di terreno a metà gara, ma si sono riscattati ampiamente innalzando il proprio ritmo di gara a 41 colpi poco dopo le prime 200 palate della seconda parte di gara.. Gli italiani tuttavia non erano in testa. A dettare l'andatura era la Germania con il timoniere quindicenne Leopold Bertz e il capovoga Maximilian Schnitker entrambi al loro primo Campionato del Mondo Junior.

Giunti a metà percorso era l'Australia a seguire da vicino ma i tedeschi mettevano in mostra un ritmo migliore e si spingevano via. L'Italia a questo punto iniziava la sua marcia di avvicinamento per riprendere gli australiani. La Germania al ritmo di 35 palate al minuto si avvicinava alla linea del traguardo, mantenendo alto la cadenza per assicurasi la medaglia d'oro. L'Australia riusciva a contenere lo sprint feroce dell'Italia alla caccia del secondo posto. L'Italia guadagnava il bronzo.

Ordine d'arrivo: Germania, Australia, Italia, Francia, Gran Bretagna, Canada

Singolo femminile (JW1x)
La Cina non ha schierato nessun atleta in questa specialità ai Campionati del Mondo Junior dello scorso anno, poiche’ tutte le energie erano focalizzate sui Giochi Olimpici. Quest'anno è tornata ad essere presente mettendo in acqua nella specialità del singolo, Tin Cao. La Cao è uscita velocissima dai “blocchi di partenza” posizionandosi davanti alle altre, compresa la favorita Lisa Schmidla  della Germania. La  Schmidla si è dimostrata l’atleta da battere sia in batteria che in semifinale e ieri le è bastato metà percorso per posizionarsi in testa e dettare l'andatura.  La tattica di gara meno consistente della Cao pagava dazio e la Virginia Diaz Rivaz della Spagna sfruttava l’occasione per spingere più a fondo. L'imponente Diaz Rivaz è risultata  l'atleta  spagnola di maggior successo in questa edizione dei Mondiali. La Cao avrebbe dovuto lavorare sodo per poterla  superare in questa gara. In qualità di campionessa  Junior in singolo della Germania, la Schmidla tagliava il traguardo all'andatura di 29 palate al minuto, la Cao aumentava il proprio ritmo sino a giungere a 43 cercando di posizionarsi davanti alla Diaz Rivas. La spagnola però manteneva il sangue freddo e la posizione.

Tutte le imbarcazioni che hanno gareggiato nella finale A hanno guadagnato il pass per la propria nazione alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Germania, Spagna, Cina, Cuba, Slovenia Australia

Singolo maschile (MJ1x)
La Germania ha un volto nuovo per il singolo? Salito sul podio delle premiazioni al termine della gara, Felix Bach ha esclamato,” Non posso crederci”.Il sorriso da orecchio a orecchio ha rivelato a tutti la sua immensa felicità.
In una gara che ha mostrato ripetuti cambiamenti a vertice, è stata l'Ucraina la più veloce in partenza. Il suo atleta Olexander Nadtoka non è riuscito però a mantenere la testa della gara a lungo ed alla boa dei 1000 metri  era la Serbia a  transitare davanti a tutti. Ma questi due atleti erano partiti troppo forte. Il terzo 500 cominciava a chiarire chi aveva scelto il passo più idoneo. Il polacco Kamil Zajkowski e il cinese Wanjie Yuan si spingevano in avanti. Ma dov'era Bach?

La Germania non aveva mostrato nulla di speciale nei primi 1000 metri. Si trovava nelle retrovie in partenza ed a metà percorso aveva guadagnato un momentaneo quarto posto. All'orizzonte si intravedeva lo sprint finale: Cosa sarebbe riuscito a fare il tedesco?

Con i leader di inizio gara dell'Ucraina e della Serbia ora scivolati in dietro, quattro imbarcazioni mostravano di avere le forze per sferrare l'attacco sul traguardo. Matthew Maddamma degli Stati Uniti, era tra questi, e lo stesso valeva per Yuan, per  Zajkowski e per Bach. Una raffica confusa di quattro barche che piombavano dritte sul traguardo rendevano difficile stabilire chi ce l'aveva fatta.

