Sul lago di Endine
LA CENTENARIA CANOTTIERI SEBINO HA “RIORGANIZZATO” CON GIOVANILE BALDANZA I CAMPIONATI LOMBARDI 2008

Endine Gaiano, 31 agosto – Anche se spicca come ultima domenica del mese di agosto, periodo dedicato alla meditazione e alle ferie, questa del 2008 sarà ricordata come una giornata di rilievo nella storia della Canottieri Sebino, il sodalizio di Lovere che sta celebrando in maniera attiva e sportiva il centenario di vita sociale. E lo storico presidente Angelo Zanotti dopo la serie di premiazioni alla fine delle regate di Campionato Lombardo avrà tirato un profondo respiro di sollievo. E' stata certamente una grande faticaccia, con tutte le preoccupazioni per la riuscita di una gara già in calendario lo scorso mese di maggio e rinviata per le avverse condizioni del tempo. Ma è finita bene e alla “Casa del Pescatore”, sede tradizionale di riferimento per i grandi appuntamenti organizzati sul lago bergamasco, è stata una 13.ma edizione da archiviare con soddisfazione tra gli impegni sociali ben riusciti.
E così i rappresentanti delle Comunità di Endine Gaiano, Valcavallina, Monasterolo, Spinone e Ranzanico, con quelli di Lovere, hanno potuto premiare con soddisfazione i 40 allori lombardi (24 maschili e 16 femminili) delle 25 società partecipanti.
“Sodalizi che hanno ottenuto il duplice scopo – sorride il presidente regionale Antonio Bassi – di gareggiare in condizioni ideali, di conseguire importanti premi e su questo aspetto gli amici della Sebino hanno sempre dimostrato grande signorilità. Ma ancor più di onorare la Canottieri Sebino nell'ambito delle celebrazioni del suo glorioso centenario”.
Precedute dalla sette batterie eliminatorie per alcune gare molto gettonate, alle 10 e un quarto ha preso il via la serie delle 40 finali, alcune molto affollate, altre un po' meno, tutte dai risultati appassionanti, pur se in certe gare gli “scontri” si sono sviluppati in “duelli” a due, ma tutti di grosso spessore. A chiudere la manifestazione il quattro senza femminile con una Lario che allineava anche l' “americana” Claudia Wurzel, con Longatti, Russo e Noseda. E in precedenza Sabrina Noseda e Cladia Wurzel avevano fatto proprio anche il titolo del due senza, imponendosi alla Corgeno, un buon collaudo in vista degli imminenti assoluti di Varese.
I padroni di casa della Sebino hanno registrato con soddisfazione la conquista di tre titoli: doppio ragazzi maschile, quattro di coppia junior e 4 di coppia ragazzi. In genere è stata un'equa partizione di titoli, in cui la Sportiva di Lezzeno ha posto la sua caratteristica zampata nel doppio pesi leggeri e senior maschile con la collaudata coppia Pellolio-Durini. Ma tra i tanti risultati che possono portare con attenta lettura a buone considerazioni in vista dei Campionati italiani spicca il grande rientro della Canottieri Lecco nell'otto senior, in cui ha dimostrato (contro la Varese) di voler iniziare la prossima tornata olimpica con rinnovato impegno agonistico, passando ovviamente proprio dalle forche caudine di Varese dei prossimi campionati.

Ferruccio Calegari
Ufficio Stampa CR FIC Lombardia