La manifestazione di Pavia - Regata storica Pavia Pisa


PAVIA, 07 giugno 2009 - Nonostante i capricci del vento abbiano tentato di impedire il regolare svolgimento delle competizioni, le regate per l’assegnazione del Trofeo Curtatone e Montanara, è felicemente andata in porto.
Alla presenza delle più alte cariche cittadine ed accademiche e di fronte ad un discreto pubblico, gli atleti dell’Università di Pisa e di Pavia hanno dato fondo a tutte le loro energie per aggiudicarsi, per un anno, l’artistica Coppa.
Ha vinto, in maniera anche un po’ “guascona” l’armo di Pavia che, aggiudicatosi la prima manche corsa in acqua sfavorevole, quella numero uno a ridosso del “Borgo Basso”, infliggendo ai Pisani un secco distacco valutato dai cronometristi in 5 secondi e 2 decimi, ha poi controllato nella seconda manche in acqua amica. Anche in questo caso la barca pavese ha staccato i pisani di più di sei secondi.
Il pronostico non è stato rispettato appieno. Quando a mezzogiorno, i pochi appassionati, che sostavano in attesa sulle ventilate sponde del Ticino, hanno potuto osservare l’allenamento dell’armo toscano, l’impressione era stata ottima e la previsione che l’armo giallo/blu potesse, per la terza volta consecutiva, riportare il trofeo a Pisa, era affiorata in più di una mente e di un cuore.
La realtà è stata invece un’altra. L’equipaggio pavese, meno brillante a vedersi in allenamento, in gara si è trasformato e, memore delle due sberle subite nel 2007 e 2008, ha fin dalla prima remata, impresso alla propria barca una spinta tumultuosa tanto da rassomigliare ad una corazzata che avanzava contro un elegante vascello.
I Mornati, Boschelli, Regalbuto e compagni, hanno vinto sia per la loro indubbia classe, ma soprattutto perché una terza sconfitta avrebbe fatto vacillare quella consolidata “fama” che vuole Pavia “Università dello sport”.
Tonini e compagni hanno tentato, soprattutto nei primi metri della prima manche, di contrapporsi ai Pavesi; si sono lanciati deviando a riva quanto più possibile ed hanno tentato di sorprendere gli avversari con un maggior numero di colpi. Ma non hanno sfruttato completamente il favore dell’acqua che la dea bendata gli aveva offerto. Pur deviando, non lo hanno fatto appieno. In altre occasioni e con timonieri più scaltri, si sarebbero fiondati tanto a riva da rischiare i remi della bordata dispari, ed invece sono rimasti ad una ventina di metri dalla sponda. Il vantaggio dell’acqua amica è stato minimo e così l’armo pavese, con a bordo sette uomini della nazionale, ha avuto il sopravvento nella prima manche. Non si poteva pretendere che la seconda prova potesse capovolgere il risultato e così i blu pavesi, con la corsia a favore, hanno solo controllato e portato a casa la vittoria.
In precedenza s’erano disputate molteplici gare di contorno che avevano visto in acqua più di trecento canottieri-drogonisti.
Nel Trofeo dei Collegi, gara in Dragon boat a 18 vogatori, le eliminatorie svoltesi in mattinata, avevano portato in finale 2 storici collegi pavesi: il Ghislieri ed il Cairoli. Ha vinto il primo conquistando un trofeo che aveva visto primeggiare, nelle passate edizioni, il collegio “Cardano” sede del College Universitario Remiero.
Nella gara delle scuole medie ha prevalso L’Istituto Tecnico per Geometri sull’ITIS Cardano di Pavia.
Nella gara test-esame di Scienze Motorie, gara vinta sul traguardo, gli studenti del primo anno hanno prevalso per meno di un secondo sugli altri, aggiudicandosi ben cinque punti nella votazione finale dell’esame di “Tecnica del Canottaggio”:
Gara emozionantissima quella della staffetta “Veneta a quattro/doppio”.
Erano in gara quattro società rivierasche:la Can. Ticino, la Battellieri Colombo, i Vogatori Pavesi e la Mangialoca abbinate a quattro doppi del CUS:
E’ stata tremenda la lotta tra la barca di Bruschi-Ghezzi in acqua 2 e Smerghetto-Dainotti in acqua uno. In testa fin dall’inizio il doppio della Mangialoca sembrava avere partita vinta, quando una folata di vento più forte delle altre ha letteralmente “piombato” il doppio di Smerghetto ed il furbo Grezzi, accortosi delle difficoltà degli avversari, ne ha approfittato sopravanzando gli avversari di mezza lunghezza.

RISULTATI NEI DETTAGLI

Trofeo delle Scuole
1^ Ist. Geometri “Volta” 1’ 39” 15
2^ ITIS “Cardano” di Pavia 1’43”02

Trofeo Scienze Motorie
1^ Bianchi (Corso D) 1’44’19
2^ Blu (corso C) 1’45”44

Trofeo dei Collegi
1^ Coll. Ghislieri 1’34”96
2^ Coll. Cairoli 1’36”77

Staffetta Veneta/doppio
1^ Vogatori Pavesi 3’01”20
2^ Mangialoca 3’02”36

Trofeo Curtatone e Montanara
1^ Manche
1^ Pavia
2^ Pisa a 5”2

2^ Manche
1^ Pavia
2^ Pisa a 6”10

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.