Tutte le sei imbarcazioni che hanno preso parte a questa finale hanno garantito un posto alla propria nazione per le Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Germania, Polonia, Cina, USA, Ucraina, Serbia

Due senza femminile (JW2-)

Balzate in avanti subito in partenza, Alena Kryvasheyenka e Anastasiya Skrobut della Bielorussia hanno iniziato la gara nel modo in cui speravano di portarla al termine. Il duo era alla sua prima apparizione nella squadra nazionale bielorussa, ed essendo diciottenni passeranno il prossimo anno alla categoria Under 23 o a quella Senior. Dietro di loro Mihaela Petrila e Andreea Boghian della Romania seguivano a distanza ravvicinata. La coppia rumena ha gareggiato insieme sul quattro di coppia due anni fa. Lo scorso anno si sono separate. La Petrila ha gareggiato in singolo e la Boghian è giunta seconda nel due senza.

Giunta nella terza frazione di gara, la Bielorussa manteneva l'andatura con la Cina ( Dameng Yin e Tian Miao) che si avvicinava ora alla Romania. I restanti equipaggi erano assai distanziati, un mezzo disastro, troppo distanziate per poter tentare un attacco al gruppetto delle leader. A quel punto la Romania decideva che era d'oro la medaglia che davvero voleva. Con uno sprint ben messo a segno, la Petrila e la Boghian non solo surclassavano le bielorusse ma aumentavano anche il proprio vantaggio sulle dirette avversarie.

Le prime cinque imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Romania, Bielorussia, Cina, Italia, Sud Africa, USA

Due senza maschile (M2-)
Mezz'ora prima dell'inizio di questa gara 12 atleti di sei nazioni sono scesi in acqua percorrendo il tragitto a ritroso davanti agli spettatori, alla torretta d'arrivo, alla tribuna e lungo il parco silenzioso che circonda  il bacino remiero del lago di Causse. Tutti stavano effettuando il proprio riscaldamento. Tutti ripassavano mentalmente la propria tattica di gara.

Sin dalle prime palate i serbi sono apparsi caldissimi. Igor Lucic e Luka Djordjevic sapevano di essere veloci, come dimostrato in occasione delle selezioni in patria, e ieri avevano bene in mente  quale sarebbe stato il loro tempo finale. Al loro fianco in corsia 4 c'erano i greci, anche loro con grosse aspettative. In corsia 5  la Francia. Benjamin Fauchie e Matthieu Moinaux, il duo francese avevano dalla loro il  vantaggio di gareggiare in casa e una gran  voglia di lottare. All'inizio Lucic e Djordjevic effettuavano una partenza razzo guadagnando più di un imbarcazione di vantaggio, mantenuta sino a metà gara.

C'era qualcuno in grado di riprendere i serbi?

Mentre  Lucic e Djordjevic  continuavano ad allungare, la Francia cercava di riprendere i greci. Il pubblico era testimone di ciò che stava accadendo. L'eccitazione era incontenibile. La Serbia chiudeva la sua gara ad un soffio dal Record del Mondo ufficioso di questa specialità. La Grecia faceva sua la seconda posizione e la Francia si guadagnava un meritato bronzo.

 Le prime cinque imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Serbia, Grecia, Francia, Lituania, Bulgaria, Croazia

Doppio femminile (W2x)
Julia Lier e Marie-Catherine Arnold della Germania hanno mostrato in questa specialità la loro assoluta superiorità. Arrivavano dalle semifinali come uno degli equipaggi favoriti, ma in finale dovevano affrontare  il forte doppio della Repubblica Ceca formato dalla Lenka Antosonova  e Denisa Cvancarova.

Giunte a metà gara la Lier e la Arnold avevano guadagnato un vantaggio più che comodo con tre equipaggi, Irlanda, Repubblica Ceca e Cina praticamente punta a punta. Poi in quello che si è rivelato il momento più caldo della giornata, l'Irlanda ha iniziato a retrocedere. La Cina e la Repubblica Ceca tenevano. Le tedesche mantenevano il controllo della gara e al ritmo di 35 palate al minuto la Lier e la Arnold oltrepassavano per prime la linea del traguardo.

