La Nazionale cala un nuovo tris: Tieghi-Borsani-Dal Verme

GAVIRATE, 02 maggio 2009 - Una nuova esperienza per loro, innamorati dello sport e ora sulla strada del canottaggio dove sta nascendo la loro passione: la Nazionale di Adaptive Rowing apre ai disabili mentali, i nuovi protagonisti sono Elisabetta Tieghi (17 anni), Francesco Borsani (28) e Carlo Dal Verme (22) che oggi gareggiano sul ‘quattro con’.
Tutti e tre adorano i loro allenatori: Paola, Giovanni, Renzo e Vittorio.
“Ho iniziato proprio su consiglio di Paola: abito a Locate, il suo paese, e mi sono avvicinato a questa disciplina nell’anno in cui Giovanni ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Sidney” è il pensiero di Borsani che è diventato un vogatore della Canottieri Gavirate quattro anni fa dopo aver praticato free climbing.
Elisabetta, invece, vive ad Azzate. “Calcio, basket, atletica leggera: di tutto un po’, solo quest’anno sono entrata a contatto con il canottaggio”.
Carlo passa ai remi dal tatami del judo: “E’ uno sport importante, vogliamo andare tutti alle Paralimpiadi di Londra”.
Deciso, determinato e ambizioso. “Allenamento dopo allenamento, sentiamo migliorare la nostra barca: non ci accontentiamo mai, vogliamo avvicinarci alla perfezione”.
Incalza Francesco: “Sentiamo proprio il brivido della barca che scorre”.
Ma ciò che più piace a Elisabetta è “sentire il ritmo chiamato dal timoniere: dobbiamo sempre ragionare sui nostri movimenti altrimenti tutto va in palla!”.
Tre allenamenti settimanali: i primi frutti. “Bene all’Idroscalo, bene a Monate con lo stesso equipaggio ma il mio più grande motivo di gioia è stato il bronzo agli Europei indoor di remo ergometro” spiega Borsani.
E Dal Verme insiste: “Con Paola e Giovanni vogliamo diventare bravi come Luini e Gattinoni: sono i nostri idoli anche se è già un orgoglio poter indossare il body della Nazionale di canottaggio”.
I raduni filano via veloci. “Remoergometro, barca, stretching: e poi i nostri hobby nei momenti liberi”.
Che sono il giardinaggio per Elisabetta, il modellismo per Francesco e Carlo.
 

    •    RISULTATI
    •    Start List Internazionale Adaptive
    •    Speciale Internazionale Adaptive

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.