Monopoli, la capitale del coastal rowing: il campionato italiano
si è chiuso con glorie e amarezze per i pugliesi


MONOPOLI, 28 giugno 2009 - Sono stati i padroni di casa a fare da protagonisti nella due giorni dedicata al coastal rowing. Tra le pugliesi in gara, la società del Pro Monopoli ha conquistato il bottino più ricco. A brillare nel medagliere è soprattutto il bronzo agguantato nella gara del quattro senior A maschile, che ha visto i canottieri monopolitani strappare il terzo gradino del podio al temuto Posillipo. Sulla distanza dei 12 mila metri Mauro Susca, Giandomenico Basile, Carlettino Vitalbe, Valerio Pepe e timoniere Angelo Pugliese hanno mantenuto un ritmo costante, malgrado le evidenti difficoltà della traversata. Non è andata bene, invece, per il Cus Bari che nel quattro si è classificato al quinto posto, alle spalle del Posillipo. Una partenza incerta e le condizioni poco favorevoli del mare sono state determinanti. Il gruppo, rappresentato da Fabio Diomede, Luca Ceriola, Fabrizio Tortorella e Alessandro Speranza, ha dato il massimo fino agli ultimi secondi, senza però riuscire a piazzarsi sul podio. «Non abbiamo fatto una buona partenza – ha commentato Ceriola, all’arrivo – e questo ha compromesso tutta la gara. Abbiamo inseguito gli avversari, sono mancati però i sorpassi giusti». Anche l’ex coppia olimpionica Panzarino – Prezioso non ha funzionato, in termini di risultato. Dopo una partenza aggressiva, i due cussini non hanno mantenuto il vantaggio sugli altri equipaggi, scivolando al settimo posto. Nella stessa gara il Pro Monopoli è arrivato quinto, con Mario Presici e Augusto Carparelli. I padroni di casa si sono imposti anche nel quattro master, tagliando per primi il traguardo. La formazione (Pugliese, Comes, Amodio, Calabretto e Cappelletti) ha lasciato alle spalle i napoletani, spuntandola nel punta a punta finale. «La gara è stata molto bella, sembrava in linea sui 2mila metri – ha detto Pugliese – abbiamo staccato a dieci colpi la boa e ci siamo distesi con 15 secondi di vantaggio». Da segnalare anche la prestazione del Barion, arrivato secondo nel doppio maschile, con Mauro De Santis e Emanuele Valenzano. A seguire, Posillipo, Pro Monopoli e Cus Bari. Tra i pugliesi in acqua, Pasquale Libetta, in forza alla lega navale Brindisi, ha ottenuto il primo posto, nonostante l’esordio in coastal. «È una barca scuola, molto semplice, che non ha problemi di equilibrio – ha commentato Libetta – e questo può avvicinare molti giovani alla disciplina». Nel doppio maschile D’Addabbo e Quaranta (Barion) hanno gareggiato come unici iscritti. A detta di entrambi, «il coastal è divertente, ma è necessario portare la rotta correttamente, ancora più di quanto si debba fare nel canottaggio tradizionale». Nella schiera femminile, il Monopoli 2005 ha vinto l’argento nel quattro senior A. Ai remi: Sardella, Castrignano, Losavio, Zaccaria e Intini». Finale amaro, invece, per il doppio senior femminile della Pro Monopoli che è stato squalificato, perché privo di salvagente. Rimane una due giorni di spettacolo in mare, favorito da una massiccia presenza di pubblico che ha fatto sentire il proprio sostegno agli atleti. L’esperienza di Monopoli mira a diventare per i pugliesi un appuntamento fisso con il coastal, un’altra faccia del canottaggio, più impegnativo per tempi e distanze da sostenere, ma capace di divertire.


Valentina Marzo
Ufficio stampa Fic Puglia e Basilicata




 

•   Clicca qui per lo Speciale sui Campionati Italiani di Coastal Rowing

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.