 Le prime tre imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Germania, repubblica Ceca, Cina, Irlanda, Romania, Italia

Doppio  maschile (JM2x)
Distese nelle fresche acque del lago, non distanti dal podio delle premiazioni, c'erano due bottiglie di spumante. Mentre il caldo continuava ad aumentare anche molti degli atleti devono aver desiderato di potersi sdraiare nel bel fresco dell'acqua. In quella che è stata la gara  numero 186, la Germania ha continuato a percorrere la strada della vittoria. Hubert Trzybinski e Timo Piontek, questi i nomi del duo tedesco, sapevano di avere qualcosa in più. Avevano fatto registrare tempi assai veloci nei tre giorni che precedevano la finale ed ieri erano pronti per giocarsi la chance da medaglia.

Non c'è stato un equipaggio dominatore al via. La Germania, la Romania e la Lituania hanno effettuato una partenza leggermente più veloce, ma il vantaggio guadagnato nei confronti degli altri era veramente di poco conto. Poi Piontek e Trzybinski sono riusciti a guadagnare un leggero margine. Il resto della “banda”è rimasto bloccato dietro – tutti nello spazio ristretto di due secondi.

Il leggero vantaggio dei tedeschi aveva regalato loro la spinta di cui avevano bisogno. Piontek e Trzybinski vincevano l'oro , mentre alle loro spalle tutto era ancora da decidere. L'Italia, la Lituania e la Romania muovevano all'attacco. Solo il fotofinish avrebbe poi deciso l'effettivo ordine d'arrivo.

 Le prime tre imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Germania, Romania, Lituania, Italia, Serbia, Cina

Quattro senza maschile (JM4-)
Già nelle gare disputate nei giorni precedenti, il quattro senza maschile si preannunciava come una delle finali più eccitanti. Le sei imbarcazioni in gara non hanno deluso. In partenza l'Australia è uscita bene tirandosi dietro la Gran Bretagna. Un piccolo sprint nei secondi 500 metri portava il vantaggio nelle mani dei britannici con la Romania che comunque riusciva a tenere il passo.

La Gran Bretagna, ora in testa, si poteva rilassare un pochino e portare a termine la gara come voleva. La Romania è sembrata l'unica in grado di poter riacciuffare i britannici. Questo non era però ciò che aveva in mente la Gran Bretagna. Facendo salire il proprio ritmo a 40 colpi, i britannici volgevano lo sguardo per andare a vincere quella che sarebbe stata, in questa competizione, la prima medaglia per la loro nazione. Ci riuscivano.

 Le prime tre imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Gran Bretagna, Romania, Australia, Slovenia, Spagna, Germania

Quattro di coppia femminile (JW4x)
L'Australia deve essersi sorpresa di se’ stessa ieri, con risultati così positivi e questo deve aver dato al suo quattro di coppia la carica giusta, dal momento che è balzata fuori in testa subito dopo poche palate dal via. La Francia si posizionava a poca distanza da loro. Alla boa di metà percorso la Cina rientrava ma erano ancora l'Australia e la Francia le imbarcazioni che facevano l'andatura. Ai Giochi Olimpici dello scorso anno, la Cina ha vinto la sua prima medaglia d'oro del canottaggio proprio in questa specialità, e questo equipaggio deve averne tratto ispirazione.

Con il trascorrere del terzo 500, la Cina ha messo in mostra la sua forza oltrepassando Australia e Francia. La Germania si è resa conto che doveva fare qualcosa di veramente speciale se voleva ambire ad una medaglia. Grazie alla capovoga Sonja Wittemann, la Germania colmava il proprio distacco guadagnando terreno sulla Francia in terza posizione. In un finale assai ravvicinato, quattro imbarcazioni tagliavano la linea nell'arco di tempo di soli due secondi. Il pubblico francese fremeva in attesa del grande risultato. Questa volta però non è stato tanto fortunato.

Le prime tre imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Quattro di coppia maschile (JM4x)
C'è una boa che delimita il campo di gara proprio vicino alla linea dell'arrivo. Vede gli equipaggi che giungono dalla partenza. Vede gli equipaggi che rientrano dalla cerimonia di premiazione. E' una delle boe più fotografate del mondo. I sei equipaggi in gara nella specialità del quattro di coppia devono aver dato il compito ad un membro dei rispettivi equipaggi perché  si guardasse intorno pronto a frenare in vista dei pericoli rappresentati dalle boe. Questa però è stata probabilmente l'ultima cosa che gli equipaggi avevano in mente durante le fasi finali della 189 gara di questo Campionato.

Il nome Germania è stato udito molte volte ieri. Si è udito di nuovo durante questa gara quando il capovoga Max Planer ha portato l'equipaggio della sua Germania in testa all'inizio dei 2000 metri di gara. Max è un individuo famoso sui campi di gara che ha al seguito un gruppo di tifosi che indossa magliette con il nome del loro beniamino stampato sulle spalle. Prima di giungere a metà gara la Repubblica Ceca si era avvicinata alla Germania con l'Ucraina che seguiva in terza posizione. Con  il trascorrere  della gara è sembrato che solo i cechi avessero la possibilità di riprendere la Germania. Hanno fatto del loro meglio. Dietro di loro la Nuova Zelanda ci ha provato persino più di loro.

Il ritmo di voga della Nuova Zelanda è salito a 39. La Repubblica Ceca non mollava la Germania,  teneva...e andava a vincere.

Le prime tre imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Germania, Repubblica Ceca, Nuova Zelanda, Ucraina, Polonia, Argentina

Otto con femminile (JW8+)
Si è dovuto attendere il termine della giornata, ma gli Stati Uniti sono andati a segno. In quella che è la loro specialità primaria, l'otto, le americane hanno condotto una gara al passo per risultare le vincitrici in tutta facilità. Le statunitensi sono campionesse Olimpiche nell'otto e detengono la miglior prestazione mondiale della specialità. Con il successo ottenuto ieri dalle sue ragazze Junior, sembra proprio che il suo dominio continuerà.

Ad inizio gara era però la Nuova Zelanda a balzare in testa. Questo equipaggio ha raggiunto la finale dopo essere passato dai ripescaggi, e quindi aveva sulle spalle una gara in più rispetto alle americane. A metà gara erano però gli Stati Uniti a transitare in testa con la Nuova Zelanda che gli restava appiccicata come colla. Queste due imbarcazioni lasciavano indietro ad azzuffarsi  gli altri equipaggi con oltre una lunghezza di vantaggio su di loro. Mentre gli equipaggi entravano in dirittura del finale di gara la Germania, in quel momento fuori dal podio in quarta posizione, si lanciava all'inseguimento della Romania momentaneamente terza.

La Germania metteva in atto un ottimo sprint finale. La Romania non era in grado di rispondere. Le medagliate di questa gara sono state nell'ordine, Stati Uniti, Nuova Zelanda e Germania.

Le prime tre imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: USA, Nuova Zelanda, Germania, Romania, Francia, Russia

Otto con maschile (JM8+)
La Germania ha finito la giornata nell'identico modo con cui l'aveva iniziata – in testa. I tedeschi hanno effettuato una partenza lampo sull'Italia ed hanno mantenuto la pressione per garantirsi il margine di vantaggio che avevano. Dietro di loro la Gran Bretagna e l'Italia mantenevano costante l'andatura impostata. Poi, giunta nel terzo 500,  la Gran Bretagna ha spinto a fondo per cercare di portarsi in testa.

Giunti allo sprint finale gli Stati Uniti innalzavano il loro ritmo per avvicinarsi all'Italia. Gli italiani che procedevano a 39 colpi al minuti, hanno fatto del loro meglio per tenerli a distanza. Tra loro al carrello numero sei sedeva il figlio del famoso Abbagnale (Giuseppe). Nonostante questo, i tedeschi restavano in testa. Sulla linea d'arrivo la gioia e i festeggiamenti dell'intero equipaggio italiano facevano credere che avessero vinto l'oro. Anche l'equipaggio tedesco sembrava  abbastanza contento. Avevano appena vinto il settimo oro  per la loro nazione.

Le prime tre imbarcazioni classificate di questa specialità qualificano la propria nazione per un posto alle Olimpiadi Giovanili.

Ordine d'arrivo: Germania, Gran Bretagna, Italia, USA, Spagna, Romania

 

FONTE: FISA, traduzione ed adattamento FIC

 

•   Clicca per lo Speciale sui Mondiali Juniores 2009 >

 

 

 

Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
    Tabella Orari previsti
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.